Menu

Domanda di chirurgia

Risposte pubblicate: 14

Mia figlia di 4 anni e mezzo ha il frenulo linguale corto

Scritto da denise / Pubblicato il
Salve sono madre di una bambina di 4 anni e mezzo che ha il frenulo linguale corto. Il pediatra mi ha consigliato l'intervento laser poichè la bimba ha difficoltà a pronunciare alcune consonanti. Il padre a sua volta aveva lo stesso problema da piccolo ed ha risolto con sedute dal logopedista in circa 1-2 anni. Vorrei gentilmente sapere cosa mi consigliate, se ci sono dei rischi da questa operazione. Mia suocera decise per il logopedista poichè le avevano detto che durante l'intervento ci sarebbero potuti essere dei rischi, ma si tratta di 30 anni fa! grazie. Cordiali saluti
Mia figlia di 4 anni e mezzo ha il frenulo linguale corto
Cara signora Denise, in linea di massima, perchè è ovvio che bisognerebbe visitarla, se il frenulo fosse veramente corto da impedire i movimenti di protrusione della lingua, bisognerebbe fare una frenulectomia. Che poi sia fatta col bisturi o col Laser, dipende dalle capacità e preferenze chirurgiche del Dentista! Personalmente uso il Bisturi, ma il Laser è più "facile" ed immediato! Il risultato non ha differenza tra le due metodiche!Poi farei ricorso ad un Logopedista per rieducare la lingua fisiologicamente! E' tutto molto tranquillo quindi stia serena!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sua figlia è in fase di crescita. Per cui, se la misura del frenulo non è eccessivamente corta, con un buon trattamento miofunzionale (logopedico) si può guadagnare un discreto numero di millimetri di allungamento. Il problema è che a quell'età è piuttosto difficile che il giovanissimo paziente s'impegni a fondo nella pratica degli esercizi di stretching; d'altra parte il solo intervento di frenulotomia spesso non è sufficiente a risolvere il problema poichè senza terapia miofunzionale ( trattamento logopedico) subito susseguente molti casi recidivano. L'ideale sarebbe la frenulotomia con il laser ( a 4 anni e mezzo è l'unico approccio "soft" possibile al problema) seguita da un ottimo trattamento di stretching linguale. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)

Il suo pediatra è ben aggiornato: oggi con il laser il taglio del frenulo è indolore, rapido e non ha rischi. Non credo che sia necessario il logopedista, eventualmente dopo l'intervento. Se ha difficoltà a trovare un pedodontista per bambini a Firenze mi chiami dopo il 10 marzo: incontrerò molti pedodontisti a Sesto Fiorentino l'8 marzo per un congresso. Prof.Giuliano Falcolini, già ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Cara Sig.ra Denise stia tranquilla. L'approccio è a discrezione del dentista e dipende anche dalla collaborazione della piccola. Il laser è un'ottima alternativa, è più facilmente controllabile ed è più facile da utilizzare.. ma si fidi più della persona che dello strumento che questa utilizza... Alla fine di tutto potrebbe essere utile un trattamento logopedico...ma anche qui si faccia consigliare.. Cordialità Dr. Luca Baucia

Scritto da Dott. Luca Baucia
Cavenago di Brianza (MB)
Milano (MI)

Gentile signora, comprendo il suo dilemma, per questo le racconto un fatto personale: frenulectomia col laser a mia nipote al mattino, la sera ha mangiato pizza. Tenga conto anche dei consigli dei Colleghi per quel che riguarda eventuale terapia logopedia. Sursum corda!

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Gente Sig. Denise, è preferibile effettuare la frenulectomia utilizzando il laser; in questo modo l'intervento è praticamente indolore con un post-operatorio semplice e soprattutto esente da rischi. Ovviamente questo intervento andrà eseguito solamente se esiste l'indicazione ad effettuarlo. Questo andrà stabilito dal medico che visita sua figlia.

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Sicuramente Laser che ha pochi rischi rispetto al bisturi. Unico neo in questa discussione è la collaborazione consiglierei con protossido d'azoto rimanendo sveglia ma rilassata. Poi sicuramente logopedia. Saluti dr Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)

E' completamente senza rischio. Cordialità

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)

Gentile Signora, i pediatri per anni non si sono preoccupati della presenza di un frenulo corso, se non in casi di difficoltà ad attaccarsi al seno del neonato o in casi di pronunzia scorretta di alcuni fonemi. L'approccio al frenulo negli ultimi anni è molto cambiato. La valutazione stessa della funzionalità del frenulo è cambiata. Molti frenuli che sembrano corti non lo sono dal punto di vista funzionale mentre altri che sembrano al limite, generano tensioni muscolo-scheletriche importanti. Ormai la valutazione va fatta soprattutto con esami posturali. Se il paziente, nel tentativo di portare la punta della lingua nella sua posizione fisiologica a contatto con il palato, si protende in avanti cambiando l'atteggiamento corporeo e lo scarico delle forze sui piedi, è indicato il taglio del frenulo. Se gli esami effettuati sono discordi, si inizia con una rieducazione della mobilità linguale e della deglutizione. Il frenulo in linea di massima andrebbe eliminato alla nascita per permettere al paziente di acquisire la corretta mobilità linguale. Quando ciò non avviene, esclusi casi molto gravi , si preferisce rimandare al momento in cui si può ottenere la collaborazione del soggetto (quasi sempre all'inizio delle elementari) Un altro modo di valutare la gravità del frenulo è chiedere al paziente se in famiglia ci sono casi di problemi ischemici cerebrali o di accidenti vascolari in genere. I portatori di frenulo corto generano tensioni che peggiorano la circolazione esponendo ai rischi vascolari con una percentuale che è dieci volte superiore a chi non ha il frenulo. se in famiglia ci sono episodi del genere sarà una indicazione aggiuntiva all'intervento, così pure se si è perduti i denti per mobilità e perdita di osso che hanno nella mobilità linguale alterata una causa frequente. Ormai ci sono vari specialisti in grado di poter eseguire correttamente una rieducazione, perchè la rieducazione linguale è sempre indispensabile avendo la lingua memorizzato l'unico movimento possibile ( che era quello sbagliato) Saluti Antonio Ferrante Coordinatore master in Terapia Miofunzionale Università Sapienza-Roma
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Sig. Denise, la frenulectomia è un intervento chirurgico con tutte le sue complicanze e il laser non è la bacchetta magica, per cui si affronta questo intervento solo se ci sono le indicazioni. Il suo pediatra dovrebbe prescriverle una visita specialistica in un reparto di patologia orale, poi questi esperti della materia dopo accertamenti diagnostici le scriveranno le eventuali indicazioni all'intervento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Le risposte dei colleghi sono tutte davvero illuminanti. Le dico che io eseguo tantissime frenulectomie col laser, e tutto si risolve al massimo con 1 tachipirina la sera al massimo. Una seconda somministrazione non è stata mai necessaria. L'utilità dell'intervento è immensa, sia dal punto di vista dello sviluppo delle arcate, sia dal punto di vista dello sviluppo psicosociale della bambina. La inviterei a leggere i numerosi articoli sulla frenulectomia laser da me scritti in questo sito e nel mio sito. Dopo, anzi immediatamente dallo stesso giorno ci vuole la logopedista che faccia gli esercizi adeguati fin da subitissimo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile paziente l'intervento con il laser è piuttosto semplice, però visto l'eta della bambina è considerato il fatto che comunque è prevista l'anestesia, io prima proverei con la logopedia, successivamente in età più grande tipo 6-9 anni, se il problema rimane farei il laser. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gentile Signora Denise, il laser é un ottimo strumento per la chirurgia del frenulo linguale. Pur tuttavia le consiglio vivamente di provare prima con la terapia miofunzionale presso un logopedista, o meglio, un posturologo! Vede, il frenulo linguale assume la sua lunghezza in base alle esigenze ed alla motilità della lingua per cui, così come é CAUSA della cattiva pronuncia di alcune consonanti, esso é anche la CONSEGUENZA di disfunzioni linguali. Purtroppo lei non ci da sufficienti informazioni sull'evoluzione posturale della lingua della sua figliola (respirazione fisiologica, respirazione orale, deglutizione), né se é stata allattata al seno, o artificialmente, oppure se è come ha usato il cicciotto. Quindi il frenulo linguale ha assunto adesso la sua giusta lunghezza, in base alle necessitá richieste per la modalitá dinamica della lingua che non stimola tale frenulo ad allungarsi maggiormente. Per cui, tagliando "tour court" il frenulo, la lingua avrà maggiori possibilità di movimento, ma non saprebbe cosa farsene di tale libertà. Con la terapia miofunzionale, invece, la lingua verrebbe "rieducata" a funzionare in maniera corretta ed il frenulo (plica fibro-mucosa di grande importanza per la corretta funzione linguale, importanza che verrebbe totalmente "annullata" con la resezione chirurgica) assumerebbe la sua giusta e corrispondente lunghezza. In questo modo aiuterebbe sua figlia a crescere meglio ed in maniera piú armonica e le eviterebbe il piccolo trauma della chirurgia. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Gentile signora, il pediatra doveva consigliarle, eventualmente, la frenulotomia, NON il laser. Quest'ultimo è uno strumento nelle mani di un professionista. Personalmente non vedo perchè dovrei comprare uno strumento dal costo veramente notevole, riversando ovviamente tale costo sui pazienti, quando posso fare LA STESSA COSA con un bisturi, in modo molto semplice ed economico. Si tratta di un intervento di pochi minuti, SENZA RISCHI. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Non mi permetto di disquisire, nel caso specifico, se è corretta l'indicazione o se è meglio il logopedista. Sono una persona seria, e senza una visita non mi permetto una diagnosi e di conseguenza nemmeno una indicazione terapeutica.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)