Menu

Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 17

Osteorarefazione

Scritto da lorena / Pubblicato il
Salve ho fatto una panoramica con il risultato: insufficiente ampia area di osteorarefazione inglobante le radici del 47. Che cosa significa? Mi devo preoccupare? Devo fare ulteriori accertamenti? grazie.
Osteorarefazione periapicale significa che l'osso intorno all'apice della radice del suo molare inferiore di destra è rarefatto, ha perso la sua consistenza, ai raggi è come una macchia scura che evolve spesso in granuloma...le consiglio di portare la panoramica al dentista che l'ha richiesta che con un rx endorale farà diagnosi certa;se così fosse la terapia è endodontica.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Gentile Lorena, non è possibile fare una diagnosi del suo problema sulla base di un responso radiologico senza visionare l'immagine. Le cause di questa rarefazione localizzata dell'osso possono essere molteplici. Probabilmente potrebbe essere riferibile ad un granuloma trascurato che nel tempo si è trasformato in granuloma-cistico e successivamente in vera e propria cisti considerato il carattere localizzato alle sole radici del dente. Ma per una più approfondita analisi le consiglio di recarsi presso lo studio di un buon professionista che sappia dare certe risposte. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Non si deve preoccupare ma deve recarsi dal suo dentista che dopo aver eseguito una rx endorale potrà fare una diagnosi precisa. La panoramica non è l'esame più idoneo nel evidenziare lesioni periapicali. Saluti

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Non capisco la parola "insufficiente" ma il contesto indica una infezione alla radice del dente che ha causato una distruzione dell'osso circostante, derivata da una devitalizzazxione spontanea o provocata della polpa. E' necessario correre subito ai ripari aprendo il dente e facendo un trattamento canalare adeguato con rimozione del tessuto interessato e completa otturazione della radice. Consiglierei la completa chiusura del dente e la eventuale ricostruzione dopo un controllo radiografico che dimostri l'esito positivo della cura e la ricostruzione del tessuto osseo compromesso, ovviamente lasciando passare del tempo, almeno sei mesi, dal termine della cura
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Prenda quel referto e ricicli la preziosa carta su cui è scritto. La rarefazione o c'è o non c'è. Un pò come se avessero scritto: "INSUFFICIENTE STATO DI GRAVIDANZA". E, naturalmente, faccia vedere la lastra al suo dentista.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)

Salve Lorena.. credo che il suo dente abbia avuto in passato una certa dolorabilità o sia già stato curato.. è comunque un'evenienza classica in un dente che, in seguito ad un processo infettivo, risponde con una reazione apicale seguita da osteolisi ( l'osso intorno alla radice viene sostituito da tessuto granulomatoso). la cura del dente o l'estrazione, risolvono quasi sempre il problema. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Sig. Lorena, la giusta interpretazione della radiografia la può dare chi la prescritta, la lettura del solo referto porta solo confusione e il rischio di una diagnosi non corretta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile signora porti la radiografia al suo curante che visionandola potrà darle maggiori delucidazioni al riguardo, cercando di interpretare il referto che le e' stato rilasciato di dovrebbe trattare di una osteolisi periapicale di probabile origine endodontica; cordialità .

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Le consiglio di far valutare la radiografia da un odontoiatra, lasci stare il referto. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Gentile Sig.ra Lorena, i termini "ampia" ed "insufficiente" sono in netta antitesi tra loro e, cmq, per quello che valgono i referti scritti dai radiologi non ne tenga conto e non stia in preoccupazione. Le consiglio di effettuare un consulto dal suo dentista che visionerà la OPT e saprà dirLe esattamente di cosa si tratta. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)

Cara Signora Lorena, non ci vuole grande immaginazione a capire che la "panoramica, OPT od OPM che dir si voglia, l'abbia prescritta un Medico o un Medico Dentista Specialista o un Odontoiatra, quindi la cosa più ovvia è che vada da chi l'ha prescritta per una visita ed una diagnosi. Noi dovremmo rospondere solo per cercare di lenire le sofferenze dei pazienti in situazioni particolari e non leggere, neanche le lastre, ma addirittura i referti deio radiologi! In ogni caso poichè sono una pewrsona "buona" e cortese, le spiego che osteorarefazione che poi in termine medico si chiama "Osteolisi periapicale", lo dica al radiologo che non conosce la terminologia medica, è una infezione dell'osso intorno all'apice, sostenuta da un Granuloma o da una Cisti o da una Parodontite apicale acuta. Per tutti e tre le spiego cosa è un Granuloma (essendo la terapia più o meno simile! Concettualmente i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi, e i corpi dei leucociti macrofagi che arrivano in massa, formano il pus e quindi l'ascesso che si fa strada tra le fasce muscolari dove trovano meno resistenza, ecco che un ascesso può "emergere" anche abbastanza lontano dal dente di origine, tolti i microbi con la nuova terapia endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. Per togliere il dolore basta fare questo, ossia una accurata "devitalizzazione o ridevitalizzazione se era già stata fatta" . Una volta individuato il dente e fatta una diagnosi: non può convivere con tanti granulomi per di più se fistolizzati, sono pericolosi non solo localmente per i denti, il Parodonto, l'Osso, le gengive, ma anche per l'Organismo intero, dal Granuloma possono partire microbi che col torrente ematico vengono portati in organi ed apparati importanti quali Rene, Cuore e tanti altri e dare infezioni pericolose, fortunatamente molto rare, ma esistono e sono pericolose ripeto! Queste infezioni si chiamano malattie focali, ossia che hanno il loro Focus di partenza "in cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", come si dice per DEFINIZIONE MEDICA, in questo caso l'osteolisi periapicale, cos
CONTINUA A LEGGERE
iolamda101210.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Se esiste una lesione cistica a partenza dalla radice del molare va trattata o mediante trattamento-ritrattamento del molare o più probabimente in modo chirurgico

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Gentile Lorena, lei non specifica se l'osteorarefazione presenta un orlo osteocondensato, i caratteri dell'osso adiacente.. da quello che scrive potrebbe rappresentare l'esito di un granuloma non curato o di un ritrattamento non ben eseguito, o di una devitalizzazione non riuscita..o di una cisti odontogena.. Non si dice poi la qualità di tale rarefazione né la tipotologia radiografica: le informazioni sono insufficienti. Quindi a seconda dei rapporti della rarefazione, e del lesione dentaria bisogna ipotizzare una devitalizzazione o un'estrazione, tenendo presente anche le Sue condizioni generali: poniamo infatti che Ella fosse una cardiopatica, o una diabetica o altro, sarebbe indicata un'estrazione, per evitare il permanere di una infezione focale nell'organismo, evidentemente sotto copertura antibiotica mirata. Auguri!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)

Il radiologo ha utilizzato un termine poco odontoiatrico per indicare probabilmente un granuloma. Non si preoccupi troppo e si rivolga al suo dentista per intraprendere le opportune terapie.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)

Sicuramente i colleghi saranno molto più bravi di me, ma credo che la tua domanda nn meriti neanche 1 risp. Come c.... credi che 1 VERO PROFESSIONISTA possa darti 1 parere medico sulla base del nulla( xchè tu mi hai dato il nulla). Se credi di poter avere risp on line in questo modo, la mia risp è: non ti serve 1 odontoiatra, ma qualche altro specialista. Scusami

Scritto da Dott. Antonio Pescatore
Ariano Irpino (AV)

Gentile Lorena, la radiotrasparenza che indica il referto è difficile da interpretare senza lastra. Per esempio è molto importante valutare la radice. E' differente se la radice è parzialmente riassorbita o se è rimasta integra. Poi il suo dentista deve stabilire se il dente a cui si associa la radiotrasparenza è vitale o meno. Questo si appura con un test di vitalità. Quindi non si preoccupi e consulti il suo curante.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)

Cara Lorena innanzitutto parta dal presupposto che, siccome molto spesso i radiologi si seccano, molto spesso la refertazione viene fatta dai tecnici che di denti poco capiscono, pensi che una volta un ispessimento osseo è stato refertato come zona litica che radiograficamente è il contrario. Il da farsi è abbastanza semplice andare dal dentista che le farà una diagnosi più certa. se fosse una zona litica periapicale molto probabilmente la causa sarà di origine endodontica e dovrà semplicemente fare una terapia canalare (volgarmente devitalizzazione) distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)