Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 6

Cosa posso fare per far guarire definitivamente la mia lingua?

Scritto da Anna / Pubblicato il
Sono una ragazza di 27 anni, premetto che non sono molto attenta alla pulizia dei denti, da qualche mese mi compaiono delle afte (ulcere) sulla punta della lingua. All'inizio appare una macchia bianca, poi con il passare delle ore diventa più grande e si trasforma in una vera e propria ulcera, rossa al centro e con un bordo spesso bianco. Di solito guariscono in 4-5 giorni senza uso di farmaci, ma subito dopo o contemporaneamente, se ne ripresentano altre, in altre zone sempre sulla punta della lingua (migrano dal centro, a destra e a sinistra). L'unico fastidio è un leggero bruciore quando è nello stadio più avanzato. A cosa può essere dovuto? Cosa posso fare per far guarire definitivamente la mia lingua? Vi allego delle foto, con i vari stadi in cui si presenta l'afta. Vi ringrazio in anticipo.
Cosa posso fare per far guarire definitivamente la mia lingua? Cosa posso fare per far guarire definitivamente la mia lingua?
Ovviamente bisogna escludere traumi, abitudini viziate e ripristinare una buona igiene orale. Se il disturbo permane è un problema che può essere risolto cercandone le cause con la Kinesiologia Applicata o L'Elettroagopuntura. Quasi sicuramente tra le cause prime c'è un'alterazione del microbioma intestinale (le cui cause vanno pure identificate e curate) che disturba organi e/o funzioni che a loro volta causano le lesioni della lingua. Spesso ai suddetti meccanismi si aggiunge la partecipazione di uno o più virus. Per questo consiglio di rivolgersi a un OMOTOSSICOLOGO che pratichi una delle suddette discipline che potrà fare una diagnosi molto precisa e potrà risolvere il problema con farmaci privi di effetti collaterali ristabilendo dall'interno uno stato di salute.Il tutto senza dover tirare a indovinare o fare tante analisi del sangue.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gabriele Bigucci
Rimini (RN)

Mi associo alla risposta precedente del collega, ti posso comunque consigliare, a titolo cautelativo, anche una visita presso la clinica odontoiatrica (reparto di Patologia Orale) della tua città. Difficilmente un dentista generico, a meno che non sia particolarmente esperto di patologia orale, è in grado di diagnosticarti con certezza il problema.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Cara Signora Anna, buongiorno. Non si può rispondere on line vedendo solo una foto! Dice bene il collega Dottor Bigucci ed anche il Dottor Sbarbaro. Aggiungo che occorre fare una accurata e "sapiente" visita Clinica completa di esame semeiologico ed Anamnestico non solo locale ma generale e nell'anamnesi si pongono domande per, con l'aiuto della semeiotica medica, fare le Diagnosi Differenziale. Occorre per esempio conoscere anche le sue abitudini "sessuali" come sesso orale etc. Le patologie possono essere diverse e non è detto che non siano legate ad altri organi ed apparati. Solo facendo una corretta Diagnosi clinica ed etiopatogenetica si arriva ad una terapia certa! Il dismicrobismo intestinale o patologie gastrointestinali e/od epatiche, possono essere rilevanti come causa ma non sono le sole! Internet non è una persona! Non è Realtà! E' solo un "luogo virtuale! Lo tenga ben presente! Cari saluti e stia tranquilla, la Diagnosi non è complessa, è normale Routine Odontoiatrica e Medica!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Anna, qui c'è una diagnosi poco chiara perché l'afta difficilmente invade questi tessuti. Le foto indicano un sospetto diagnostico ben diverso. Le consiglio visita presso un odontoiatria che si occupa di patologia orale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Non credo, come dice il dr. Ruffoni, si tratti di afte. Le hanno detto che sono afte? Solo sulla lingua?? La stomatite aftosa prende tutta la bocca, in tutte le mucose. Anche l'aspetto non sembra quello delle afte. Un dentista privato come me non ha tutta questa esperienza (a mano che non abbia seguito approfondimenti specifici): ci vuole un dentista ospedaliero oppure, piu' facile da reperire un otorino. Loro le capiscono e sono attrezzati per eventuali biopsie. Non si tratta di patologia pericolosa, ma alle volte la bocca è specchio di problemi internistici. Esempio (non da preoccuparsi) carenze vitaminiche serie. O altre patologie. Una candidosi? Non saprei. Ci faccia sapere poi dopo la visita di che si tratta...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Buongiorno Signora Anna, le immagini inviateci ed il quadro clinico descritto mi lasciano dubbi sulla sua "diagnosi" di aftosi recidivante della lingua. Occorre una valutazione per così dire " in vivo " che tenga conto dell'aspetto, della durata, della distribuzione e della sintomatologia soggettiva ( bruciore, difficoltà a parlare ed alimentarsi, dolore , eventuali linfonodi loco_regionali,presenza di alitosi ecc ), del quadro patologico della o delle lesioni, e del fatto che si tratti di ulcerazione o più semplicemente di erosione ( c'è differenza tra ulcerazione ed erosione, e l'afta è tipicamente una erosione, per fortuna ).
Talvolta le afte compaiono per disturbi immunitari intercorrenti, altre volte sono legate a malattie intestinali (sindromi da malassorbimento, celiachia, malattie ulcerose o granulomatose ) altre volte compaiono nell'infanzia o nell'adolescenza per poi scomparire dopo un periodo variabile anche di alcuni anni ( immaturità o squilibrio immunologico, alterazioni endocrine puberali ecc.) .
Insomma possono esistere condizioni associate assai diverse e di non facile riconoscimento, come pure non riscontrare una causa diretta ed evidente. Anche la condizione orale andrebbe osservata ( abitudini viziate come il mordicchiare ripetutamente, il fumo, l'igiene orale,ecc.) un cambiamento delle abitudini dietetiche, la presenza di stress neurogeno, la carenza di vitamine ( A, B,C,D, ) .
In più la presenza di eventuali patologie metaboliche o debilitanti di carattere generale ( ma non mi sembra il suo caso ).
Ecco che diventa importante riconoscere de visu la natura e la consistenza della sua anomalia orale che potrebbe essere legata ad una causa locale oppure generale o addirittura essere autonoma ed indipendente, con diversissime soluzioni terapeutiche.
Cerchi quindi uno Stomatologo o un Patologo orale esperto per ricevere le necessarie indicazioni terapeutiche ed una diagnosi certa e definitiva. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Scaramelli
Pisa (PI)

Sullo stesso argomento