Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 6

A mio figlio di 26 anni è stato consigliato un trattamento iniziale con espansore mobile palatale

Scritto da Maria Rosaria / Pubblicato il
Salve e buongiorno! A mio figlio di 26 anni, in seguito a questa rx, è stato consigliato un trattamento iniziale con espansore mobile palatale (per un effetto definito di 'vestibolizzazione' data l'età,) e in seguito un trattamento con Invisalign per il sovraffollamento sia sotto che sopra. La mia domanda è: per i canini inclusi ci è stato detto che in seguito alla vestibolizzazione, i canini o potranno scendere o si dovrà fare un intervento. Cosa ne pensate? Grazie anticipatamente per le risposte!

Cara Signora Maria Rosaria, Buongiorno. Due precisazioni:
1- la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta.

2- La "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Quindi prima si inizia la terapia ortodontica e meglio è. Anche intorno ai 5 anni. Suo figlio ha 26 anni ed è quindi fuori "tempo massimo". Ovviamente anche in un adulto è possibile espandere il palato attuando una frattura della sutura palatina. Dal punto di vista scheletrico è quindi necessario, nell'adulto, attuare un intervento chirurgico per espandere poi il palato. Ovvio che se ci si accontentasse di agire solo sui denti e non sullo scheletro, si potrebbe usare l'espansore senza intervento. Sarebbe però un compromesso spesso non accettabile ed in ogni caso da decidere solo dopo un esame cefalometrico completo, a tavolino e tanto altri accertamenti ortodontici. In particolare è necessaria un'anamnesi delle abitudini viziate come la presenza di respirazione orale la posizione che assume la lingua durante la deglutizione o le proporzioni e i rapporti reciproci dei vari componenti del sistema scheletrico in particolare palato ogivale, over Jet ed Over Bite, Dimensione Verticale etc . Bisogna valutare bene lo spessore del tavolato osseo vestibolare , la presenza di adeguata solida banda di gengiva aderente perché lo spostamento per "rotazione sul fulcro del dente, disloca in fuori, vestibolarmente, l'apice del dente stesso ed ho visto purtroppo troppe Recessioni gravissime con deiscenze ossee solo perché l'Ortodontista non aveva considerato queste valutazioni!

Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Il suo Dentista invece può e Deve! Cari saluti

CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Maria Rosaria, non si fa diagnosi ortodontica da una semplice panoramica. L'iter è molto più complesso con Rx laterale, cefalometria, modelli in gesso, foto ed ovviamente anamnesi accurata. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La risposta del dr. Petti spiega tutto. C'è da vedere se la espansione del palato è minima oppure consistente. Nel secondo caso, si deve fare piccolo intervento preliminare di apertura della sutura palatina. In modo che sotto la spinta dell'apparecchio non siano i denti a spostarsi, ma il palato ad aprirsi. Perchè in un adulto, se l'allargamento che deve essere fatto è notevole, senza apertura chirurgica della sutura palatina, si sposteranno i denti solamente ed ... usciranno fuori dall'osso, con timore fondato di problemi parodontali precoci nei tempi successivi. Cioè il dente si sposta, l'osso no, e le radici escono fuori dell'osso... Quanto ai canini (che è imperativo recuperare e mettere in arcata, perchè sono denti importantissimi) l'idea che una volta allargato il palato scendano da soli, è molto romantica, ma in un adulto non si sa se avverrà veramente perchè la spinta eruttiva potrebbe essere terminata da tanti anni. Quindi è più probabile che dopo un tempo di attesa ed osservazione, tolti prontamente i decidui (sennò dove nascono??) bisognerà mettere apparecchio fisso che oltre ad allineare il resto, servirà per tirarli giù dopo averli agganciati con un piccolo intervento chirurgico... Già questa è immaginazione, se vado avanti, entro nella fantasia. Ci vogliono più dati per poter consigliare veramente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Non ha inviato la rx laterale del cranio ma la panoramica qualcosa dice. Visto che ci chiede il nostro parere le posso dire che sarebbe opportuno estrarre i terzi molari e facendo estrarre i decidui si devono agganciare i canini quindi si portano in arcata eventualmente aumentando lo spazio disponibile e tutto solo con tecnica Invisalign. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Salve, a 26 anni i canini non scenderanno mai spontaneamente, ma le sue domande richiedono una visita molto accurata per avere delle risposte certe e non supposizioni
Distinti saluti
 

Scritto da Dott. Maurizio Sicilia
Napoli (NA)

L'espansione a 26 anni necessità di un approccio diverso che a 14 anni.
I Due canini in quella posizione sono la conseguenza di un problema più complesso che mi sembra difficile risolvere come descritto.
Da quello che è dato di capire consiglierei di valutare anche altri pareri.
 

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)