Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 4

Lesioni sulla lingua

Scritto da Mattia / Pubblicato il
Salve, sono un ragazzo di 19 anni in buona salute ma fortemente ipocondriaco. Non sono fumatore e sono astemio. Vorrei chiedervi un parere in merito ad alcune lesioni che ho notato sulla lingua, specialmente nella parte laterale destra. Ho notato la presenza di alcuni cerchietti rossastri abbastanza piccoli con il contorno bianco/giallastro. Sono tutti di dimensioni molto piccole eccetto uno sulla parte destra della lingua che risulta un po' più grande. Non sono dolenti eccetto un leggero fastidio quando questa lesione (quella più grande) viene a contatto con il molare inferiore. Al tatto risultano piani eccetto i contorni bianchi/giallastri che risultano spessi ma comunque morbidi che riesco a sollevare con un cotton fioc. Ho il dorso della lingua ricoperto da una patina biancastra. Ho alcuni linfonodi laterocervicali che controllo periodicamente tramite ecografia risultati sempre reattivi. Ho esposto la problematica al mio dentista, specialista in ortognatodonzia (sono in cura per una malocclusione), che mi ha liquidato dicendo di andare dal mio medico curante siccome lui non tratta la patologia orale. Specifico che non è la prima volta che il mio dentista se ne lava le mani, è successo una volta per una devitalizzazione in cui mi sono dovuto recare da un'altro dentista. Prossimamente mi recherò dal mio medico curante per fare valutare le lesioni. Internet non rassicura, mi sono usciti risultati allarmanti come il tumore della lingua ma che tuttavia sono rari alla mia giovane età. Vorrei sapere cosa ne pensate a riguardo. Attendo una vostra risposta. Anticipatamente vi ringrazio. Cordiali saluti.
Lesioni sulla lingua
Dovrebbe essere semplici afte e o lesioni aftosiche, ma se il suo denista non se ne cura, piuttosto che rimanere nel dubbio, sicuramente è meglio un consulto in clinica ospedaliera da un patologo orale specializzato in materia.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

E' vero. Molti di noi non sono abbastanza.. "allenati" per riconoscere bene la natura di queste lesioni. Il fatto che non siano doloranti fa pensare che non si tratta di lesioni "acute". Lei non ci dice da quando le ha notate.. Tenga presente che un otorino ospedaliero è in grado e bene attrezzato per diagnosi e terapia. Piu facile tutto sommato trovare un otorino che se ne occupi che un reparto di odonto ospedaliero peraltro adattissimo, ovviamente.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Caro Signor Mattia, buongiorno. Una Diagnosi di Afta mi sembra "azzardata" anche perché sono localizzate sul margine della lingua dove noto impronte dei denti che sono in malocclusione, intrusi, estrusi, inclinati lingualmente e nesialmente, insomma in disgnazia! Ogni trauma cronico deve essere eliminato perché potenzialmente "pericoloso"! Detto questo, può essere certamente una stomatite aftosa ma bisogna fare una Diagnosi Differenziale con altrepatologie e questo lo può fare solo l'Odontoiatra. Per sua informazione, la causa reale delle afte non è conosciuta, purtroppo ancora. La stomatite aftosa è una patologia caratterizzata da presenza di vescicole sul palato, sulla lingua, sulle mucose della bocca e sulla faccia interna delle guance; la causa delle afte rimane a tutt'oggi sconosciuta, è conosciuta, invece, l'esistenza di fattori che predispongono la loro comparsa. Tra questi ricordiamo: Virus, patologie immunitarie, deficit alimentari, carenza di vitamina B12, B6 e B1 carenza di acido folico, carenza di ferro, presenza di stress, ansia, nevrosi , patologie psichiatriche Morbo Celiaco, malattie debilitanti sistemiche, Esistono dei preparati sotto forma di gel che applicati alle lesioni donano una sensazione di sollievo immediato. La maggior parte di questi è composta da acido ialuronico vitamina B12/B6/B1 ferro o acido folico oltre a quelle già citate. La Diagnosi differenziale è doverosa e non semplice a volte con lesioni traumatiche delle mucose orali, Herpes zoster gengivite necrotica Etc. per cui è consigliabile farsi visitare da un Patologo Orale o da uno Stomatologo o da un Parodontologo che è lo specialista che si occupa di tutte le malattie del Parodonto tra cui anche quelle gengivali e quindi delle afte e se non si arrivasse ad una diagnosi certa e/o ad una terapia risolutiva, anche da un Clinico Medico (Internista). La lesione deve essere palpata, si deve valutare la mobilità sui piani sottostanti, se sia dolente alla palpazione, se vi siano linfonodi satelliti presenti e la loro delimitazione e dolenzia e tanto altro fono anche ad analisi ematologiche o a prelievo bioptico per fare le Diagnosi Differenziali in modo serio! Così almeno la penso io! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Mattia, speriamo che lo specialista in ortodonzia, tra le cose che ha studiato, non abbia dimenticato come intervenire su un paziente in pericolo di vita. Il medico di base ne sa ancor di meno, occorre visita presso un Odontoiatra che si occupa di patologia orale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento