Menu

Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 11

A mia madre di 81 anni, da circa una settimana, è comparsa una lesione al palato duro

Scritto da Pier / Pubblicato il
Gent.mi dottori buongiorno, a mia madre di 81 anni, da circa una settimana, è comparsa questa lesione al palato duro. Lamenta bruciore durante la masticazione ed il transito di alimenti caldi. Il mio medico ha diagnosticato un'afta. Consigliando applicazioni costanti di Aminogram gel. Desidero avere anche una vostra valutazione in merito. Grazie infinite e cordiali saluti.
A mia madre di 81 anni, da circa una settimana, è comparsa una lesione al palato duro
Buongiorno, una lesione della mucosa orale non va sottovalutata e per questo è solitamente necessaria una visita di controllo presso lo studio odontoiatrico e nel caso persista la lesione si potrà ricorrere a una semplice biopsia per una diagnosi corretta. Cordialmente

Scritto da Dott. Roberto Bruno
Tortona (AL)

Caro Signor Pier, buongiorno. Una Diagnosi di Afta mi sembra "azzardata"! Può essere certamente una stomatite aftosa ma bisogna fare una Diagnosi Differenziale con altrepatologie e questo lo può fare solo l'Odontoiatra. Per sua informazione, la causa reale delle afte non è conosciuta, purtroppo ancora. La stomatite aftosa è una patologia caratterizzata da presenza di vescicole sul palato, sulla lingua, sulle mucose della bocca e sulla faccia interna delle guance; la causa delle afte rimane a tutt'oggi sconosciuta, è conosciuta, invece, l'esistenza di fattori che predispongono la loro comparsa. Tra questi ricordiamo: Virus, patologie immunitarie, deficit alimentari, carenza di vitamina B12, B6 e B1 carenza di acido folico, carenza di ferro, presenza di stress, ansia, nevrosi , patologie psichiatriche Morbo Celiaco, malattie debilitanti sistemiche, Esistono dei preparati sotto forma di gel che applicati alle lesioni donano una sensazione di sollievo immediato. La maggior parte di questi è composta da acido ialuronico vitamina B12/B6/B1 ferro o acido folico oltre a quelle già citate. La Diagnosi differenziale è doverosa e non semplice a volte con lesioni traumatiche delle mucose orali, Herpes zoster gengivite necrotica Etc. per cui è consigliabile farsi visitare da un Patologo Orale o da uno Stomatologo o da un Parodontologo che è lo specialista che si occupa di tutte le malattie del Parodonto tra cui anche quelle gengivali e quindi delle afte e se non si arrivasse ad una diagnosi certa e/o ad una terapia risolutiva, anche da un Clinico Medico (Internista). La lesione deve essere palpata, si deve valutare la mobilità sui piani sottostanti, se sia dolente alla palpazione, se vi siano linfonodi satelliti presenti e la loro delimitazione e dolenzia e tanto altro fino anche ad analisi ematologiche o a prelievo bioptico per fare le Diagnosi Differenziali in modo serio! Così almeno la penso io! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Quella non è un afta. La faccia visitare da uno stomatologo.

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

L'aspetto e i sintomi che riferisci potrebbero corrispondere alla diagnosi. Benissimo il gel prescritto, associ anche Alovex collutorio. In ogni caso da tenere controllata, deve regredire entro 15 giorni, altrimenti è opportuna una visita più approfondita presso una vicina Clinica Odontoiatrica Ospedaliera.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Egr. Signore, Premesso che non è possibile fare una diagnosi di patologia orale solo da una fotografia, dall'aspetto e dalla sintomatologia sembrerebbe una lesione da bruciatura. Tenga sotto controllo la sintomatologia e l'aspetto e se entro una settimana non è cambiata si rivolga ad un patologo orale

Scritto da Dott. Claudio Cirrincione
Firenze (FI)

Sig. Pier ho qualche dubbio sull'afta, perchè difficilmente le afte colpiscono i tessuti cheratinizzati, che sono preda di altre patologie. Le consiglio di attendere 15, 20 giorni, se tutto regredisce spontaneamente non c'è nulla di grave, se la lesione permane occorre visita presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Sig. Pier, difficile fare una diagnosi tramite una foto. Potrebbe essere una stomatite aftosa o forse no. Comunque deve regredire in due settimane. Se non succede bisogna procedere ad una visita specialistica. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Stando solo alla foto, può essere una scottatura da cibo caldo oppure una infezione virale da curare con l'Aciclovir. Così le ho raccontato i due estremi. Faccia vistare la mamma nel centro universitario più vicino, dove ci sono dei dentisti che visitano decine di persone al giorno con problemi di patologia orale. Pensi un po' che esperienza! Buona fortuna!

Scritto da Dott. Bianca Carpinteri
Torino (TO)

Ha sicuramente l'aspetto di una scottatura. Se persiste e non sparisce da sola provveda come dicono i colleghi a portarla presso una struttura dove si possano eseguire dei test citologici e/o bioptici.

Scritto da Dott. Ernesto Bruschi
Frosinone (FR)

Se la lesione non é regredita con le cure in atto entro 14 giorni occorre una visita specialistica da parte di un patologo orale in un centro ospedaliero che provvederà ad un esame bioptico sulla zona interessata. Questi tempi devono essere rigorosamente rispettati..

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)

Difficile sia un'afta. Se non regredisce in 10/12 gg va si rechi dal suo dentista o presso il servizio di odontostomatologia a lei comodo. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Sullo stesso argomento