Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 3

Ho tolto il dente del giudizio inferiore dx semincluso

Scritto da rita / Pubblicato il
Salve, Lunedi 27/03 ho tolto il dente del giudizio inferiore dx semincluso.....L'estrazione è stata leggermente difficoltosa in quanto il dente non voleva uscire e si stava per procedere all'incisione dell'osso, che poi fortunatamente dopo varie manovre il dente è uscito..con 2/3 punti di sutura...il primo giorno dolore abbastanza forte, guancia leggermente gonfia ( borsa del ghiaccio) ma tutto sommato sono riuscita ad addormentarmi... dal giorno dopo fino al mercoledì che mi sono recata dal dentista avevo tutta la parte dx completamente gonfia "come se avessi avuto un arancia in bocca" e un dolore allucinante in bocca (dalle 20 alle 10 ho preso oki ogni 2 ore) dopo una chiamata disperata al dentista sono andata per un controllo il quale mi dice che sono infiammata e che il dolore è dovuto alla difficoltà dell'estrazione.. mi prescrive antibiotico augumentin 3 volte al dì per 6 gg e antidolorifico synflex forte al bisogno (praticamente 2/3 al giorno) e risciacqui con collutorio alla cloroxidina 0.2%. Lunedì 3/03 vado a togliere i punti e il dentista mi dice che si sta rimarginando la gengiva ...e che il buco scomparirà nel giro di qualche mese. Da lunedì pomeriggio mi ritrovo con dei dolori che partono dalla mandibola, arrivano all'orecchio fino alla tempia che aumentano soprattutto la sera....una patina bianco/trasparente sulla gengiva nella parte interessata e ogni tanto mi ritrovo con un sapore amarognolo ( fastidioso) in bocca...la mia domanda è...COSA PUO ESSERE?????? premetto che ora come ora pensare di andare dal dentista mi fa paura.... :-( in attesa di risp cordiali saluti
Cara Signora Rita, buongiorno. Lo deve chiedere al suo Dentista! Via Web cosa posso dirle. Stia tranquilla, in linea di massima è del tutto normale e quello che vede non è altro che l'epitelio superficiale della gengiva che si necrotizza e si "sfalda". E' il normale processo di guarigione delle ferite. Però, ripeto, via web come posso dirlo con sicurezza e differenziarlo per esempio da una complicanza post estrattiva come una alveolite secca? Ne parli quindi col suo Dentista. Faccia seguire l'ascesso perchè non va assolutamente trascurato per evitare complicanze anche severe. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Rita, la data è sbagliata. Se chi ha operato su di lei è iscritto all'ordine dei medici, probabilmente è tutto nella norma; altrimenti con ostectomia e l'odontotomia lasciamo il paziente meno fobico, ed è tutto più semplice, perché senza forzare e con rapidità si ottiene anche meno trauma con il conseguente edema, poi se i punti di sutura sarebbero diventati 6, ci sarebbe stata ben poca differenza.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buonasera sig.ra Rita, concordo pienamente con i colleghi, soprattutto con il dr Ruffoni. Senza un'esame clinico è difficile sbilanciarsi sulla patina che vede sul sito estrattivo, per quanto riguarda il dolore che avverte dalla mandibola, all'orecchio fino alla tempia potrebbe essere dovuto ad un infiammazione della muscolatura conseguente all'intervento, cerchi di non forzare l'apertura della bocca e si faccia controllare dal suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Pietro Tedesco
Larciano (PT)