Menu

Domanda di Otturazioni Conservativa

Risposte pubblicate: 9

E' corretto procedere alla limatura dei denti antagonisti per sistemare un otturazione in composito?

Scritto da Marco / Pubblicato il
Buongiorno, a causa di una piccola carie il mio dentista ha provveduto ad effettuare un'otturazione in composito in un premolare. Per sistemare la chiusura della bocca il dentista ha limato due denti sani che si trovavano nella parte opposta rispetto al dente che aveva appena curato. La cosa mi ha disturbato parecchio, perchè temo che le limature predispongano i denti sani a future carie...è corretto procedere alla limatura dei denti antagonisti per sistemare un otturazione in composito? non sarebbe stato più corretto limare l'otturazione appena effettuata? Vi ringrazio in anticipo per le risposte
Gentile Marco, se veramente quello che lei dice corrisponde a verità è ovvio che non è una procedura corretta. Può darsi che il suo dentista abbia effettuato un molaggio selettivo per altre cause che magari ha omesso di spiegare. Il molaggio selettivo si effettua per varie ragioni ma non certo per eliminare un precontatto da una otturazione appena fatta. Le consiglio di rivolgere la sua domanda al suo dentista che avrà una spiegazione logica poiché per me è difficile risponderle in maniera adeguata non sapendo nulla della sua situazione clinica. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Un conto è un piccolissimo ed insignificante ritocco, un conto, come scrive il collega, un molaggio selettivo effettuato per altre motivazioni (non certo appunto per eliminare un precontatto). Meglio parlarne con il collega.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Caro Signor Marco, buongiorno. In teoria e senza conoscere la Sua situazione Clinica e Gnatologica, non potrei Risponderle con Professionalità anche perché solo il Suo Dentista può risponderle e non capisco perché non lo abbia chiesto a Lui. In ogni caso, per essere cortese verso di lei le darò una risposta in senso lato: se prima della otturazione non ci fossero stati precontatti; i precontatti della otturazione si correggono ritoccandoli sulla otturazione. Se invece ci fossero stati prima, si sarebbe dovuto provvedere ad un molaggio selettivo prima di fare l'otturazione o, se il dentista lo avesse ritenuto per motivi particolari, contemporaneamente alla otturazione, come sembrerebbe sia stato fatto! In ogni caso "il ritocco è nella compagine dello smalto e non raggiunge certo la Dentina e se ben lucidato, non compromette niente e non predispone assolutamente alla recettività della carie. Abbia più Fiducia e Stima nel Suo Curante. Parli con Lui! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile sig.Marco, a volte e per la posizione dei denti, risulta opportuno correggere l'occlusione anche dalla parte opposta rispetto al lavoro eseguito. Questo perché può capitare che il tessuto su cui è stata fatta l'otturazione sia troppo sottile o per altri motivi. Niente di anormale, l'importante è chiudere bene. Un ritocco sui denti sani non fa insorgere carie, stia sereno.

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Gentile Sig. Marco, Se vi è un precontatto di una ricostruzione è ovvio che bisogna agire su questa, ma..... potrebbe esserci un problema occlusale sui denti antagonisti. In questo caso bisogna agire su questi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Sig. Marco, chiaramente sembrerebbe logica la sua versione, ma no conosciamo il caso ne non abbiamo il parere del collega per darle una corretta risposta. Ritorni dal suo odontoiatra chieda chiarimenti, si ricordi che lo smalto dei denti è sottoposto a continua usura.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Il suo racconto non è corredato (non per sua colpa) da vari dati clinici, anatomici e funzionali che permetterebbero di inquadrare e valutare con maggiore precisione la domanda da lei proposta, fornendole una risposta più completa. Frequentemente le varie patologie orali -carie comprese- sono correlate o coesistenti con altre fattispecie patologiche che ne possono rappresentare la causa o il co-fattore etiologico (malocclusione dentale e/o asimmetrie, estrusione dentale patologica, trauma occlusale, malattia parodontale, etc.). Pertanto, sarebbe una buona norma pianificare le varie terapie odontoiatriche, tenendo preliminarmente in considerazione anche tali fattori, che dovrebbero essere preliminarmente comunicati al Paziente e rappresentati trasparentemente nel Consenso Informato. Ció per evitare di trattare soltanto "un effetto" piuttosto che anche "la sua causa". Orbene, il molaggio selettivo, effettuato secondo dei ben precisi e protocollari principi gnatologici, rientra tra queste metodiche. Pertanto, potrá chiarire definitivamente ogni sua perplessitá parlandone con il suo Odontoiatra, che sicuramente potrà spiegarle dettagliatamente le motivazioni del suo gesto terapeutico, nonchè la tecnica utilizzata. Cordialità. 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)

La risposta è si e no. Nella bocca perfetta di deve ritoccare il composito per un livellamento in un intervallo di 10 micrometri (m=un milionesimo di millimetro, sotto soglia proprio-cettiva.) Tanta precisione è possibile e misurabile solo se eseguita da mani esperte. Oltre soglia, si ha un sotto-contatto, difetto opposto. E' invece doveroso ritoccare l'antagonista se si realizza una interferenza bilanciante vera, che sarebbe la regina dei difetti occlusali. Accorciando una cuspide per ragioni di equilibrio, si realizza un invecchiamento accelerato e artificiale della dentatura, da negare per principio ma da accettare per contingenza. E qui mi taccio. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Buongiorno, in linea di massima non si dovrebbe ritoccare il dente antagonista, ma ogni caso va esaminato per quello che e'. Magari c'erano dei validi motivi per fare un molaggio selettivo. Ne parli col suo dentista di fiducia.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)