Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

L'estrazione di uno dei 4 denti del giudizio può incidere sull'equilibrio posturale?

Scritto da rossana / Pubblicato il
Salve, ho 28 anni e circa quattro anni fa ho cominciato ad accusare forti vertigini, dolori muscolari al collo e alla schiena, mal di testa... migliorati notevolmente con l'applicazione di un bite che porto 24 ore al giorno, che simula un'occlusione corretta e "corregge" il mio morso aperto. Mastico senza bite e utilizzo solo i denti in fondo...ora mi è stato detto che devo togliere il dente del giudizio (a sinistra nella parte superiore) in quanto cariato e irrecuperabile. La mia domanda è l'estrazione del dente del giudizio oltre ad andare ad incidere sulla mia masticazione (in quanto per masticare utilizzo tutti e 4 i denti giudizio, ma non solo..) può essere positiva su tutti gli altri disturbi in particolare sulle vertigini e sul mio equilibrio posturale? Vi ringrazio distinti saluti
Dubito che l'estrazione di un solo dente, nel caso specifico, possa migliorare (o peggiorare sensibilmente) il quadro clinico. Fatto è che la necessità di estrazione dell' "ottavo" indicato, compromesso irrimediabilmente, è una realtà. Consiglio piuttosto di cercare di capire se è possibile risolvere il problema complessivo (morso aperto-sindrome posturale) in modo da poter lentamente abbandonare il bite(osteopatia/ortopedia/ortodonzia/protesi...). Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Palladino
Battipaglia (SA)

Sig. Rossana è difficilissimo se non impossibile, a distanza, sentenziare una prognosi del suo caso. Questo dente ormai è perso, consiglio di rivalutare il tutto dopo l'estrazione e come correttamente dice il collega Palladino, cercare di risolvere il problema in modo complessivo e definitivo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Salve, credo che il suo problema sia molto complesso, perdere un dente è sempre tragico per l'occlusione; ad ogni modo non si può vivere per sempre con il bite perchè l'occlusione va stabilizzata a seconda del caso con ortodonzia o protesi. Quindi se si pianifica una terapia a più ampio spettro perdere un dente del giudizio non è un dramma. Saluti

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

E' impossibile dare una risposta al suo quesito, ma la invito a porsi le seguenti domande:Indipendentemente dall'estrazione, per quanto tempo la mia e' una situazione sostenibile? Sarebbe il caso di prendere in considerazione la possibilita' di una correzione?

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Gentile Rossana, senza controllare il suo cavo orale è difficile darle i giusti consigli. Se il dente del giudizio in questione è irrecuperabile come dice il suo dentista, non resta che toglierlo. Come e quanto possa incidee sulla sintomatologia non è possibile prevederlo. Sicuramente dovrà fare qualcosa per la sua occlusione perchè, come già detto, non può vivere sempre con il Byte. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

La invito a leggere la stessa risposta che ho appena dato ad un altro Paziente che esordisce scrivendo...Salve a tutti, ho 25 anni...e precisamente:  "La proposta di un Piano Terapeutico specifico per una Disfunzione Cranio-Mandibolare, prevede preliminarmente l'effettuazione di una diagnosi con metodo semeiotico convenzionale, (Visita, Anamnesi, Test diagnostico differenziali, eventuali Consulenze Specialistiche ORL, Orto, Neuro, etc.) seguito da una eventuale conferma con la semeiotica strumentale (Rx, Rmn, Elettromiografia, Sonografia, Elettrognatografia, ovvero Assiografia, etc.). La terapia specifica per la Incoordinazione Condilo Meniscale delle due Articolazioni Temporo Mandibolari, secondo i più accreditati Protocolli Terapeutici delle più importati Scuole, è la Placca di Riposizionamento, realizzata in Posizione Terapeutica di ricattura meniscale, accompagnata anche da alcuni altri presidi terapeutici (T.E.N.S., Gimnoterapia, Fisioterapia, Magnetoterapia +, etc.), finalizzati al recupero funzionale Neuromuscolare dell' Apparato Stomatognatico. Le Visite di Controllo e verifica della gestione terapeutica, nonchè finalizzate alle modifiche della Placca di Riposizionamento ed al monitoraggio strumentale del Caso Clinico, devono avvenire con frequenze personalizzabili di Caso in Caso, ma mai superiori ai 20-30 giorni (due mesi mi sembrano un pò troppi!), per evitare reazioni avverse nella gestione terapeutica ed alle parti anatomo-funzionali. La Placca, una volta funzionalizzata, và tenuta dal Paziente sempre e sopratutto durante la masticazione, sia per evitare il disconfort di cui Lei scrive (...da quando ho messo il bite, però, è cambiato proprio il modo in cui chiudo i denti ed ora quelli davanti non si chiudono...), che per evitare uno scorretta rielasticizzazione e rimodellamento delle parti articolanti (condilo, menisco, cavità glenoidea-eminenza art., capsula, legamenti articolari, etc.). La "Finalizzazione Ortognatodontica " , và effettuata soltanto quando la Terapia Gnatologica per la Disfunzione in oggetto è totalmente completata, la Sintomatologia è completamente regredita ed anche le verifiche strumentali confermano il buon esito della Terapia."  Possibilmente rimandi l'estrazione del dente del giudizio, -ove possibile-, fino al momento in cui sia il Caso Clinico che la sintomatologia siano completamente risolti e stabilizzati!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)

Gent.ma Rossana, le rispondo genericamente nonostante io sia l'autore dell'unico libro sull'argomento. Prima di tutto mi complimento con il suo curante perché la terapia, nelle sue modalità, applicata è sicuramente quella giusta. Se il collega le consiglia l'estrazione dei denti del giudizio e lo fa con la stessa cura che ha avuto nel seguirla finora, direi che sarà bene per lei seguire il suo consiglio. Altro non posso dirle, infatti se lei ha quella che chiamiamo "sindrome disfunzionale posturale odontoiatrica", deve tener presente che la sintomatologia non è sempre ripetibile, per cui un parere definitivo potrei darlo solo visitandola. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tullio Toti
Verona (VR)

Se ha un morso aperto che le provoca tutti questi guai gnatologici, dovrebbe fare di tutto per correggere questo open con un trattamento ortodontico adeguato..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.le Rossana dalle poche indicazioni da lei espresse reputo il suo caso complesso e degno di essere inquadrato in ambito Ortognatodontico per poter fare una corretta diagnosi e un piano di trattamento risolutivo della malocclusione di cui lei è portatrice. L'estrazione di un dente del giudizio, se compromesso in maniera irrecuperabile da un processo carioso, come suggerito dal suo dentista, la trovo una soluzione corretta solo per risolvere il problema localizzato a quell'elemento dentale e niente più. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Ritengo che il suo problema non è il molare del giudizio o il bite, ma la sua occlusione che dovrebbe essere ripristinata il prima possibile. Distinti Saluti

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)