Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 3

Tre mesi fa mi è stata asportata una escrescenza gengivale

Scritto da Lucia / Pubblicato il
Sono una ragazza di 30 anni, 3 mesi fa mi è stata asportata una escrescenza gengivale nell'arcata dentaria dx questa la diagnosi: estroflessione di mucosa orale iperplastica in parte erosa con stroma fibroso e vasolare con focale ossificazione e presenza di infiltrato infiammatorio cronico prevalentemente plasmacellulare. Referti compatibili con fibroma ossificante periferico. La cosa mi preoccupa molto perché a distanza di meno di 2 mesi è ricomparsa una piccola tumefazione nello stesso punto. Mi sto chiedendo se possa essere la stessa cosa di prima o altro.. Mi chiedevo se la zona che è stata posta a esame istologico 3 mesi fa ora che è riuscita nuovamente la tumefazione, può essere qualcosa di brutto? Grazie mille aspetto gentilmente un consulto.
Sig.Lucia, la forma è benigna, non degenera facilmente, ma la recidiva è frequente. Quindi occorre nuova visita con valutazione di nuova biopsia escissionale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Come le ha scritto il mio collega, si tratta di una formazione benigna (tipo epulide) che purtroppo tende a recidivare con discreta frequenza.
Una nuova visita e relativa biopsia escissionale sono consigliate, ma anche il collega che la segue queste cose le sa bene.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Cara Signora Lucia, buongiorno. L'istopatologo fa una descrizione istopatologica del tessuto esaminato e espone, nel referto, una ipotesi Diagnostica di compatibilità con fibroma etc. La Diagnosi però è Clinica, Chirurgica e Medica oltre che Semeiologica, valutando anche il Referto Istopatologico! A volte le DDF (Diagnosi Differenziali con altre patologie non sono semplici). Occorre che la veda anche per questa, un Parodontologo Esperto. Bisogna fare una diagnosi differenziale tra un ascesso fistolizzato, una Epulide, una Parulide o altre neoformazioni magari infette o meglio infettate! O con altre formazioni come Fibromi (specie nella sua forma istologica Fibromatosa) o una ipertrofia iperplasia di altra natura, e a tanto altro, è inutile che faccia uno sterile elenco! Non dice se fosse in Gravidanza o no, per fare una diagnosi differenziale tra una gengivite iperplastico-ipertrofica gravidica e una Epulide Fibromatosa gravidica, entrambe dovute alla azione ormonale gravidica che muta i tessuti gengivali , ricchi di particolari recettori per estrogeni e progestinici come la mucosa uterina, con displasie/ipertrofie accompagnate da flogosi in gravidanza. L'istologia infatti descrive epitelio iperplastico proprio delle iperplasie con infiltrazione di tessuto fibroso proprio sia delle ipertrofie che delle epulidi fibromatose e infiltrato plasmacellulare proprio delle flogosi e quindi delle Gengiviti ma anche delle Parodontiti e descrive ricchezza di vasi sanguigni nello stroma, propri della ipertrofia-iperplasia ma anche di alcune forme di epulidi fibromatose flogosate gravidiche o semplicemente angiomatose. Non conoscendo la situazione Clinica non posso certo fare diagnosi solo in base ad una istologia come già detto "carente" di dati importanti! La diagnosi quindi deve essere anche clinica, oggettiva, palpatoria e chirurgica che mostri la presenza di un peduncolo di partenza dal parodonto profondo. Purtroppo l'Epulide è una patologia poco conosciuta da molti e viene confusa con altre patologie. Molti non sanno, per esempio, che l'Epulide è un tumore benigno localizzato del Parodonto e per parodonto si intende il ligamento parodontale, il periostio a cui questo ligamento è inserito e lì nel punto di inserzione bisogna arrivare alla escissione chirurgica del peduncolo di inserzione del tumore, avendo cura di procedere ad una accurata osteotomia-osteoplasica allargata , sub-periostea, per evitare le recidive del tumore! Invece l'Epulide viene confusa con una ipertrofia di origine non displasica, ma solo ipertrofica o solo iperplastica o granulomatosa superficiale della gengiva e si crede che sia una patologia solo gravidica e solo del sesso femminile. Invece è una patologia non legata al sesso (ad eccezione della gravidica ovviamente) e ne esistono diversi tipi istologici che sono, quella Fibromatosa da differenziare appunto da una Ipertrofia, da un fibroma, da una Gengivite iperplastica-ipertrofica, quella Granulomatosa con la presenza di corpi amorfi e granulociti a nido d'ape tutto intorno ad essi, quella Gigantocellulare con infiltrazioni di cellule flogistiche gigantiformi e quella Angiomatosa ricca di vasi sanguigni. Istologicamente devono essere evidenziate particolari displasie cellulari e clinicamente deve essere ricercata la sua natura "sessile e peduncolata" per porre una diagnosi differenziale! La consistenza varia col variare del quadro istologico, così come il suo "aspetto" "Forma" e "Colorito"! Legga nel mio profilo "Epulide: Epulide Fibromatosa, escissione chirurgica profonda. Istologicamente ci deve essere diagnosi di Epulide ed il tipo istologico se no non è una diagnosi isto-patologica di Epulide. E' un intervento che fa il Parodontologo e o lo si sa fare o non lo si sa fare! Non lo si inventa!Deve essere radicale. Le lascio una foto di una Epulide Fibromatosa da me escissa. Cari saluti:)
CONTINUA A LEGGERE
epulide-dr.g.petti-parodontologo-cagliari8.jpg

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sullo stesso argomento