Menu

Domanda di Otturazioni Conservativa

Risposte pubblicate: 7

Ho la parte destra della lingua intorpidita e una costante sensazione di bruciore

Scritto da Sarah / Pubblicato il
Buonasera. Sono una signora di 50 anni. 15 giorni fa la mia dentista mi ha sostituito una vecchia otturazione in amalgama al primo molare inferiore destro, sotto la quale c'era una piccola carie, praticandomi anestesia tronculare. Tempo totale per l'intera operazione circa 30 minuti. Tutto bene, tranne che da allora ho la parte destra della lingua intorpidita e una costante sensazione di bruciore che si accentua parlando e deglutendo. Dr strofino la lingua con lo spazzolino o ci passo sopra un oggetto appuntito non sento niente. Inoltre, mentre i primi giorni nonostante il fastidio sentivo correttamente i sapori, da quattro giorni non più: non distinguo quello che mangio se non vagamente. Fin dal primo giorno assumo vitamine del gruppo B senza alcun risultato. La dentista mi dice che ci vuole tempo e pazienza e che il problema si risolverà ma io sono preoccupatissima. Come mai invece di migliorare peggioro? Svolgo un lavoro in cui devo parlare molto e la lingua in queste condizioni mi limita tantissimo. Inoltre mangiare sta diventando un tormento e mi riempie di ansia perché non distinguo nemmeno quello che ho nel piatto. Potete darmi un parere? Grazie!
Gentile Sig.ra Sarah, le lesioni nervose non chirurgiche guariscono sempre. Però ci vuole pazienza. Il comportamento della collega mi sembra comunque inappuntabile. Si le vitamine del gruppo B aiutano. Saluti.

Scritto da Dott. Ernesto Bruschi
Frosinone (FR)

Cara Signora Sarah, buongiorno. Il sospetto Diagnostico è che Lei abbia una Parestesia per sofferenza del Nervo Linguale omolaterale alla Terapia. Esso Origina dal Nervo mandibolare inferiore che a livello della Spina di Spix, si divide in nervo alveolare inferiore (che si anestetizza proprio in questa zona anatomica, anestesia detta tronculare), che imbocca il canale alveolare inferiore che decorre all'interno del ramo orizzontale della mandibola fino ad uscirne dal forame mentoniero per innervare anche la metà corrispondente dell'emilabbro (infatti si ha "formicolio all'emilabbro omolaterale per l'anestesia) e in nervo Linguale che decorre invece all'esterno vicino alla parte mediale (interna) della mandibola, nello spessore dei tessuti molli e che innerva i due terzi anteriori della emilingua omolaterale fino alla punta e i due terzi anteriori del pavimento della bocca omolaterale e della Gengiva linguale dei denti frontali inferiori omolaterali! Ora, depositando l'anestetico con l'ago, può capitare, per un dislocamento anatomico dell'emergenza del Nervo Linguale dalla biforcazione del Nervo Mandibolare che si discosti un pochino dalla norma, che la pressione esercitata dal volume dell'anestetico o l'avere urtato con l'ago (avrebbe sentito una scossa alla lingua) il nervo stesso, possa causare una sofferenza di questo nervo e una parestesia che sono i sintomi da Lei descritti! Deve stare tranquilla perché passerà, più in fretta con terapie appropriate neurotrope a base in genere di Vitamine B1, B6 e B12 (associate) e di Neuramide ed altro a seconda della situazione clinica! La prescrizione deve essere fatta solo dal Dentista dopo adeguata Visita Clinica! Stia tranquilla perché l'ago non può "recidere" il nervo, per il fatto che è molto "sfuggente" e si sposterebbe, ma il contatto può farlo "soffrire"! Purtroppo sono cose lunghe ma si risolveranno :) Non c'è nessuna "colpa" da parte di chi ha fatto l'anestesia, nel modo più assoluto! Stia serena e si faccia prescrivere la terapia più adatta! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Sig.ra Sarah, probabilmente si tratta di parestesia causata dall'ago che è venuto in contatto con il nervo linguale. Sono lesioni che regrediscono sempre, ma purtroppo i tempi sono lunghi. La terapia consigliata è corretta. Deve avere pazienza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Lo so che è spiacevole, molto spiacevole, ma le lesioni, o meglio, micro - lesioni nervose non chirurgiche, come scritto dai miei colleghi, comunque regrediscono e guariscono sempre spontaneamente. A volte i tempi sono più lunghi, altre volte più rapidi, ma una anestesia tronculare, quindi l'ago della stessa, non può causare neanche volendo danni permanenti, bensìnsoltanto forme di parestesia temporanea.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Sig. Sarah, deve stare tranquilla e non ingigantire il problema tipo non sento più i sapori, non riesco a parlare per i movimenti limitati ecc., perchè tutto questo può falsare la diagnosi e non procedere con le corrette cure. Ora sono passati solo 15 giorni ed è troppo poco per sapere se occorre un parere da un neurologo. Cerchi di dimenticare l'accaduto rassegnandosi e consolandosi che in fondo non ha una brutta malattia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Succede solo quando il dentista è troppo preciso con la sede anestetica. Abbia pazienza, e in tempi brevi tutto ritornerà come prima. Buona fortuna!...............................

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Dovrebbe passare tutto in breve tempo. Può essere molto di aiuto il laser usato in modalità fotobiostimolazione (low level laser therapy) che può accellerare i tempi in queste situazioni.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)