Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Seguito domanda del 9/12/08: Sono un po' smarrito. Come giudicate le soluzioni che mi sono state proposte?

Scritto da oreste / Pubblicato il

Salve a tutti, torno a scrivere dopo qualche giorno sul problema dentario del 36 che riporto dal post precedente... il mio problema nasce con una piccola rottura del molare 36 nella parte tra il 36 e il 37. Siccome ho lasciato il dente in quello stato per diverso tempo, la gengiva ha ricoperto la parte del dente scagliato. Avvenuta la ricostruzione del dente dopo la fresatura (non so se il termine è giusto) della gengiva che aveva occupato la parte del dente rotto, dopo circa due mesi ho iniziato ad avvertire dolore alla pressione del 36. Dopo una cura con antinfiammatori e antibiotici, la situazione sembrava essersi risolta. Invece dopo 15 giorni si è ripresentato il problema del dolore alla pressione, solo che questa volta era interessato anche il 35. Anzi il 35 era più sensibile del 36. La novità questa volta è data da un rigonfiamento iniziato alla base delle radici tra il 36 e il 35 e poi sfociato in un giorno a tutta la semiarcata inferiore con interessamento della guancia. Alla radiografia fatta nello studio dentistico sul 36 prima del rigonfiamento non risultava nulla, ora che il rigonfiamento sta diminuendo alla lastra risulta un'infezione alla base della radice del 36, tra il 36 e il 35. Ora dovrò effettuare una panoramica consigliatami dal dentista... Le novita sono che ho fatto la panoramica e il granuloma è tra il 36 e il 37 e vedendola un dentista mi dice che anche devitalizzando il dente il problema non si risolve e che l'unica soluzione è l'estrazione, l'altro dentista dice che con una devitalizzazione il problema si risolve sicuramente. Come mai questa diversa interpretazione? Quale è la valutazione corretta? Poi volevo chiedere se la devitalizzazione è sinonimo di pulizia dei canali. Grazie

 

Domanda a cui fa seguito la presente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/chirurgia/650_sono-un-po-smarrito-come-giudicate-le-soluzioni.html

Gent.le Oreste dalle immagini da lei inviate è evidente una compromissione della polpa del 36 ( radice distale ) Terapia d'elezione trattamento endodontico del dente ( devitalizzazione - "pulizia dei canali" ) e sua ricostruzione, seguita se necessario dall'" incapsulamento" dello stesso con una corona... Inoltre è evidente anche una carie secondaria del 37 in zona interdentale distale ( dietro tra il 37 e 38). Poichè l'immagine non è chiara non posso darle ulteriori indicazioni sugli altri denti...premolari 35 ecc... ( forse sarà da trattare endodonticamente anche questo? )- Si affidi al collega che le ha proposto il trattamento conservativo e lo inizi subito sensa tergiversare...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Sig. Oreste dalla Rx poco chiara si nota una lesione periapicale alla radice distale del 36. Il referto radiologico dell’ortopantomografia non sempre è corretto, perché il radiologo generico non è esperto di odontoiatria. Per stabilire il dente o i denti compromessi occorre visita clinica con valutazione della vitalità. L’estrazione è l’ultima scelta, prima è meglio tentare di conservare questi elementi con delle cure appropriate. Devitalizzazione significa togliere la vitalità a un dente che normalmente è eseguita dagli odontoiatri con la pulizia e la sigillatura dei canali. Non sempre la devitalizzazione è effettuata dal dentista, ma può avvenire anche spontaneamente, causata da vari fattori, in questo caso l’odontoiatra procede al trattamento canalare, che è una pulizia con relativa disinfezione profonda dei canali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Oreste, la differenza di valutazione fra i due colleghi dipende dal modo di risolvere i problemi di fronte ai quali tutti noi ci troviamo quotidianamente. A mio modo di vedere (per quel poco che si puo' vedere...scusi il gioco di parole) il problema si potrebbe risolvere con una pulpectomia (devitalizzazione-pulizia dei canali per dirlo con i suoi termini) e per questo aspetto Le dico che il problema sicuramente si risolve-non riesco a darLe ulteriori certezze riguardo al 35 perche' la lastra non fa vedere bene la zona, non riesce a metterla bene a fuoco perche' il fascio di raggi non e' ortogonale alla zona da osservare. Qualora ci mostrasse delle immagini piu' chiare potrei essere piu' preciso. Tuttavia Le consiglio di essere piu' CONSERVATIVO possibile perche' alla fine del trattamento si ritrovera' contento, senza dolore e... con un dente (se non con due) in piu'. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo D'Amato
San Benedetto del Tronto (AP)

Caro Sig Oreste, le radici dei due denti appaiono essere vicine e quindi e' possibile che la radiotrasparenza( cioe' l'area piu' scura nella radiografia ) possa, partendo dalla radice piu' mesiale ( anteriore) del 36 arrivare a coinvolgere radiograficamente quella del 35. Comuinque con semplici test di vitalita', cioe' toccando i denti con una cosa molto calda e/0 molto fredda e' possibile stabilire facilmente quale e' il dente in questione. Presupponendo che cosi' facendo si capisca che sia uno solo dei due, il problema viene risolto da una buona cura canalare, (leggi devitalizzazione) cioe' dallo svuotamento dei canali necrotici( infetti) del dente, dalla disinfezione del canale e dalla sua successiva chiusura con materiale inerte. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Cappelli
Ascoli Piceno (AP)

Egregio Oreste, devitalizzare significa asportare la polpa dentaria e con essa nervo e vasi sanguigni interni al dente. Come già accennatogli il 36 è da devitalizzare. La discordanza dei pareri sul riassorbimento del granuloma è che pultroppo non vi è una casistica che mostra un riassorbimento dei granulomi al 100% dopo trattamento endocanalare. (qualche collega endodonzista puro magari ne saprà più di me sulle casistiche). Io comunqua il tentativo di devitalizzarlo lo farei. Per estrarre c'è sempre tempo. Per il resto concordo con i colleghi che la radiografia non è chiara, perciò non aggiungo altro per quanto riguarda gli altri elementi dentari. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Oreste, da quello che ho potuto visionare e dalla sintomatologia da lei descritta ritengo che la prima cosa da fare è la prova di vitalità del 36 nel quale risulta un otturazione molto profonda, che sicuramente ha mandato in necrosi la polpa. Per quanto riguarda la terapia più corretta è quella di effettuare una terapia canalare (devitalizzazione), la quale permetterà la completa rimozione del tessuto pulpare, con la rimozione dei batteri anaerobi presenti. Per quanto riguarda il 35 la rx non è molto chiara. Cordiali saluti e auguri di buone feste.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Baglieri
Ragusa (RG)

Gentile paziente, non è possibile fare una diagnosi certa a causa della scarsa risoluzione e nitidezza della ortopantomografia ). A proposito mi chiedo perchè farla, visto che è migliore il dettaglio nella rx retroalveolare). In ogni caso, pur essendo per vocazione un chirurgo, propendo sempre per l'approccio conservativo del dente. Per estrarre c'è sempre tempo. Cordialmente.

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Sig. Oreste, le consiglio vivamente di affidarsi al collega che le ha prescritto la cura canalare e sicuramente risolverà il problema. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)