Menu

Domanda di corone

Risposte pubblicate: 7

Ho ancora i canini da latte e gli incisivi spezzati

Scritto da Matteo / Pubblicato il
Buonasera, sono un ragazzo di 28 anni e come tanti ho trascurato finora ad ora i miei denti per motivi economici. Il mio problema principale (oltre i denti completamente storti) è che ho ancora i canini da latte e gli incisivi spezzati. Sono stato oggi da un dentista e mi ha detto che i canini definitivi sono inclusi e "obliqui" e quindi impossibili da recuperare, inoltre è pericoloso estrarli perché comporterebbe molti problemi. Mi ha consigliato di estrarre i due canini, limare i denti dal premolare (dx e sx) fino agli incisivi e rivestire tutto con delle corone, facendo un ponte per sostituire i canini. Il dentista si è giustificato dicendo che questo è l'unico modo per creare lo spazio per i canini oltre al fatto che uno degli incisivi è gravemente lesionato. Gli ho chiesto se fosse il caso di mettere un apparecchio e lui me lo ha sconsigliato perché porterebbe più danni che benefici. Sinceramente non saprei che fare, mi sembra una decisione troppo estrema, devitalizzare e rendere i miei denti (storti, ma sani) dei monconi non so se sia una cosa buona. È una procedura normale o devo diffidare? Vi allego foto dei miei denti ed rx (risalente purtroppo al 2010, aspetto di fare quella nuova). PS. Due anni fa ho avuto problemi di ernia discale e ho una postura non corretta, non so se questo possa essere collegato. Grazie a tutti per l'attenzione e buona serata
Ho ancora i canini da latte e gli incisivi spezzati Ho ancora i canini da latte e gli incisivi spezzati Ho ancora i canini da latte e gli incisivi spezzati
Sig. Matteo, mali estremi-estremi rimedi, con molta probabilità in una persona che trascura la bocca come lei, questa è una proposta. Qualora intendesse cambiare stile di vita, allora la cura ortodontica è da prendere in considerazione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

I canini inclusi si possono e si devono portare in arcata. Si rivolga ad un ortodontista perchè questi denti sono molto importanti e debbono essere ricuperati. Abbandoni il dentista che le ha fatto questa proposta oscena e si rivolga ad un ortodontista che le sistemerà anche altri denti. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Sinceramente credo che la soluzione proposta sia veramente l'unica possibile. Ortodonzia sarebbe meglio, ma non mi sembra facile vedendo foto e rx. Però su questo, cioè su ortodonzia, mi sembra impossibile dare un vero parere così. Io chiederei al dentista un moke-up, ovvero una simulazione precisa fatta dal tecnico in base ad una sua impronta, di come verrà il ponte.
Cioè studiare PRIMA di mettere mano ai suoi denti, come verrà il lavoro simulandolo bene sul gesso. A scanso di spiacevoli sorprese successive. Ovvero pianificare prima ogni dettaglio dell'intervento. Per essere più sicuri possibile del risultato finale: che venga bene e non ci siano problemi che emergono dopo che si è limato i denti, etc.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Intanto bisognerebbe vedere se i canini inclusi sono impossibili da recuperare ;da qui parte tutto perche' un ponte come le e' stato prospettato e' proprio l'ultima spiaggia e anche un po' rischioso .

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Caro Signor Matteo, buongiorno. I carissimi Colleghi Ruffoni, Spagnoli e Passaretti, che mi hanno preceduto hanno tutti e tre, per motivi e visioni prospettiche diverse, ragione e sono Professionisti di Estrema e Rara Cultura.

1-Ha ragione il Dottor Spagnoli nel dire che i canini si devono portare in arcata. Non è il caso di fare una Cone Beam (anche se sarebbe la più sbragativa ma anche la più costosa per il SSN e per le Radiazioni che assumerebbe Lei, basta ed è più semplice e più efficace ed immediato per la Diagnosi Una Rx occlusale Evidenzia i contorni del canino incluso che, se posizionato all'interno della linea che idealmente unisce gli apici degli altri denti, è palatale, mentre, se posto all'esterno, è vestibolare. Regola della Posizione Vestibolare: Se l'angolazione verticale del cono cambia di circa 20° in due lastre successive, il Canino vestibolare si sposterà in direzione opposta alla fonte di radiazioni. In caso contrario di canino palatale, esso si sposterà nella stessa direzione della fonte di radiazioni. Rx endorali con incidenza diversa (regola di Clark o tecnica dello spostamento del tubo). Se il canino si sposta nella stessa direzione del tubo radiogeno, la diagnosi è quella di inclusione palatale. Se il canino si sposta in direzione contraria a quella del tubo radiogeno è in inclusione vestibolare. Infine, se il canino non cambia posizione, è in posizione intermedia, in senso vestibolo-palatale. A questo punto della diagnosi si interviene ortodonticamente, dopo ovviamente diagnosi cefalometrica e ceck up ortodontico, come detto sopra, qualora non vi sia nell'arcata lo spazio sufficiente al suo riposizionamento, prima dell'esposizione chirurgica. Se questo spazio invece ci fosse lo si sposta ortodonticamente previo intervento chirurgico per agganciarlo e "trascinarlo" in sede L'eruzione chirurgica può essere "chiusa", utilizzando un lembo ribattuto e posizionato e liberando nel modo giusto il dente dal tessuto osseo che lo ricopre ,oppure può essere portato in sede con escissione dei tessuti duri e molli limitrofi alla corona del dente che viene ancorata al dispositivo ortopedico. Personalmente pratico una alveolectomia conduttrice di Chatelier, che facilita il riposizionamento chirurgico-ortodontico del canino (in pratica faccio un canale osseo in cui guidare il canino in posizione La legatura che preferisco è quella fatta con un filo di acciaio inossidabile sotto al cingolo del canino incluso o se l'equatore fosse poco pronunciato o assente, faccio una banda, o un intarsio o un perno nella corona del canino! Sempre personalmente faccio tutto questo in una sola fase e tutto è molto "veloce", sempre entro certi limiti che dipendono da una infinità di problemi clinico-anatomo-chirurgici e ortodontici! Ovvio che lo deve fare chi lo sa fare! Per il resto che posso dire se non che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi.

2- Ha ragione anche il Dottor Passaretti che più "concretamente": fare una ceratura diagnostica e trasformarla in mock-up (modellino dei suoi denti nelle varie fasi fino alla rifinitura, per farle vedere il risultato finale). Rimarrebbe però il problema dei canini inclusi da valutare per non avere sorprese dopo!

3- Ha ragione il Dottor Ruffoni, che parla della sua "trascuratezza" e la terapia deve tenere conto anche di questo, purtroppo! Pongo, qui, l'accento sul fatto che Tre dentisti, con me quattro, la pensano e la pensiamo in modo apparentemente diverso solo perché in realtà, l'approccio alla sua patologia può avere diverse prospettive di partenza e di arrivo: tutte giuste, però. Quindi le Consiglio d Rispettare maggiormente il Suo Dentista, di Parlare con Lui e farsi spiegare bene tutto.

La fiducia Medico -paziente è fondamentale! Se a Lei manca, le consiglio di guardare in se stesso e riflettere! Se lei fosse un mio paziente e scoprissi che stesse facendo quello che fa lei, non la vorrei più come paziente e glielo direi senza mezzi termini! Forse questo l'aiuterà a capire di più quanto "ingiusto ed offensivo verso il suo Dentista" è il suo comportamento! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Pare che ci siano le condizioni per una terapia ortodontica.
Quanto consigliato non mi piace.
Naturalmente tutto da valutare meglio dopo opportune indagini.
 

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Matteo Buongiorno
La terapia ortodontica per recuperare i canini è sicuramente da valutare. Il caso è complesso e va valutato anche con tac cone Bean che permetta di valutare il rapporto tridimensionale tra i canini è le radici degli incisivi. Le consiglio la visita da un bravo ortodontista anche perché va valutato se lo spazio in arcata e' sufficiente o va creato.
La soluzione protesica è la soluzione di compromesso sicuramente più facile e veloce ma comporta un prezzo biologico alto per i suoi denti.
Cordiali saluti
 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Marina Fiocca
Cremella (LC)
Renate (MB)