Menu

Restauro indiretto mediante endo-crown di elementi trattati endodonticamente

Le moderne metodiche adesive rappresentano una concreta opportunità nel restauro anche dei denti trattati endodonticamente

Restauro indiretto mediante endo-crown di elementi trattati endodonticamente by Dott. Enzo Di Iorio 25-05-2016 617 visualizzazioni
Contrariamente a quello che si potrebbe pensare la principale causa di fallimento del dente trattato endodonticamente non ha origine endodontica ma bensì restaurativa questo perché le modifiche di carattere biochimico, biomeccanico e anatomico che subisce il dente sottoposto a terapia endodontica, lo espongono inevitabilmente ad un maggior rischio di fratture corono-radicolari. Ecco perché il recupero del dente deve concludersi suggellando una corretta endodonzia con un corretto restauro post-endodontico. L’elemento dentario al termine del trattamento endoddontico subisce modifiche strutturali e biomeccaniche che lo rendono più esposto al rischio di fratture corono-radicolari. In tal senso i fattori che maggiormente incidono nel determinare l’aumentata fragilità del dente sono: la riduzione del contenuto d’acqua, la perdita di propriocettori e nocicettori che vengono rimossi insieme alla polpa, il cambiamento di composizione e disposizione dei fasci di fibre collagene, ma soprattutto la perdita di strutture anatomiche quali il  tetto della camera pulpare dovuta all’apertura camerale e la perdita della dentina dell’istmo occlusale, oltre senz’altro alla perdita di strutture anatomiche quali le creste marginali dovuta alla patologia cariosa. Nel programmare la fase restaurativa di un dente trattato endodonticamente questi aspetti devono essere tenuti in debito considerazione per evitare di incorrere in tempi medio brevi in una frattura dei tessuti dentali residui che metta a rischio l’intero trattamento riabilitativo. La copertura delle cuspidi rappresenta un fattore favorevole nella prognosi a lungo termine degli elementi posteriori trattati endodonticamente. Classicamente la corona completa in metallo-ceramica  ha rappresentato per decenni il gold-standard nel restauro dei denti trattati endodonticamente garantendo affidabilità nel lungo termine ed un’estetica accettabile, oggi in molti casi è possibile ricorrere ad altri tipi di restauri ugualmente affidabili e più conservativi

Oggi, requisito di una moderna odontoiatria restauratrice  è avere un approccio mini-invasivo anche nei restauri che seguono una terapia endodontica, dunque anche questa parte dell’odontoiatria restaurativa non può esser sottratta al capitolo dei restauri adesivi ancorchè ottenuti con metodiche indirette di laboratorio utilizzando moderni materiali vetro-ceramici ad elevata traslucenza.

La scelta del tipo di restauro post-endodontico (restauro diretto in composito, restauro indiretto in composito, restauro indiretto in materiali vetro-ceramici, corone complete) dipenderà dall’analisi di una serie di fattori come l’entità della sostanza dentale andata perduta (per il processo carioso e il trattamento endodontico), il tipo di sollecitazione biomeccanica alla quale è sottoposto l’elemento dentario ecc.

In questa sequenza di foto viene mostrato un caso clinico in cui si è scelto di riabilitare un 4.5 e un 4.6 trattati endodonticamente mediante due restauri indiretti di tipo overlay endo-crown realizzati in disilicato di litio ottenuto da pressofusione.

Bibliografia essenziale:

Di Iorio E, Di Gregorio B, D’Alicandro T. Il restauro adesivo indiretto del dente posteriore trattato endodonticamente. Indirect adhesive restoration of posterior endodontically treated teeth. Doctor Os 2015;XXVI(5):396-405  ISSN 1120-7140

Di Iorio E. Il restauro adesivo in disilicato di litio nella riabilitazione dei denti singoli posteriori trattati endodonticamente - Adhesive lithium disilicate restoration in single posterior endodontically treated teeth rehabilitation. Dental Cadmos 2016;84(2):91-98 http.//dx.doi.org/10.1016/S0011-8524(16)30021-6


Per leggere o scaricare l’articolo:
https://www.researchgate.net/publication/277017391_Il_restauro_adesivo_indiretto_del_dente_posteriore_trattato_endodonticamente_Indirect_adhesive_restoration_of_posterior_endodontically_treated_teeth
 

https://www.researchgate.net/publication/295097971_Il_restauro_adesivo_in_disilicato_di_litio_nella_riabilitazione_dei_denti_singoli_posteriori_trattati_endodonticamente



Scritto da Dott. Enzo Di Iorio
Francavilla al Mare (CH)

Fig 1 Elementi 4.6 e 4.5 al termine del trattamento endodontico
Fig 2 E' stato eseguito il build up e le preparazioni per intarsi
Fig 3 La superficie interna dell'intarsio viene mordenzata con acido fluoridrico
 
Fig 5 Applicazione dell'adesivo a polimerizzazione duale
Fig 6 Mordenzatura con acido ortofosforico degli elementi dentari preparati
Fig 7
Fig 8 Cementazione con cemento composito
Fig 9 Rimozione delle eccedenze di cemento
Fig 10 Aspetto clinico alla rimozione della diga di gomma
Fig 11 Controllo radiografico

TAG: endo-crown