Menu

Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 15

Pochi giorni fa l'impianto si è svitato per la terza volta

Scritto da ANJELIKA / Pubblicato il
Buon giorno, Avrei bisogno di un consiglio/aiuto/delucidazione... Ho un impianto dal 2007. In questi anni la vite si era svitata e in seguito avvitata 2 volte. Il mio dentista mi diceva che "può succedere"... Pochi giorni fa l'impianto si è svitato per la terza volta. Durante la radiografia si è scoperto che il moncone ha 2 fessure e, quindi, non è più utilizzabile! Vorrei sapere se la garanzia è ancora in essere e cosa potrei fare? Alcuni siti dicono che la garanzia per la protesi è di 5 anni. Il mio dentista mi dice che dovrei pagare anche se è "disposto di farmi uno sconto"! Non mi sembra giusto. Non mi fido più del mio dentista. Sono pronta di sacrificare 2 denti ai lati per fare il ponte. Ma vorrei sapere se posso lasciare questo moncone nella gengiva senza le conseguenze negative? Vi ringrazio in anticipo per la Vostra risposta, Cordiali saluti, Angelica
Cara Signora Anjelika, di questo ne deve parlare col suo Dentista. Noi non trattiamo simili argomenti. Rispondiamo, almeno io, solo a domande mediche chirurgiche di chi soffre e non sa che fare! Il resto non mi compete!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Sig.ra Anjelika, purtroppo la rottura dell'impianto è una complicanza che può intervenire in implantologia. Se è perfettamente osteointegrato può essere lasciato in situ. Difficile dire se è fattibile nel suo caso, bisogna fare una visita. Per quanto riguarda la garanzia rientra nel rapporto con il suo dentista, ne parli con lui. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Assolutamnete daccordo con quanto scritto dal collega. Le questioni economiche devono essere chiarite con il proprio dentista (il termine "garanzia" nel settore odontoiatrico é relativo a molteplici fattori). SIcuramente un moncone implantare, nelle condizioni in cui lo descrive, è comunque opportuno sostituirlo.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Gentma Anjelika, gli argomenti di nostra pertinenza sono solo clinici. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile Anjelika, per come descrive il quadro, non è possibile darle un consiglio ragionato e serio. Spiacente.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)

La sua domanda è imbarazzante, perché ogni dentista ha il suo scheletro nell'armadio. Una soluzione ragionevole sarebbe la sostituzione del moncone danneggiato con un'altro, poi a seguire occorre rinnovare la capsula. Per questo lavoro dovrebbe riconoscere un contributo spese, visto anche che rinnova la capsula dopo 4 anni, e molta parte del danno lo lascia al suo dentista sfortunato. Oggi sono usciti cementi tenerissimi garantiti antisvitamento accidentale, ma si ricordi che le prime vittime della pubblicità ingannevole siamo noi dentisti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Gentile Anjelika, in genere la garanzia riguarda la qualità del prodotto, non la "riuscita in bocca". A volte sono le forze masticatorie a creare frattute alla protesi, oppure altri eventi, non tutti perfettamente prevedibili. Comunque è il dottore che le ha applicato la protesi a valutare, sempre nell'interesse del paziente, se e quando è possibile far valere la cosiddetta garanzia. Valutazioni su protesi alternative possono essere prese in considerazione solo dopo una visita professionale. Il mio consiglio è di dare ancora fiducia al suo dentista, perchè, sono sicuro, ogni problema che ha un paziente dopo terapia protesica, è un problema che un dentista sente come suo! Saprà quindi proporle una soluzione adatta al suo caso e farle pagare un onorario ridotto, limitato alle spese. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Gentile Signora Anjelika, il suo è un racconto confusionale al massimo!!!! Cos'è che si è svitato: la corona ,il moncone , l'impianto dall'osso ???? Cos'è che si è fissurato : la corona, il moncone , l'impianto??? Non è il moncone che "sta" nella gengiva ma l'impianto!! Se è cosi è veramente autolesionistico da parte sua optare per un ponte pur di non dare soddisfazione al suo dentista di sfruttare l'impianto!! Sii più precisa e forse potremo aiutarla a dialogare meglio col suo dentista. Buonasera
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Sig.ANJELIKA, non capisco di che fessure sta parlando, ma le assicuro che i monconi sono standard e possono essere sostituiti, evitando il costo biologico del ponte. Garanzie vere e proprie in odontoiatria non esistono, ma trova il buon senso del professionista che conquista la fiducia dei suoi pazienti. ruffonidiego@virgilio.it

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

S svita la componentistica protesica se ho ben capito non l'impianto dentro l'osso se succede per la componentistica protesica dopo breve tempo è un problema della componentistica stessa per cui il suo dentista dovrebbe capirlo se si rimuove l'impianto è più "imprevedibiel" l'evento anche se ormai le percentuali di successo sono molto elevate chiaramente se il suo dentista non vuole venirle incontro sta a lei decidere se rimanere sua paziente o cambiare, o altro un impianto potrebbe essere lasciato in sede e non utilizzato, ma non ci farei certo un ponte sopra cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Si, sono d'accordo con lei. Meglio il ponte (fallimento prossimo allo zero). Io credo che se una persona ha avuto una (rara per fortuna) esperienza sfortunata con l'implantologia, sia del tutto legittimo il desiderio di NON riprovarci. Infatti fare un impianto non è come fare una otturazione che se non tiene si rifà 5 volte. Chissà se nel suo caso è stato usato un pezzo economico e di scarsa qualità. Il prezzo di un impianto varia da x a x moltiplicato 3 o più.. Quanto all'impianto che sta lì dentro, bisogna vedere se c'è infezione o no con una rx. Potrebbe esserci anche se lei non sente nulla. In questo caso va rimosso e potrebbe non essere semplice.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

QUANDO si svita un moncone puo' essere poco agevole togliere la corona soprastante. Io predispongo un punto di ancoraggio nella corona in modo da poter toglierla alla bisogna. Se il cemento per poter fissare la corona e' tenero , di solito si riesce ad estrarla per poi vitare il moncone. DA QUELLO che ho capito deve essere successo questo: si e' rotto il moncone a causa del"martellamento"; peggio sarebbe se si fosse rotto a causa di una occlusione scorretta, ma allora avremmo anche segni radiografici e piccole fratture nella corona o nel suo antagonista. Ma non credo sia un grosso problema. Il moncone non ha un costo proibitivo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Capisco lo sconforto. Ma a priori non punto il dito contro pezzi difettosi o di scarsa qualità o tecniche imprecise. Per esperienza so che sono episodi che possono accadere anche se tutti i protocolli sono stati rispettati per filo e per segno. Comunque vada credo che sia meglio adesso non colpevolizzare niente e nessuno e concentrarsi sul problema. Faccia fare una corretta valutazione dal suo dentista e ci riscriva. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)

Una componente implantare che si svita per 3 volte difficilmente appartiene ad una casa impiantare di elevata qualita'. Detto questo, non conoscendo la sua situazione senza poterla visitare, non e' possibile fornirle una risposta adeguata. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Ritorni dal suo dentista e chiarisca col sorriso la situazione non bella

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)