Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 4

Sono una paziente allergica agli anestetici locali

Scritto da giusy / Pubblicato il
Buongiorno, sono una paziente allergica agli anestetici locali, ho fatto il test, purtroppo ho avuto l'orticaria angioedema asma e così via. Estraggo i denti in Ospedale perchè c'è la rianimazione, ma non li posso curare. Come devo fare adesso che ho problemi di carie, che si potrebbero risolvere con la devitalizzazione ma nessuno me li fa. HELP
Gentile Giusy, mi scusi ma nella sua domanda vedo alcune contraddizioni. Innanzitutto lei dice di essere allergica e di aver effettuato dei tests ma non specifica il tipo o i tipi di molecola testati essendocene molteplici e tra queste magari anche qualcuna innocua. Inoltre lei afferma di aver estratto i denti ma di non poter effettuare le cure. Le chiedo in che modo ha estratto i denti? Con che tipo di anestesia? Locale o generale? Sinceramente la sua domanda pone dei dubbi. Dovrebbe essere più chiara perché credo che la stessa anestesia utilizzata per le estrazioni potrebbe essere utile per le cure. Si faccia spiegare bene quale tipo di anestetico è stato utilizzato per le estrazioni e forse potrebbe fare le cure con lo stesso anestetico. Credo che cosi' come pone la sua domanda nessuno potrà dare delle risposte certe per aiutarla. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giusy, si rivolga a qualunque odontoiatra della sua zona con tutta la documentazione ospedaliera e il tipo di anestetico che hanno utilizzato, di cui lei non è allergica, stia tranquilla che può essere curata anche senza la rianimazione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gli anestetici locali sono tanti. L'articaina è uno di quelli che non danno quasi mai allergia. Faccia dei test con l'articaina. Se il laboratorio non è attrezzato per questo anestetico (come è possibile), se ne faccia dare una fiala dal suo dentista (trovi un dentista che la usa! E' un po' piu' costosa e non tutti la usano..). Vedrà che risulterà ok e che potrà fare tutte le cure senza ricovero.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Giusy, buongiorno.Gli anestetici locali si dividono in due grandi categorie, gli Amidi e gli Esteri. La Lidocaina, la mepivacaina e l'articaina appartengono tutti alla classe delle amidi. Contengono poi o no, un vasocostrittore che di regola è l'Adrenalina (Epinefrina) in genere nella concentrazione 1:100.000 per ogni ml di soluzione. L'allergia, di per se rarissima, è estremamente rara alla base dell'anestetico. E' impossibile all'Epinefrina. E' possibile invece ai componenti della soluzione anestetica che variano da anestetico ad anestetico. Sono sostanze antiossidanti contenenti sulfiti. I sulfiti sono presenti negli anestetici con vaso costrittore, quindi basta usare un anestetico senza vasocostrittore affinché non vi siano queste sostanze antiossidanti e l'allergia non può avvenire! Bisogna però testare lanestetico per sicurezza e queste sostanze che possono essere, queste ultime anche appartenenti ad altri gruppi chimici. Bisogna quindi testare l'anestetico che si usa e questo lo può fare un immunologo o un allergologo portandogli le fiale dell'anestetico fornite dal suo Dentista! Difficile che lo facciano all'Università o in Ospedale! Può rivolgersi ad uno Specialista Privato in una Struttura Protetta Privata! Penso di averle dato tutte le spiegazioni che avrebbe dovuto darle il suo Dentista o lo Specialista Ospedaliero! Di regola però, non si tratta di Allergia ma di Reazioni Tossiche per il Fegato o addirittura Psicogene. Ripeto le Allergie vere e proprie sono rarissime. Comunque bisogna testare il tutto! Riguardo alla sua domanda sugli anestetici, certo che corre dei rischi, se fosse veramente allergica all'anestesia! Per questi motivi, mi lascia perplesso il tutto perché la Diagnosi di Allergia mi sembra un po' "campata in aria", frettolosa, non approfondita. Una cosa è l'intolleranza, un'altra cosa è l'allergia. Ma è estremamente raro essere allergici a tutti gli anestetici o meglio alle "Basi" dell'anestetico. In ogni caso, che sia una goccia o una fiala intera o più fiale, sarebbe più o meno la stessa cosa riguardo allo scatenamento dell'allergia. Ovvio che più alto fosse il dosaggio, più manifesta sarebbe la reazione allergica. Ma anche una goccia, ripeto può scatenarla se fosse allergica. C'è chi fa il "Ponfo-Test". Il "ponfo-test sottocutaneo" serve a poco se non viene fatto da un Allergologo o da un Immunologo. Lo può fare anche il Dentista che però deve essere attrezzato per qualsiasi evenienza ed evento d'urgenza medica coi farmaci giusti, dopo avere già isolato una vena ed averla preparata con una cannula ed avere pallone di Ambu, ossigeno etc in Studio! E' importante che venga visitata clinicamente durante i test allergologici. Durante il test, infatti, andrebbe valutata la mobilità della lingua e del pavimento della bocca, valutando se ci fosse un senso di soffocamento che, se avesse problemi, sarebbe il primo segno di una possibile pericolosa Angina di Ludwig fino all'Edema della Glottide pericolosa per una insufficienza Respiratiria Acuta! Ora lasci perdere il "passato" e le cure e si faccia visitare da un Allergologo di sicura notorietà scientifica e clinica, ripeto! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia