Menu

Domanda di Retrazione gengivale

Risposte pubblicate: 8

Ho notato una regressione gengivale sull'incisivo sinistro dell'arcata inferiore

Scritto da Andrea / Pubblicato il
Salve. Sono un ragazzo di 26 anni. Stamattina quando ho finito di lavare i denti ho notato una regressione gengivale sull'incisivo sinistro dell'arcata inferiore. Premetto di aver fatto la pulizia dei denti 20 giorni fa e che il dentista mi aveva detto di avere una considerevole gengivite. Sto usando da circa un mesetto uno spazzolino elettrico. E' quest'ultimo la causa del problema o la gengivite? vi allego una foto per maggiore chiarezza.
Quel che vedo non mi sembra tragico, se io stesso non ho un difetto di vista. Lo spazzolino elettrico si usa in tutto il mondo senza problemi, e non mi risulta che qualcuno sia diventato sdentato per colpa di questo attrezzo. Se dovesse capitare a lei, diventerebbe un caso unico e famoso. Buone vacanze e buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

C'è una certa recessione. Può dipendere da una certa trascuratezza, come le ha detto il suo dr. ma anche da una occlusione traumatica. Va valutato bene per evitare che si ritiri ancora. Possibili soluzioni, ma è per ora fantasia non sapendo di più sulla sua bocca, un trattamento ortodontico oppure un byte notturno. C'è anche, sembra, una gengiva sottile, ma questa è una valutazione da chiedere ad un dentista parodontologo esperto

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

A occhio e croce sembra che quella recessione ci sia sempre stata e magari non l'abbia mai notata, perchè è dovuta alla posizione più esterna del dente e quindi ad una maggior sottigliezza della gengiva e dell'osso sulla parte davanti alla radice che, in seguito a insulti anche banali, come uno spazzolamento traumatico, tende a recedere. Naturalmente questo è tutto da dimostrare con una visita più accurata, un sondaggio gengivale ed, eventualmente, una radiografia endorale. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Caro Signor Andrea, buongiorno. Mah! Difficile esprimere una opinione o peggio una Diagnosi da una foto! Diciamo che sembrerebbe che ci fossero tre piccole recessioni gengivali sull'incisivi centrale inferiore Dx, laterale Dx, Canino Dx e Canino Sinistro, rese apparentemente più evidenti da una ipertrofia ed iperplasia gengivale con alterazione della armonia della festonatura gengivale in corrispondenza dell'incisivo centrale inferiore sinistro che ha anche una forma disarmonica coronale, per quel poco che si possa vedere. Più che di recessioni sui denti descritti mi preoccuperei, come parodontologo, di questa disarmonia causata dalla citata ipertrofia della gengiva in 31, come detto. In ogni caso è una vera "sciocchezza" ridonare armonia e salute alle sue Gengive! Gengive che hanno il pregio di avere un sano aspetto a "buccia d'arancio". L'aspetto a buccia d'arancio che ha la gengiva sana è dovuto alla compenetrazione bilaterale dell'epitelio (dall'esterno all'interno) con il connettivo (dall'interno all'esterno). Le zone elevate corrispondono a proiezioni connettivali, e zone depresse a proiezioni epiteliali. Poiché in una gengivite sono proprio le fibre connettivali a "soffrire" e quindi a "rompersi", si ha la perdita dell'aspetto descritto e si forma un aspetto lucido che è il primo sintomo di gengivite. Ovviamente questo danno connettivale provoca sanguinamento. Un altro concetto essenziale è che non possiamo più considerare il dente e la sua patologia "da solo", il parodonto e la sua patologia "da solo", ma dobbiamo abituarci a considerare il complesso dente-tessuto come un unico organo: parliamo infatti di "unita dentale" che è un organo formato dai denti e dai loro tessuti di sostegno molli e duri . Come abbiamo visto, quindi, c'è una strettissima relazione di forma ed armonia tra Denti, Gengive, Linea di Giunzione Mucogengivale ed osso sottostante. Tutti questi organi devono essere in equilibrio tra di loro. Questo equilibrio in Lei è alterato. Si faccia visitare da un bravo parodontologo e Gnatologo perché traumi d'occlusione o patologie gnatologiche possono avere la loro importanza etiopatogenetica. Lo spazzolino elettrico, no! Non causa niente! Anche se non esiste niente di meglio dello spazzolino a "mano" :) Bisogna incominciare "pulendo bene i denti"! Poi viene tutto il resto! Gliene ho parlato per completezza di informazione.Dato che ho parlato di Igiene orale, spero che le farà piacere questa ulteriore spiegazione di Igiene Orale. Sappia che il miglior metodo, o almeno uno dei migliori metodi di spazzolamento è quello di Bass modificato o no, per me, a titolo personale modificato. Tuttavia, diciamo pure che il miglio metodo di spazzolamento è quello che è più efficace per quella bocca di quella persona, in questo caso Lei! Ossia è quello che le riesce più agevole, potrebbe anche crearlo lei, basta che porti via la Placca Batterica e che controlli che questo sia avvenuto veramente con le pasticche rivelatrici di placca di cui le partlo più avanti!Si ricordi solo che lo spazzolino deve essere duro e a testa piccola e lo deve cambiare ogni mese almeno! Si ricordi poi che non esistono bocche senza placca batterica. La placca batterica si forma in circa 3-4 ore e l'igiene orale domiciliare serve per controllarne la formazione non certo per eliminarla totalmente. Ecco perché la pulizia dei denti professionale dal Dentista serve sempre periodicamente. Faccia una prova: compri in farmacia le pasticchette rivelatrici di placca, ne sciolga una in bocca passando la saliva e la lingua su tutti i denti, sulla faccia esterna, interna e sopra masticante e si guardi allo specchio. Se vedrà colore su denti, colletti, gengive, lingua, quella è placca batterica! Solo se non vedesse colore significherebbe che non ci sarebbe placca. allora passi uno scovolino tipo cotonfioc nei solchi gengivali e veda se si colora perché allora la placca sarebbe lì! Faccia la prova e poi mi dica! Ricordi anche di pulire il dorso della lingua dove si annida la placca con dedicati spazzolini piatti che trova in farmacia! Usi il filo interdentale per pulire gli spazi interprossimali dalla gengiva a salire fino al punto di contatto. Il dentifricio non ha nessuna importanza se non quella di rendere più gradevole questa operazione. Ovvio che è meglio sia di Marca conosciuta per evitare "pasticci nocivi"! La cosiddetta tecnica di Bass modificata, di cui dicevo sopra è questa: si usa lo spazzolino orientato verso le gengive a 45° e va usato con movimenti di rotazione, vibrazione e verticali che terminano con un movimento circolare deciso! Ma va insegnato in sede di Igiene Orale in Studio! Cari saluti e se la faccia insegnare dal suo Dentista sul modellino della bocca con uno spazzolino vero :) Lo spazzolino deve avere setole artificiali dure e testa medio-piccola, non grande! Stia sereno, la eventuale terapia parodontale è normalissima routine odontoiatrica parodontale, in mani buone, ovviamente e col senso dell'estetica, oltre che della funzione e deve essere valutata bene la linea di giunzione muco-gengivale che separa la gengiva aderente dalla mucosa alveolare e i frenuli traenti che lei ha nel fornice inferiore e che esercitano anomale trazioni sulla gengiva marginale. Le lascio un Poster dove è spiegato da me e da mia figlia Claudia, il concetto di Gengiva sana e malata che ho spiegato in questa mia risposta! Le sarà tutto più chiaro. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE
gengivite---g.ec.-petti-cagliari-247.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig Andrea, qualunque spazzolino da denti, elettrico o no può creare danni, se non utilizzato correttamente, per questo le consiglio di consultare un igienista dentale che darà le esatte istruzioni relative al suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Una recessione così non dovrebbe destare alcuna preoccupazione, continui a spazzolare bene e non faccia più infiammare il sito, la causa potrebbe essere multifattoriale, si faccia controllare da un ortodonzista per risolvere l'affollamento dentale, e stia comunque attento a una maggiore igiene dentale

Scritto da Dott. Bruno Pacilio
Pontecorvo (FR)

Buongiorno Signor Andrea. La foto è poco felice ma dimostra una festonatura gengivale irregolare su tutti i denti visibili per un affollamento ed un allineamento irregolari. Così ad esempio il dente con minor quota gengivale in assoluto è il canino sinistro più di uno qualsiasi degli incisivi. Tenga presente poi che in presenza di una considerevole gengivite si ha un aumento di volume gengivale, che poi si riduce dopo l'eliminazione dei fattori infiammatori tramite l'igiene professionale, che ripristina una architettura gengivale più sana e mantenibile. Quindi usi correttamente lo spazzolino, se necessario si faccia spiegare le tecniche domiciliari di igiene ( nel mio studio lo facciamo gratuitamente ) e se dovesse essere preoccupato si sottoponga ad una visita parodontale accurata ( Sondaggio di tutti i denti, indice di sanguinamento, ampiezza di gengiva cheratinizzata, radiografie endoorali, foto e quant'altro per una cartella parodontale accurata ed aggiornabile) e chieda il monitoraggio delle recessioni. E stia certo che le sue perplessità saranno fugate! Saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Scaramelli
Pisa (PI)

E' un difetto minimo (almeno da quanto si evince dalla foto), che, come tutte le problematiche parodontali (recessioni gengivali comprese) può essere legato a fattori multipli tipo carenza di igiene orale - malocclusione - abitudini viziate etc etc. Quindi potrebbe essere davvero una banalità, oppure potrebbe peggiorare. Chi meglio del suo dentista può definirne le motivazioni della problematica e darle indicazioni su come risolverla / stabilizzarla?

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)