Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 5

È normale anche che quella patina bianco/giallastra sia ancora lì?

Scritto da Giulia / Pubblicato il
Salve, vorrei porvi alcuni quesiti, sperando di spiegarmi nel miglior modo possibile. Lunedì 15 maggio alle ore 9:00, mi sono sottoposta all'estrazione del 16esimo dente, unica soluzione in quanto ne era rimasto soltanto un pezzo e si era formato un granuloma, diagnosticato tramite ortopanoramica. Il dente in questione mi dava ascessi. Subito dopo l'estrazione, (ho dei punti), il dentista mi ha fatto mettere ghiaccio, mi ha dato 15 gocce di Toradol con poca acqua e una garza da stringere con i denti per circa 30/40 minuti in modo da far formare la coagulazione. Premetto che tre giorni prima dell'estrazione ho preso Augmentin, da continuare a prendere al termine dei 6 giorni, fino a venerdì. Per il dolore, al bisogno, mi ha somministrato Oki e se si fosse presentato un dolore piu acuto,gocce di Toradol. Alle 20 del giorno dell'estrazione, dolore molto intenso e prendo le gocce. Il giorno dell'estrazione ho mangiato gelato sciolto e yogurt e non ho lavato i denti ma ho continuato ad applicare ghiacci alternando per 15/20 minuti ed ho dormito con due cuscini per tenere rialzata la testa. Il giorno dopo l'estrazione, il 16 maggio, la mattina alle 6:00 prendo un Oki e così anche alle 16. La mattina però mi sono svegliata anche con una guancia bella gonfia e guardando la ferita, trovo una patina bianca/giallina attorno ad essa è sotto i punti. Spaventata da una possibile infezione chiamo il dentista, il quale mi fissa un controllo nel pomeriggio attorno alle 19. Dopo essermi recata al controllo, il dentista mi dice che è tutto ok, nessuna infezione e che la ferita sta andando bene. Non mi prescrive il cortisone in quanto il gonfiore non è eccessivo ed è normale in quanto ha dovuto grattare molto anche parte dell'osso perché infetto. Mi indica di fare sciacqui con acqua tiepida e sale per 3/4 volte al giorno, sciacqui con colluttorio CURASEPT Clorexidina 0,20% dopo i pasti, applicazione sempre dopo i pasti del gel paradontale CURASEPT Clorexidina 1%+ADS e prima di andare a dormire, fare impacchi o con garza o con cotton fioc acqua ossigenata sempre sulla ferita. Mi ha detto che posso iniziare a mangiare anche cibi più consistenti stando attenta a non masticare nella zona e a lavare i denti con molta delicatezza evitando la ferita. Oggi è il secondo giorno dall'estrazione, ho alternato mangiando mozzarella, melone e simili in pochissima quantità per volta, ed ho eseguito perfettamente tutte le procedure da lui detto, ma il gonfiore non è né aumentato ma neanche diminuito. È normale? È normale anche che quella patina bianco/giallastra sia ancora lì? Inoltre nella parte di gengiva dove solitamente si formava la bolla di ascesso, questa mattina si è formata una bollicina rossastra/violacea. È normale? Non posso chiamare lo studio poiché oggi chiuso e imbattendomi sul web, ne ho lette di tutti i colori tra cui tumori e via discorrendo. Nell'attesa chiedo un consulto a voi. Grazie anticipatamente.
Buongiorno, da cio' che scrive non vedo niente di rilevante, considerando che lei ha in bocca una ferita recentissima. La dolorabilita, l'edema e "gengiva un po tumefatta " sono gli esiti dell'estrazione . Continui nelle sue corrette manovre d'igiene, vedra' che in breve tempo avra' un miglioramento. Saluti

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Cara Signora Giulia, buongiorno. Premesso che dire "unica soluzione in quanto ne era rimasto soltanto un pezzo e si era formato un granuloma" è molto opinabile, mi chiedo e Le chiedo, perché mai ci racconta tutto questo, dettagliatamente? Cosa vuole una conferma sull'operato del Suo Dentista? E' Incredibile!!! Ma che "razza di Fiducia e Stima ha in Lui"? E noi, almeno io, non sono un Giudice dell'operato altrui ma un Medico Specialista in odontoiatria e Parodontologia che cerca di alleviare le "sofferenze" altrui con consigli e pareri Medico- odontoiatrici, non certi Medico-Legali! Trovo questo Suo atteggiamento alquanto scorretto nei confronti del Suo Dentista verso cui palesa pubblicamente Sfiducia e Disistima inaccettabili! Parli con Lui e se volesse un parere Medico Legale vada da un Dentista Legale o da un Medico Legale ed un Avvocato! "Butti via tanti soldi in "niente", anziché spenderli per la salute della Sua bocca! In ogni caso a Tivoli c'è il Dottor Tersandro Savino che è un Professionista validissimo e di Fiducia! Chieda un Consulto a Lui anziché chiederlo nel Web! Nell'attesa cosa vorrebbe che Le dicessi, che azzardassi una Diagnosi basata su "niente"? In linea di massima le posso dire di stare tranquilla perché non è niente se non la "normale" sintomatologia post-chirurgica, ma lo si può confermare solo Clinicamente! Vada dal Dottor Savino! Cari saluti e stia tranquilla e le consiglio spassionatamente di essere più corretta col Suo Dentista! Lei ha il Diritto di dubitare tutto quello che vuole ma allora si faccia visitare clinicamente da altro Dentista pagando la Visita! Si pagando la Visita perché deve dubitare di che facesse Visite Gratis. La Visita Gratis propende a far pensare che il Dentista sia "mediocre". Non esiste qualità a costi bassi! Come in un centro low cost, a basso costo dove fanno la visita gratis, la panoramica gratis etcetcetc! Ma purtroppo come accade anche da molti Dentisti Privati che non capiscono che La visita Odontoiatrica, ripeto ancora, è un atto medico essenziale e "carico della cultura del medico e non può non essere fatta "pagare" con un giusto Onorario! Cari Saluti e si faccia visitare se volesse trovare una risposta al Suo problema :) perché via Web non risolverà niente! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Giulia, francamente mi sembra tutto normale e il suo dentista ha agito con correttezza. Il corpo umano ha i suoi tempi di guarigione che non sono immediati. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Quadro clinico post-estrattivo standard, spesso non compreso dal paziente che può avere timore di qualche peicolosa complicanza (che invece fortunatamente e di regola non c'è, sarebbe strano il contrario). Giusto anche l'approccio farmacologico.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giulia, stia tranquilla lei è in buonissime mani di un professionista preparato e scrupoloso, ora occorre solo attendere i tempi di guarigione.........

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)