Implantologia a carico immediato

Caso clinico di inserimento impianti e corone provvisorie in resina
by Dott. Tersandro Savino 25-05-2017

Nel caso clinico descritto si parla di implantologia a carico immediato, cioe' di inserimento di impianti in titanio in zona edentula ed immediato inserimento di corone dentali provvisorie in resina.

Questa tecnica consente al paziente di entrare in uno studio dentistico e di uscirne ( dopo un tempo variabile a seconda della complessità) con  i denti anche se temporaneamente provvisori che verranno poi sostituiti da corone definitive in ceramica.

Ovviamente per avere un risultato ottimale è necessario che siano rispettate alcune regole fondamentali. Per prima cosa ovviamente deve esserci una idoneità del paziente sia di carattere generale (stato di buona salute, non fumatore, etc.) sia locale ( sufficiente quantità e qualità ossea e presenza di gengiva aderente ottimale). Inoltre è fondamentale che l'impianto abbia  una stabilità primaria ottimale (almeno 50-60 newton) e che le corone provvisorie siano in leggera sottocclusione (non debbono articolare pienamente con i denti antagonisti per non essere sottoposti a troppa pressione).

Se si rispettano pienamente i requisiti citati le possibilità di integrazione degli impianti sono altissime. Nella foto 1 gli impianti di tipo monofasico (tutto un blocco) sono appena inseriti e nella foto 2 sono posizionate le corone provvisorie subito dopo l'intervento ed il paziente può uscire dallo studio odontoiatrico con i denti rimessi.



Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Impianti monofasici appena inseriti
Corone provvisorie

Sullo stesso argomento