Menu

Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 13

Oggi sono stato dal dentista per mettere 2 impianti sul 16 e 17.

Scritto da Massimo / Pubblicato il
Oggi sono stato dal dentista per mettere 2 impianti sul 16 e 17. Il dentista aveva detto che gli serviva la panoramica per vedere se c' era abbastanza osso ma alla fine non me l' ha fatta perchè era guasta e mi ha fatto una specie di radiografia solo che durante l' innesto dell' impianto praticamente il perno è uscito dall' altra parte del seno mascellare e non è riuscito a recuperarlo così ha deciso di farmi un rialzo mascellare e di estrarre il perno dal fianco la prossima volta. Sono preoccupato perchè mi ha detto di stare attento a starnutire e che potrei perdere un po' di sangue dal naso....Posso stare tranquillo ? Mi faccio vedere da un altro medico ? Chiedo consiglio
Sig. Massimo, la Rx panoramica è un’indagine preimplantare generica, che deve essere approfondita con RX endorali e TC. Ora, nel suo caso c'è stata una complicanza che forse poteva essere risolta direttamente in quella seduta, ma c'è stata la scelta di procedere in seconda battuta, probabilmente per ottenere nuove immagini radiologiche con ricostruzioni 3D, che permettono di dare maggiori stime di successo all'intervento. Le consiglio di controllare se chi opera su di lei, è iscritto all'ordine dei medici e di farsi rilasciare per iscritto dalla diagnosi alla complicanza, in modo che sia per il medico sia per il paziente, ci sia il massimo di chiarezza e trasparenza evitando di diffondere dati non corretti o mal interpreti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Oggi l'implantologia la fanno cani e porci letteralmente.. Vada da un Otorino e senta cosa le dice.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile Paziente, un incidente come quello che lei descrive (impianto finito all'interno del seno mascellare) implica un intervento immediato per la rimozione del corpo estraneo. Attendere "la prossima volta" non ha senso e la espone al rischio di infezioni al seno mascellare, soprattutto se dovesse essere presente anche una comunicazione oro-sinusale per un non perfetto collabimento dei margini gengivali nella sede dell'inserimento della fixture. E'auspicabile che sia almeno sotto copertura antibiotica, inoltre le suggerisco, se il suo dentista non decide di intervenire subito, una visita da uno specialista in otorinolaringoiatria per valutare l'immediata rimozione dell'impianto all'interno del seno mascellare. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Caro Signor Massimo, lei dice " Sono preoccupato", beh, direi che è il minimo come sua "reazione" ad una terapia improvvisata, assolutamente inconcepibile dal punto di vista scientifico, clinico e terapeutico! Stando almeno a quanto ci ha raccontato lei! Si faccia visitare da un vero implantologo e da un Parodontologo per valutare la eventuale comunicazione oro antrale e curarla, rimuovendo l'impianto e chiudendola chirurgicamente. Bisogna poi fare uno studio accurato preimplantologico per fare implantologia. L'implantologia come tutte le altre terapie Odontoiatriche e mediche in genere riferendosi non solo all'apparato stomatognatico, ma anche a tutto l'organismo sistemico, devono essere precedute da una Diagnosi, da Diagnosi Deffierenziale, da una Prognosi e da una pianificazione Terapeutica! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Quello che si appresta a fare il suo dentista è corretto, ma quello che ha già fatto, è stato fatto con troppa leggerezza, in modo imprudente e negligente: ma come si fa a pianificare l'inserimento di due impianti in una zona critica senza una nemmeno una Rx OPT, quando oggi è così routinario l'uso di esami diagnostici strumentali in 3D???

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Caro Massimo, devo dire che sono allibito! Le mettono un impianto senza precisi accertamenti radiografici ( la sola panoramica, ammesso che l'abbiano fatta, non è affatto esaustiva), le introducono impianto nel seno mascellare e le dicono che lo toglieranno "la prossima volta" . A parte che un corpo estraneo nel seno mascellare va immediatamente localizzato e rimosso tale intervento deve essere effettuato da mani espertissime tramite una finestra ossea quando possibile o tramite scopia da parte di un chirurgo otorino necessariamente in un reparto ospedaliero con narcosi generale. Le infezioni del seno mascellare se trascurate o non trattate adeguatamente possono riservare complicazioni anche molto gravi. Le consiglio di rivolgersi immediatamente ad un esperto professionista in grado di guidarla efficacemente alla conclusione di questa avventura. Cordiali auguri Michele Lasagna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)

Salve! le posso indicare, visto che si trova a Pavia, l'ospedale San Paolo di Milano per recuperare l'impianto dal seno mascellare. saluti

Scritto da Dott. Vincenzo Carpentiere
Barletta (BT)

O è una sonora balla o ha incontrato un fulminato

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Buongiorno, dalle quanto scrive si nota un po' di preoccupazione, mi sento di tranquillizzarla visto che qualsiasi collega che solitamente si occupa di implantologia lo fa o dovrebbe farlo, secondo le proprie conoscenze e coscienza. Sicuramente prima di poter asserire che la sua è una condizione grave è necessaria una visita odontoiatrica, al limite meglio in uno studio ove si pratichi implantologia come ve ne sono tanti, compreso il mio. Cordialmente Bruno Dr. Roberto Via Arzani 10 Tortona
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Bruno
Tortona (AL)

L'implantologia è una chirurgia semplicissima, alla portata di qualsiasi dentista, "salvo complicazioni". Ogni dentista che fa impianti deve essere preparato a questo complicazione, che poi non è tanto complicata, da risolvere sotto la stessa anestesia. Adesso è stata riempita la finestra ossea con segatura di osso, benissimo, in prospettiva di aprire una porta laterale domani per completare il giro turistico dell'impianto dentro il seno mascellare. Queste cose succedono a Pavia, dove nella sede universitaria abbiamo una delle più belle chirurgie maxillo-facciali del territorio. Veda lei. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Preferisco no rispondere!

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Sig. Massimo, dispiace sentire che l'implantologia possa essere gestita in questi termini. Ovviamente non posso conoscere i dettagli del suo rapporto con il suo dentista ma, se è vero che quello che lei ci riferisce, si tratta una congiunzione sfortunata di pressapochismo professionale ed "inesperienza" (non voglio usare altri termini ...). Non so se il collega ha esperienza di rialzi del seno mascellare ma le consiglio di pretendere assicurazioni in merito prima di farsi operare di nuovo. In questi casi, ogni chirurgo serio non apre nemmeno un lembo se prima non ha un quadro preciso di cosa deve eseguire, esistono da tempo dei protocolli operatori che peraltro prevedono precisi comportamenti da adottare anche in caso d'imprevisti come questo. Il caso che lei riferisce prevede il recupero del corpo estraneo (impianto)all'interno del seno mascellare in presenza di una comunicazione tra bocca e cavità sinusale ; non è esattamente una situazione facile da affrontare, richiede molta esperienza e perizia, perchè eseguire un rialzo del seno mascellare tramite la tecnica della finestra laterale in questi casi è piuttosto difficile a causa della presenza di una fenestrazione della membrana del seno(l'impianto si dovrebbe trovare dentro il seno e scollare la sua membrana sperando di trovarlo più facilmente in mani inesperte rischia di causare danni maggiori). Insomma, consiglierei di agire con una certa cautela, sempre che il collega non sia in realtà un esperto chirurgo al quale è capitata una giornata sbagliata (questo non lo posso sapere). Esperti chirurghi otorinolarigoiatri hanno mezzi diversi da quelli normalmente a disposizione dei chirurghi dentisti per intervenire nel seno mascellare (per esempio gli endoscopi a fibre ottiche). In sintesi, parli molto sinceramente dei suoi dubbi con il suo dentista e se le sue risposte non dovessero soddisfarla si rivolga subito al reparto otorino di un ospedale. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Marco Gabriele Longheu
Milano (MI)

Trovo molto esaustiva la risposta che le ha dato il dott.Longheu. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)