Menu

Domanda di odontoiatria

Risposte pubblicate: 3

Da quasi 3 settimane ho una fastidiosa eccessiva salivazione ed irritazione dei tessuti molli della bocca.

Scritto da Antonello / Pubblicato il
Gentili Dottori, da quasi 3 settimane ho una fastidiosa eccessiva salivazione ed irritazione dei tessuti molli della bocca. La zona è quella del palato molle vicino alla gola e delle ghiandole salivari sottolinguali. Inoltre avverto sapore amaro in bocca. Sono andato dal mio medico curante che ha supposto problemi di infiammazione alla gola in quanto soffro spesso di rinite. Preciso che non ho bruciori o dolori alla gola e nessuna difficoltà di deglutizione. Mi ha prescritto Flaminase per una settimana e aerosol con acqua di Sirmione unita a Clenil. Non ho registrato miglioramenti. Sono quindi andato dal mio dentista, mi ha visitato e controllato le ghiandole salivari che sono risultate senza problemi. Ha trovato una carie che mi ha curato. Ha parlato di possibile interazione delle pastiglie per l'ipertensione che assumo, ma l'ipersalivazione non fa parte delle controindicazioni del prodotto (Aprovel).Vista la situazione ho deciso di scrivervi. Per maggiore chiarezza vi sottopongo un mio sospetto che ho anche riferito al mio medico. Una settimana prima dell'inizio dei sintomi,ho fatto sciacqui alla bocca con una miscela di limone e aceto concentrati. Ho trattenuto il liquido per parecchio tempo in bocca e ripetuto l'operazione per diversi giorni (lo so ho fatto una stupidaggine). Suppongo di essermi procurato una bruciatura chimica. Il primo sintomo che ho avvertito e che mi dura ancora adesso è una eccessiva salivazione, successivamente si è evidenziata la sensazione di irritazione/infiammazione ai tessuti molli della bocca (vicino alla gola ed ai lati della lingua), l'amaro in bocca ed infine sulla lingua è apparsa una patina bianca. Preciso che non ho forti bruciori (tipo ustione da calore) in bocca o in gola, ma solo una sensazione di fastidio/irritazione. E' possibile che il problema sia dovuto a questo o è qualcos'altro che devo indagare?. Comincio ad essere preoccupato soprattutto per l'ipersalivazione. Ho letto che le bruciature chimiche o termiche possono causare stomatiti. Vi ringrazio se potete darmi indicazioni su cosa fare e su quali medicine assumere. 
Caro signor Antonello, buongiorno. L'eccessiva salivazione è detta in medicine ed Odontoiatria scialorrea ed ha molteplici cause locali (nel cavo orale) e sistemiche (generali di altri apparati dell'organismo). Tra le cause locali: infezione batteriche, da Miceti e da Virus come la malattia di Epstein Barr, Herpes, Parodontiti e Gengiviti e Stomatiti e Glossiti e Mucositi in genere, per citarne solo alcune tra le più frequenti. Tra le cause sistemiche: Malattie Epatiche, Reflusso gastroesofageo, Malattie del Pancreas, del Sistema Nervoso Centrale e Periferico, Stati Ansiogeni e Stress forti, malattie del Sistema Nervoso Parasimpatico e delle ghiandole Salivari maggiori e minori, interazioni farmacologiche in particolare con la Serotonina increta a livello Cerabrale Centrale e tanto altro! Come vede le cause sono tante. Bisogna allora fare una Diagnosi differenziale con la Semeiotica Medica, locale e Generale. Tutto questo le ho spiegato per cercare di farle capire che non è possibile fare una diagnosi via web ma la Diagnosi deve essere Clinica e Semeiologica. Vada da un Dentista Parodontologo e escludesse cause orali, vada da un Medico Specialista in Medicina Interna! Diffidi di chi fa Visite Gratis come nelle Low Cost ma purtroppo anche presso Dentisti Privati con pochi scrupoli ed affamati di pazienti, tanto da sottovalutasre l'importanza di una visita Clinica Semeiologica completa, il cui Onorario è doveroso far saldare dal Paziente! Non esiste Odontoiatria di qualità altrimenti! Spero che molti pazienti leggano e meditino su quanto è scritto invece di lasciarsi "abbindolare" da cosiddette "Cliniche" di cosiddetti "Medici" senza scrupoli!!!Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"!
Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa e stia certo che tutte le patologie "saltano fuori"! Non è Lei che deve "capire" è il Dentista! Le dico questo, affinché Lei abbia elementi per capire se chi la Visita è un Dentista che si occupi anche di Parodontologia o no! Naturalmente quanto le dirò è relativo, perché non è tuta la Visita Parodontale ma solo una parte di essa, la parte più importante e costante: Lei ha bisogno di due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Con le Rx endorali e le prove termiche e la Visita Clinica si valuta anche la presenza di carie, necrosi endodontiche, osteolisi periapicali, stomatiti etc. !!! E' stato fatto questo? Penso proprio di no! Legga nel mio Profilo "Visita Parodontale" e capirà! Vada dal Dentista, scelto per Fiducia e Stima e non in base a visite gratis e preventivi apparentemente convenienti! Segua la "Vox Populi" o cerchi su questo portale in "Trova Dentista " in Home page digitando la città e leggendo i curricula. Poi digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni. Non sarebbe indispensabile avere tutto questo, ma almeno sa che sta recandosi da un Dentista colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Antonello, la scialorrea può avere diverse cause oltre quelle instaurate da lei. Occorrono accertamenti diagnostici ben precisi per arrivare poi alle corrette cure. Eliminare l'utilizzo di collutori potrebbe dare qualche beneficio.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Sig. Antonello, ammesso che si sia procurato una bruciatura, in tre settimane dovrebbe essersi risolta. Capire il motivo dell'eccessiva salivazione senza una visita è arduo. Per quanto riguarda poi l'Aprovel è vero che non è segnalato espressamente l'eccessiva salivazione, ma disturbi del gusto e gonfiore localizzato al viso, alle labbra e/o alla lingua si, pertanto non lo escluderei a priore. Cordiali saluti
 

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)