Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 8

Possibile che non esista una medicina che eviti la formazione di quei gas maleodoranti tipici della alitosi ?

Scritto da Mario / Pubblicato il
Salve. Ho 72 anni e ho sempre sofferto di piorrea. In atto ho una implantologia e due protesi dei 4 denti frontali superiori ed inferiori, (tutti denti caduti a causa della piorrea). In atto curo attentamente l'igiene orale con getti d'acqua a pressione (Oxyjet) 3 volte al giorno e quando percepisco il sorgere di infiammazione ( sintomo dolori alle gengive) per 4-5 giorni effettuo sciacqui con DENTOSAN. Sono oramai oltre 20 anni che non ho più perdita di denti. Il problema che mi affligge invece è l'alitosi, non avendo altre patologie, mi è stato detto dal dentista, dipende dalla piorrea latente. Le mie gengive sono solo leggermente ritirate per il fatto che all'inizio (negli anni 50-60 ) mi venivano cauterizzate. Domanda: possibile che non esista una medicina che eviti la formazione di quei gas maleodoranti tipici della alitosi ? Grazie per la risposta.
Se ci sono tasche parodontali devono essere trattate. La piorrea latente è un termine che solitamente non utilizziamo in quanto c'è o non c'è e se non c'è non provoca nulla. L'abuso di colluttori può dare alterata percezione del gusto inefficacia degli stessi. Secondo il mio parere un consulto da un collega parodontologo può essere utile non esistono farmaci contro l'alitosi, purtroppo. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Caro Signor Mario, il termine "Piorrea" è un termine "volgare" ossia usato dal Volgo, dal Popolo. E' molto antico e prende origine dal greco (puòn) marcio, pus - (roé) scolo, quindi scolo di pus, perchè neri momenti conclamati e spesso terminali della malattia si hanno innumerevoli ascessi che in termine medico si chiamano "Parulidi". Modernamente si parla di Parodontite. La desinenza -ite indica infiammazione. L'espressione clinica principe della Parodontite è la formazione di una tasca parodontale, ossia di una zona di scollamento della gengiva dal dente, che si approfondisce sempre più fino a distruggere l'osso ed il parodonto, ossia il tessuto di sostegno del dente, osso appunto e ligamento parodontale, cemento necrotico e tessuti gengivali, fino alla espulsione del dente con pus (da cui il ricordato termine piorrea) se non si cura la malattia. La tasca parodontale In pratica è come se fosse una ferita e come ogni ferita tenta di guarire facendo "granuleggiare" un tessuto che appunto si chiama di Granulazione, che cerca di chiudere questa ferita, ma non lo può fare per vari motivi che non sto a spiegare. La caratteristica di tutte le Parodontiti è quella di avere periodi di inattività che si alternano con altri di attività. Questo avviene in modo del tutto "anarchico". Ossia la malattia può essere attiva o non attiva, in tutta la bocca, in parte di essa o addirittura sullo stesso dente in un punto sì e nel punto vicino no!
CONTINUA A LEGGERE
mario200212.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Sig. Mario, purtroppo non vi sono medicine che curano il suo disturbo. Si ricordi che deve anche pulire la lingua con appositi puliscilingua. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Gentile paziente, oltre all'utilizzo di colluttori specifici per l'alitosi, non vorrei che lei avesse altri problemi per esempio al fegato, che di solito possono portare alla formazione di una chetoacidosi, si consulti con il suo medico curante di base, potrebbe cosi' approfondire le concause che le danno questi tipi di disturbi. Cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)

Gli idropulsori possono essere ottimi presidi specie per la pulizia sotto gli elementi mancanti di ponti in protesi fissa. Personalmente tendo a sconsigliarli perché spesso viene fatto un uso non congruo e improprio. Molte volte mi e' capitato di vedere lesioni parodontali dovute ad essi. Mi auguro che le siano state date le giuste informazioni per un corretto utilizzo. Cordialmente

Scritto da Dott. Maurizio Tabacchino
Roma (RM)

Purtroppo la parodontopatia può causare alitosi. Ha mai pensato di ricorrere all'implantologia computer assistita rimuovendo tutti i denti affetti da tale patologia? Secondo me sarebbe la soluzione definitiva a tutti i suoi problemi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)

Sig. Mario, forse, piorrea latente è troppo poco, occorre un altro tipo di diagnosi con i corretti accertamenti diagnostici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Caro sig. Mario, la "piorrea" o parodontite è una malattia che va trattata regolarmente in ambito professionale, è importante anche un controllo dell'attività gastro-esofagea. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Barbara Boniello
Ciampino (RM)

Sullo stesso argomento