Menu

Domanda di patologia orale

Risposte pubblicate: 6

Rigonfiamento sul palato

Scritto da Francesca / Pubblicato il
Buonasera, volevo chiedere gentilmente un vostro parere riguardo un rigonfiamento che ho ormai da mesi sul palato. Mi sono accorta di averlo quando le dimensioni erano più o meno queste, non provo alcun dolore toccandolo; Il colorito è sempre stato pressoché lo stesso. Ultimamente sento un leggero fastidio nel momento della deglutizione, mi occorre sempre bere un goccio d'acqua quando ingoio qualcosa; un anno fa circa ho effettuato una tac sotto consiglio di un otorino ed il risultato non è stato rilevante (inoltre avevo in quel periodo ed ancora oggi un nodulo in corrispondenza dello spazio tra mandibola e orecchio, definito come un semplice rigonfiamento dei linfonodi). Grazie
Cara Signora Francesca, buongiorno. Io non posso fare niente a distanza! L'ha visitata uno Specialista e non è andato a "fondo" nella Diagnosi? Incredibile, con tutto il rispetto! Bisogna Palpare la formazione, saggiarne la mobilità sui piani sottostanti, la consistenza, la dolorabilità, la presenza di linfonodi satelliti e fare Diagnosi differenziale con le diverse "Patologie" che possono esserne la sua etiopatogenesi (causa, per intenderci) e fare una accurata Anamnesi ossia farle delle domande a seconda di quello che si potrebbe sospettare come Diagnosi ed indagini Semeiologiche che permettano di avere un Sospetto Diagnostico e quindi fare le Diagnosi Differenziali tra le diverse "patologie" che potrebbero essere in causa! Il fatto che in un anno non sia aumentato di volume è un buon "segno" ma bisogna visitarla, fare indagini Rx appropriate e strumentali, fino ad arrivare, se non si riuscisse a fare diagnosi certa ad un prelievo bioptico con analisi istopatologica e relativa diagnosi! Si faccia visitare da un bravo Dentista, meglio Parodontologo o chirurgo Orale! Cari saluti e non trascuri!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Più esaustivo di così.!!!
Mi meraviglio di lei. Approfondisca gli esami. Faccia ciò che il prof. Petti le ha detto e consigliato nel più breve tempo possibile.

Scritto da Studio Dentistico Fiori
Castelnuovo di Garfagnana (LU)

Gentile Sig.ra Francesca, una lesione che perdura da un anno sarà pur qualcosa. Bisogna approfondire con nuovi esami radiologici ed eventualmente biopsia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Il consiglio, per fugare ogni dubbio (anche se probabilmente non si tratta di nulla di preoccupante), è recarsi presso un reparto di Patologia Orale all'interno di una Clinica Odontoiatrica o Maxillo - Facciale ospedaliera, per poter avere una visita clinica completa ed una diagnosi certa non sommaria.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Sig. Francesca, occorre visita presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale, al più presto, il problema non dev'essere trascurato.,,.................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Come ha ben capito bisogna andare a fondo del suo problema e definirlo perfettamente. Cordialmente......................................................................................................................................................

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)