Menu

Overdenture in paziente con grave atrofia ossea

Paziente con protesi mobile inferiore molto instabile trattata con due impianti con attachi sferici (OVERDENTURE)

Overdenture in paziente con grave atrofia ossea by Dott. Tersandro Savino 03-11-2020 33 visualizzazioni
  1. ~Caso clinico di paziente con protesi mobile inferiore  molto instabile che a causa della grave atrofia ossea  si muoveva durante i movimenti della bocca impedendo alla paziente di svolgere le quotidiane e normali funzioni ed in particolare masticare in modo adeguato. Purtroppo la mancanza di denti protratta da anni aveva provocato un grave riassorbimento osseo (atrofia ) particolarmente  marcata dal lato destro ma comunque estesa in tutta la mandibola. per cercare una soluzione valida che potesse restituire alla paziente una possibilità di masticare  bene e che non fosse molto costosa e' stata eseguita una  radiografia TAC- DENTALSCAN della mandibola. Dopo  attenta analisi e valutazione, è stata confermata la grave atrofia ossea in particolare della zona destra della mandibola dove addirittura il nervo alveolare inferiore era quasi superficiale e le uniche zone dove vi era una quantità appena sufficiente di osso  per inserire o ipotizzare una terapia implantare  erano la zona incisiva e la zona molare sinistra. D'accordo con la paziente si è pensato di effettuare una OVERDENTURE CON ATTACCHI SFERICI e cioè inserire 2 impianti  (1 in zona incisiva quindi anteriore ed 1 nella  zona del primo molare sinistro quindi posteriore).  Su questi venivano poi avvitati degli attacchi sferici  cui si  attaccavano delle cappette messe nella protesi  mobile di modo che questa fosse aderente e stabile durante la masticazione. Sono stati poi tagliati  gli antiestetici ganci in metallo divenuti  ormai inutili in quanto la protesi risultava molto ferma una volta inserita sugli impianti con attachi sferici.



Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

 

TAG: atrofia ossea