Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 6

Da circa 20 giorni ho una bolla/macchia sul palato

Scritto da Tiziana / Pubblicato il
Buon giorno io da circa 20 giorni ho una bolla/macchia sul palato prima avevo una puntina ora è rimasta la macchia all'inizio mi dava più prurito. Ho messo cortiflour e sto facendo sciacqui con bicarbonato alternando con la calendula. Ma non passa.
Da circa 20 giorni ho una bolla/macchia sul palato
Si faccia visitare da un dentista che sia esperto di stomatologia (in genere gli ospedalieri sono più allenati di noi privati, perchè ne vedono di più). In alternativa anche un otorino se le è più facile, può capire di che si tratta.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Cara Signora Tiziana, buongiorno. Il farmaco che ha assunto le è stato prescritto da un Dentista o lo ha "preso" da sola? Attenzione con i corticosteroidi associati in questo caso ad antibiotici. Hanno tante controindicazione sia locali che sistemiche! Solo il Medico Dentista può prescriverli e con "professionalità e solo dopo una diagnosi corretta e certa"! Non si può rispondere via web alla sua domanda. Clinicamente bisogna palpare la "formazione" e valutare se sia mobile sui piani sovrastanti e sottostanti, se sia presente un Linfonodo Satellite, se è dolente spontaneamente ed alla palpazione, se ha contorni netti o no e tanto altro! La Diagnosi differenziale è doverosa e non semplice a volte anche con lesioni traumatiche delle mucose orali, necrosi ossee con formazione di sarcofaghi ossei e relative cloache (parlando anatomopatologicamente, necrosi endodontica da cui potrebbe avere origine una fistola, malattie dermatologiche come il Pemfigo, Diabete, anemie (la carenza di ferro può essere importante), mesenchimopatie Etc. E' importante valutare anche se simili patologie le ha anche altrove palpando le stazioni linfatiche del corpo intero (eventualmente) e facendo una accurata anamnesi e studio radiologico e se non ci fossero cause apparente, fare analisi standard come un emocromo con formula e poi eventualmente mirate! Non bisogna mai estrapolare la bocca dall'organismo in cui si trova!!! Cari Saluti e segua i miei consigli. Stia però tranquilla, vedrà che non è niente ma io devo rispondere in modo Professionale per il Suo Bene :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Cara Tiziana, le consiglio una visita in un reparto di patologia orale ospedaliero od universitario. Occorre una visione diretta della lesione ed una corretta diagnosi.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)

Sig. Tiziana, spero che la terapia non sia un automedicazione consigliata da qualche farmacista; occorre visita presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale, che troverà un quadro alterato dal cortisone, speriamo che riesca ad arrivare alla corretta diagnosi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Buongiorno Signora Tiziana. La foto ha scarsa utilità, e ci mostra una lesione eritematosa e forse vescicolare del palato molle. Un po'poco per una diagnosi di natura. Potrebbe trattarsi di una flogosi a carico di una delle numerose ghiandole salivari accessorie lì presenti. Quindi non le resta che recarsi in visita da uno specialista Stomatologo o anche Otorino. Se però proprio non può tenga presente che la sua lesione DEVE scomparire al massimo entro un mese dalla insorgenza. Le invio i miei saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Scaramelli
Pisa (PI)

La terapia effettuata ha senso soltanto con una diagnosi certa, che richiede più una struttura ospedaliera (reparto di Patologia Orale o Otorino), che un dentista privato, meno allenato nel fare diagnosi sulla patologia orale. E a Roma non mancano cliniche odontoiatriche all'interno degli Ospedali.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Sullo stesso argomento