Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 6

SEGUITO ALLA DOMANDA: Da 12 giorni sono afflitta da un problema di malocclusione

Scritto da Martina / Pubblicato il

Egregi dottori, scrivo innanzitutto per ringraziare quanti di Voi hanno risposto al mio quesito cercando di aiutarmi e rassicurandomi. Grazie mille! Vorrei, anche dare alcuni chiarimenti così che possiate meglio aiutarmi.  Alcuni hanno parlato di malattie paradontali poiché dicevo che i denti incisivi li sentivo meno saldi, ma invece grazie al cielo non ho problemi di questo genere. La maggiore mobilita e dolenzia la sento esclusivamente da quando, dopo queste maledette otturazioni, i miei incisivi di sotto hanno cominciato ad andare in forte trauma con quelli di sopra (ora molto dolenti). Inoltre, sempre per chiarire qualche risposta, io MAI avevo avuto problemi di questo genere prima di quelle otturazioni, che sono state 4 sull'arcata superiore, e il rifacimento di una in amalgama su un molare di sotto, sempre tutto a destra. Io ho chiesto subito al medico che mi ha fatto queste otturazioni di riguardarle perché stavo male e chiudevo male, ma lui dopo aver fatto qualche prova con quella carta che macchia di blu (ma era molto più sottile delle solite carte blu che altri medici avevano usato in passato), mi ha detto che le otturazioni erano giuste e non andavano toccate, così di sua iniziativa mi ha fatto il molaggio selettivo dell'incisivo che andava maggiormente in trauma, ma non ha risolto nulla perché i problemi sono tutti qui, il trauma c'è sempre e in più mi sembra che anche i contatti a sinistra siano non più corretti. Un altro medico che mi ha visitato, ha pensato all'ipotesi di qualche otturazione che mandasse in avanti la mandibola, ma dopo un solo piccolo intervento su un dente sopra, mi ha detto di attendere e ora mi ha proposto il bite. Questo bite dovrebbe aiutarmi a distendere tutti i muscoli e i nervi e farmi ritrovare in breve tempo la mia normale chiusura SENZA quei traumi, praticamente come chiudevo prima delle otturazioni. Anche il medico che ha fatto le otturazioni  ha detto che è necessario quel bite perché è un nervo che mi porta in avanti la mandibola, secondo lui, e continua a dire che le otturazioni non vanno toccate. I denti otturati e parzialmente ricostruiti (ma io non lo so' cosa ha fatto, visto che sono andata lì con tutti i denti integri, poi ho visto che usava quelle forme e ricreava gli spazi tra i denti per il passaggio del filo, e quindi ho capito che me li aveva anche parzialmente ricostruiti) sono i 3 denti dopo il  canino, e sotto il penultimo molare (che ho tentato di farmi rialzare, e mi ha fatto anche peggio). Da quel che ho letto qui, l'opinione piuttosto comune  è stata di non mettere il bite, perché? Potrebbe innescare altri problemi? Durante la notte, purtroppo, sto avendo questo problema di serramento molto forte (MAI avuto prima) e quando mi sveglio mi trovo con la bocca serrata, ma non dolente e il contatto tra gli incisivi è ridotto al minimo, tanto che a colazione riesco a mangiare quasi serena, poi durante il giorno la cosa peggiora ed è come se non riuscissi neanche a masticare bene, tanto che  mi faccio molto male e devo stare molto concentrata. La mia paura è che allontanandomi sempre più dall'evento scatenante e dalla mia posizione naturale, sarà sempre più difficile per me recuperare quest'ultima e in più non vorrei che questa storia mi portasse a rovinare il mio smalto o l'ancoraggio dei miei denti per i numerosi traumi! Piango spesso per dolore e per rabbia, perché con questo forte fastidio mangio molto poco, ho dovuto rinunciare alle ferie (prenotate) perché così sofferente non potevo andare da nessuna parte e, ancora peggio, ho paura di rovinare la mia dentatura, a cui ho sempre tenuto tanto! Penso che se mi siedo sulla poltrona di un dentista che mi farà altri molaggi selettivi sui miei denti sani, potrei perdere definitivamente i riferimenti sulla mia chiusura naturale e non risolvere mai più questo problema, e sembra che se un paziente non consente a tutto cio' che un medico decide di fare, non sia un buon paziente, e viene visto male.  Ad ogni modo, concludo dicendo che le mie gengive vanno meglio da quando tengo la bocca aperta e non chiudo più. Certo, se addento un panino, ho risentimento e non posso fare pressioni forti, ma da quando ho ridotto i traumi (mangiando poco e con attenzione e stando zitta), le cose sono migliorate. Ma questa non è vita! Grazie mille a tutti voi.

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/ortodonzia/4312_malocclusione.html

Rimango dell'idea di lavorare sulle otturazioni effettuate. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Martina, non facciamo un dramma, sono problemi risolvibili da semplici professionisti. Si faccia mettere per iscritto dal professionista che le ha proposto il Bite, quali accertamenti diagnostici deve affrontare per arrivare una corretta diagnosi, quali sono gli obiettivi da raggiungere e l'eventuale mantenimento nel tempo. Le consiglio di affidarsi a un unico professionista rendendolo responsabile del suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Martina, il suo Dentista si contraddice perchè se non ci sono problemi occlusali non vedo perchè debba fare un molaggio selettivo di denti frontali che non hanno, prima della riabilitazione conservativa,avuto mai problemi. Poi durante la prima visita il Dentista si accorge e valuta la presenza di precontatti in Relazione Centrica (quelli che ora sembrerebbe avere lei sui frontali per mancanza di protezione dei denti posteriori), in lateralità con protezione canina di tutti gli altri denti dei tutta la bocca ed in protusiva con protezione incisiva dei posteriori. Quindi il molaggio nel caso lo si sarebbe dovuto fare prima della conservativa. Facendolo ora, se la causa del precontatto dei frontali fosse una diminuzione della dimensione verticale della bocca per errata esecuzione della conservativa sui posteriori, col molaggio, fatto ora sui frontali, stabilizzerebbe patologicamente questo abbassamento della dimensione verticale con conseguenti possibili patologie gnatologiche e della ATM! Si faccia visitare DA UN BRAVO Gnatologo! la rinvio per il resto a quanto già rispostole il 11-07-2011 Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Certo che non è vita, cara Martina! Ribadisco che le prove eseguite in protrusione, centrica e lateralità possono risolvere ogni problema, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Senza vedere il caso di persona è impossibile parlare a distanza ma è chiaro che c' è una situazione da sistemare circa la sua bocca

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile Martina le ho già scritto di verificare con un collega esperto in gnatologia la possibilità di un reintervento sulle otturazioni effettuate. Le rinnovo altresì la raccomandazione a mantenere una maggiore serenità di spirito(anche se potrebbe sembrare non facile) perchè le tensioni psichiche aggravano i sintomi che riferisce. Cordialmente Prof.Dott.Russo Ciro Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)