Menu

Domanda di odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Da un paio di giorni sul palato duro ho riscontarto una macchia

Scritto da loredana / Pubblicato il
Salve da un paio di giorni sul palato duro ho riscontarto una macchia e sul dente una bolla rossa, cosa puo' essere? devo preoccuparmi? Grazie
Da un paio di giorni sul palato duro ho riscontarto una macchia
Cara Signora Loredana, buongiorno. Non deve preoccuparsi ma deve andare subiti dal Dentista perché s i tratta di una fistola evolvente in ascesso! Ha una radice malacica nel primo premolare superiore Sinistro (tolta la malacia, basterebbe dopo Rx endorale, una allungamento della corona clinica con una Gengivectomia vestibolare, palatale, distale e mesiale per poterlo curare), se fosse la radice sufficientemente lunga e sana e una terapia endodontica con riabilitazione con un perno moncone ed una corona in Lega aurea o zirconio e ceramica! Non lo faccia estrarre per far mettere un impianto perché si andrà a "parare" lì!La fistola potrebbe nascere da questa radice anche se è più distalizzata perché segue le vie di minor resistenza lungo le fasce muscolari o , più probabilmente origina dal primo molare superiore sinistro in cui va, dopo aver fatto prove termiche ed Rx Endorale per valutare la Vitalità pulpare e il periapice, dato che quasi certamente il dente è in necrosi, si cura endodonticamente e lo si riottura, valutando bene la resistenza delle strutture residue (altrimenti si deve fare anche qui un perno-moncone con corona definitiva!!! Vada dal Dentista e non aspetti tempo perché queste infezioni possono essere causa di malattie focali che sono patologie di organi sistemici a distanza come Cuore con Endocarditi batteriche, I Reni con Glomerulonefriti, l'occhio con Uveiti o altre Flogosi etc e possono, se trascurate essere gravi perchè diventano autoimmuni e quindi automantenentesi se non le si diagnosticano in tempo! Per completezza dirò che la etiopatogenesi delle malattie focali prende origine da "Qualsiasi cavità dell'organismo comunicanti con l'esterno", ossia da retto, intestino, apparato gastroenterico, vie biliari, fegato, pancreas, faringe stomaco, orecchio esterno, medio ed interno, seni paranasali, vie respiratorie come faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni etc. Tra queste cavità comunicanti con l'esterno c'è la cavità orale con le sue infezioni. sono malattie rarissime e hanno sintomi prodromici molto particolari e ben precisi che qualsiasi Dentista o Medico o Specialista Internista conosce! Non li dico perché se no si suggestiona e potrebbe falsare i sintomi inconsapevolmente! Rimanere con una infezione in bocca "che è appunto una cavità comunicante con l'esterno", può esporla alle malattie Focali come descritto. Questo a prescindere dalla patologia locale! Una semplice necrosi endodontica o una Tasca Parodontale con o senza Difetto Osseo, può esporre sempre alla presenza di microbi ed alle Patologie Focali, a prescindere da quelle Locali Endodontiche o Parodontali. Mi ripeto Sed "Repetita Iuvant"! Diagnosi, Diagnosi e Diagnosi! Ecco cosa occorre!!! La grande assente di sempre: La Diagnosi! :( Su dentisti-italia http://www.dentisti-italia.it/ Guardi la barra in alto della home page ed entri in ALTA FORMAZIONE Casi e Video, poi troverà Formazione in Odontoiatria PARODONTOLOGIA e tutti i video che vede sono miei : vada su Tutti i contenuti della categoria sono filmati di miei interventi e durano molto perché sono in diretta senza tagli e la spiegazione è in diretta anche essa, e sono molto Didattici (sono parte di quelli da me usati per le Lezioni Universitarie e nei Corsi Privati ai Colleghi), così si renderà conto cosa significhi fare Parodontologia e cosa sia una Reale Terapia Parodontale Chirurgica di cui il Curettage e Scaling e Root planing a Cielo aperto o Chiuso (meglio chiuso che aperto perché quello aperto è bene farlo in sede di Chirurgia per non avere inutile perdita di attacco epiteliali al dente se per motivi particolarissimi, come tasche inferiori ai 5 mm) che sia, sono solo una preparazione all'intervento chirurgico vero e proprio! Si rivolga ad un Buon Parodontologo per il rilievo di eventuali tasche parodontali e difetti ossei anche essi possibili cause di fistole ed ascessi! Questo per completezza Professionale e Culturale come è il mio "solito"! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sopra al dente (premolare) la "bolla rossa" è con ogni probabilità il foro di uscita di un tragitto fistoloso derivante da una infezione peri - apicale cronica: in poche parole sotto quel dente dovrebbe esserci un granuloma, quindi un infezione di natura endodontica in questo caso, che ha scavato la sua strada in uscita verso la gengiva, e da lì la bollicina rossa. Serve una radiografia e una diagnosi precisa a riguardo, e probabilmente un trattamento endodontico per risolvere il problema. Per quanto riguarda la lesione sul palato (sembrerebbe una bruciatura - escoriazione, ma non si capisce benissimo), è opportuno comunque un controllo dal suo dentista che potrà valutare direttamente; nel caso non regredisca, dopo due settimane, si rende necessaria la visita in Clinica come da prassi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

In questi casi è d'obbligo una lastra endorale dopo avere inserito nella fistola un cono radioopaco. Si vedra' dove inizia l'infezione e si vedra' anche una lesione radiotrasparente a livello della radice del dente. Da qui si parte con la diagnosi e con la terapia. Detto cio' le consiglio diandare da un dentista che le fornira' le cure del caso

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Loredana, la bolla rossa è il foro d'uscita di una fistola causata da una infezione. Deve andare dal suo dentista per la cura del caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Sig. Loredana, ci si deve preoccupare perchè qui in internet non avrà mai una diagnosi certa, per cui vada al più presto dall'odontoiatra e si faccia curare; con una determinata anamnesi lei con questo quadro clinico potrebbe essere a rischio.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Buongiorno. Posso immaginare che il dente sia andato in necrosi e abbia un processo flogistico cioè un ascesso, si rechi da un medico che le prescriverà un antibiotico e la curerà al meglio. Terapia endodontica volta alla risoluzione dell'ascesso, per quanto riguarda la corona dentale si affidi al medico che saprà consigliarla al meglio. Distinti saluti

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

C'è una radice da estrarre e una infezione probabilmente sul molare con la grossa otturazione in amalgama. Deve sapere che non è sano tenere in bocca denti che danno infezione, perchè oggi si sa che dalle infezioni dentarie o gengivali possono partire problemi che coinvolgono organi dell'intero corpo umano. Cuore reni polmoni etc. Forse ciò che la blocca è l'ansia e la paura del dentista. Si rivolga ad un professionista preparato (non come quelli dei centri low cost che sono anche abbastanza... rudi) e cerchi chi usa il protossido: questa tecnica permette quasi sempre di superare ogni ansia, e di far pace col dentista e quindi di recuperare la salute orale e generale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)