Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 4

Da circa un mese e mezzo presento la lingua con una sorta di patina bianco giallastra.

Scritto da Nicolò / Pubblicato il
Buonasera, da circa un mese e mezzo presento la lingua con una sorta di patina bianco giallastra. Provo una sensazione di bruciore mista a prurito, specialmente nella parte più posteriore (la più brutta). Sono andato ad una visita dal dentista che mi ha detto di non preoccuparmi in quanto é una lingua patinata, così l'ha chiamata. Sto assumendo un probiotico ( si suppone che derivi dalla digestione) e facendo sciacqui con un colluttorio, la situazione é migliorata come si evince dalle foto ma il fastidio persistente rimane. È escluso che si tratti di candida. Cosa posso fare? Inizio a preoccuparmi..
Da circa un mese e mezzo presento la lingua con una sorta di patina bianco giallastra. Da circa un mese e mezzo presento la lingua con una sorta di patina bianco giallastra.
Caro Signor Nicolò, buongiorno e Buon Anno. Non si può fare diagnosi via web. Tra l'altro Lei parla di probiotico in generale ma non dice né quale né la dose, se da 2, 4 o 6 miliardi, posologia che varia a seconda della Diagnosi. Per la lingua occorre, con una visita Odontoiatrica escludere patologie locali come Glossiti, stomatiti, parodontiti o altro ed altri sintomi come Alitosi, Febbre, interessamento delle stazioni linfatiche di pertinenza etc. Escluso questo, il medico più idoneo è un Gastroenterologo o uno Specialista in Medicina Interna per valutare bene l'apparato digerente, magari anche con una eventuale gastroscopia per diagnosticare varie patologie come reflusso gastroesofageo ed altro e una retto colonscopia per valutare altre possibili patologie. Di più, senza visitarla, non posso dirle. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

In prima visione, con il beneficio del dubbio dato che non è possibile effettuare online una visita clinica e non abbiamo altri dati anamnestici raccolti, sembra che non vi sia nessun tipo di problema. Se è presente un non ben definito fastidio persistente, una visita ulteriore presso il suo Odontoiatra di fiducia non è mai una brutta idea.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Sig. Nicolò, stia tranquillo è stato visitato c'è stata una diagnosi, cosa sta cercando? Qualcosa di brutto? Gli piace spendere i suoi soldi in probiotici faccia pure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile sig.Nicolo' se vuole stare tranquillo e io la capisco si rivolga ad un patologo orale, possibilmente in una struttura pubblica.
Per quanto riguarda il probiotico io sono favorevole e con i miei pazienti ho avuto ottimi risultati. Bisognerebbe solo capire che probiotico prende. Nelle terapie mirate e suggerite da odontoiatri si usano vari tipi in contemporanea o successione.

Scritto da Dott.ssa Roberta Precerutti
Torino (TO)

Sullo stesso argomento