Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 4

Ogni quindici giorni mi appaiono sul lato destro della lingua delle afte

Scritto da Annalisa / Pubblicato il
Salve  vorrei porre la mia attenzione su un problema che mi affligge da ormai tre mesi. Ogni quindici giorni mi appaiono sul lato destro della lingua delle afte ( così sono state definite) iniziano con un piccolo puntino bianco e man mano si apre in forma ovale e si ingrandisce lasciano la parte centrale rossa è un cercine bianco come contorno. L'evoluzione dura all'incirca 4 giorni... si allarga si allarga questo bordo bianco e poi sparisce e inizia la parte di guarigione. All'inizio era solo una nel medesimo posto adesso sono aumentate di due. L'evoluzione è sempre la stessa. Una volta che sono andate via dopo circa 8/9 giorni dalla guarigione ritornano. Ho visto due odontoiatri uni dei quali mi ha fatto anche la prova del blu di metilene con esito fortunatamente negativo. Esami ematici ok, Celiachia negativa, tampone per funghi e miceti negativi. Un dei due specialisti ha eseguito anche io laser ma con scarsi risultati e ha concluso che si tratta di traumatismo. Quello che io mi chiedo è? possibile che io mi schiacci la lingua a cadenza di 15 giorni?. Vi prego aiutatemi. Adesso sto facendo la cura del micostatin. Dimenticavo di dirvi che sono del tutto asintomatiche non fanno dolore. Grazie in anticipo
Ogni quindici giorni mi appaiono sul lato destro della lingua delle afte
Buongiorno Annalisa. Se sono del tutto asintomatiche, non sono afte! Anch'io credo che siano lesioni precancerose da microtraumatismo notturno, dovute allo sfregamento o alla compressione della lingua contro i denti storti e taglienti. Non creda però che la ciclicità della comparsa e dell'evoluzione delle lesioni sia strettamente legato all'evento eziologico: la compressione e lo sfregamento della lingua contro i denti sono eventi che possono avverarsi ogni notte, durante una particolare fase del sonno, mentre le lesioni hanno la caratteristica di comparsa, evoluzione e remissione, che si ripete ciclicamente. Se così fosse, la terapia è semplice: sospensione del Micostatin, perché totalmente inutile, se non dannoso, avendo eseguito tampone diagnostico negativo per micosi; applicazione di un comodo bite guard notturno di protezione meccanica della lingua e dei denti dal bruxismo, in attesa che si decida di allineare i suoi denti e di curare la tensione e lo spasmo muscolare notturno (masseteri e muscoli della lingua), classici del bruxismo (serramento e/o digrignamento. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Dato che le lesioni si ripresentano costantemente, e la diagnostica non mi sembra sicura, è opportuno recarsi presso un reparto di patologia orale all'interno di una clinica odontoiatrica o maxillo - facciale ospedaliera. Non è nulla di particolarmente preoccupante, ma è comunque bene farsi controllare da uno specialista per una diagnosi certa e relativa terapia.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Buongiorno Cara Signora Annalisa. Ma come, riferisce che il tampone per funghi e miceti è negativo e poi assume micostatin (è una contraddizione)! Per fare Diagnosi con la clinica e la semeiotica medica, bisogna palparle, per valutarne la consistenza se comprimibile o no, se la mucosa sovrastante è mobile su di essa o no e se la formazione è mobile sui piani sottostanti o no e se c'è dolore alla palpazione o no. Si può arrivare anche a decidere per un prelievo bioptico per una analisi istopatologica Vedere se ha altre lesioni in altre zone della lingua e altre zone della bocca. Visitare le gengive e tanto altro, anche a livello di altri organi come quelli genito urinari, bisogna valutare se sanguina, se duole alla deglutizione, se sia presente un mal di gola non spiegabile, se presenta parestesie linguali, irrigidimenti della lingua, difficoltà a pronunciare alcune parole, se fossero presenti linfonodi sentinella dolenti ed ingrossati ed una infinità di altre manifestazioni che portano con una valutazione Semeiologica medica al sospetto diagnostico ed alla Diagnosi Differenziali di una infinità di patologie diverse, dalle più banali alle più serie. E' il Medico Dentista che deve valutare oggettivamente tutto! Come vede io ho cercato doverosamente, dato che ha posto la domanda, di risponderle esaustivamente ma non posso dirle altro! Cari Saluti e non trascuri! Si faccia visitare da un Odontoiatra Patologo Orale o da un Parodontologo! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Annalisa, nel suo caso manca una chiara diagnosi, forse non sono afte e forse non sono presenti da soli 3 mesi! Occorre una semplice visita presso un odontoiatria che si occupa di patologia orale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento