Menu

Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 14

Mia moglie si deve sottopore ad un intervento di implantologia in Serbia

Scritto da lorenzo / Pubblicato il
Mia moglie si deve sottoporre ad un intervento di implantologia in Serbia a Novi Sad da un certo dott. lozzi Enzo, ma ho paura che sia una truffa perchè non riesco ad avere notizie di questo dottore. Mi potete aiutare? Grazie Lorenzo. 
Caro Siognor Lorenzo...solo l'"FBI"..:) ...--- può aiutarla essendo in Serbia... sappia solo che la qualità, di regola, va pari passo con i costi, quindi non si lasci "abbagliare" dai bassi costi dei paesi dell'est...non c'è assolutamente qualità!!!...Le consiglio di rivolgersi ad un implantologo Italiano ... in provincia di Vicenza o zone limitrofe ci sono ottimi implantologi che fanno implantologia serissima e di altissima qualità...li trova in questo stesso sito Dentisti Italia...digiti la città e la regione e li troverà poi scelga lei...cordialmente Gustavo Petti, Parodontologo, implantologo, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Questo è davvero interessante. Se lei andasse ad un football club milanista a chiedere informazioni su Maicon o Mourinho, certo le potrebbero rispondere educatamente, ma non crede che in cuor loro, al milan-fc, si sentono avversari di quegli interisti?? Analogamente, cosa pensa che possiamo dire noi, dentisti italiani che faticosamente e con passione portiamo avanti una professione di altissima qualità e ormai di poche soddisfazioni economiche, degli sleali concorrenti dei paesi dell'Est, ed in particolare della Serbia che è un paese dal passato davvero poco edificante??? In questo sito raccoglierà solo critiche e inviti a servirsi della validissima odontoiatria nazionale..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Si possiamo aiutarla: si rivolga ad un professionista italiano serio e smettiamola con questi viaggi tipo Lourdes

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Gentile Lorenzo, solo in aggiunta a quanto già saggiamente dettole dal Caro Collega Gustavo Petti, professionalmente suggeritole da Dentisti Italia, e amichevolmente cosigliatole dallo Stimato Passaretti, e concorde con l'aiuto che le da il Caro Alessandro; desidero comunicarle che nel sud Italia operano implantologi di prim'ordine, con un'attività di assoluto livello e, cosa secondo me interessante per Lei, con costi come quelli del'est. Ci pensi. Cordialità gustavo de felice.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sig. Lorenzo, per esercitare in Serbia, non occorre essere iscritti all'ordine dei medici italiano. Speriamo che i suoi sospetti non siano fondati, altrimenti è meglio bloccare subito i contatti, rimettendoci anche qualcosa, ma con la salute non si deve scherzare. Mi piacerebbe conoscere il perché di questa scelta, da parte di sua moglie?

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Non capisco, vi fidate di tutto e di tutti purchè si paghi di meno?

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Dal nome si deduce che sia un dottore (?) italiano cooptato a lavorare nella struttura serba chissà con quali accordi... Io ho il padre di una mia paziente che è venuto da me per sostituire un attacco di una protesi mobile fatta in Croazia: non mi è stato possibile aiutarlo ed è dovuto tornare in Croazia. Ci pensi, ma in odontoiatria possono esserci urgenze e controlli periodici che è meglio siano fatti dall'operatore iniziale. Saluti

Scritto da Dott. Luigi Balestriere
Arezzo (AR)

Signor Lorenzo, ovunque al mondo esiste la necessità di coniugare al proprio lavoro degli utili, se qui in Italia la riabilitazione di sua moglie ha una forbice di costi fra gli 800 e i 2400 euro per impianto, spesso questo divario si giustifica solo entrando nei diversi studi che propongono le terapie, in Serbia oggi, in Olanda 20 anni fa si bada a fare cassa. I nostri pazienti sono tutelati dalla nostra stessa professionalità,cerchi chi più la soddisfa dal profilo economico,magari al sud Italia come suggeritole dal collega De Felice, ma un professionista e non un venditore di denti. Cordialmente Orazio Ischia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)

Ma dai!possibile che tra Vicenza e Novi Sad non ci siano professionisti in grado di risolvere il Suo problema? Ma come si fa a ricorrere alle cure di un tizio di cui non si può nemmeno accertare l'identità? Ma poi quando succederà, e vedrà che qualche cosa nel tempo accadrà, dovrà andare ogni volta fino in Serbia a controllare che tutto vada bene perchè nessun dentista in Italia metterà le mani su lavori fatti all'estero se non per rifarli di nuovo. Ho recentemente rimosso un impianto ad una sig.ra che le era stato applicato assieme ad un altro, e francamente non riesco a sapere in nessun modo di quale tipo di impianto si tratti, per cui la protesi che poggiava su questi impianti adesso non la può portare. Cordialmente Emanuele dr.Mansutti -Udine.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Emanuele Mansutti
UDINE (UD)

... E pensi se ci dovesse essere qualche problema dopo l'impianto... dr. Costantino Volpe - Salerno

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Caro Sig. Lorenzo,facendo implantologia dal 1986, vedo pazienti da molte regioni italiane e, da circa due anni, vedo persone italiane che devono rifare lavori di protesi su impianti fatte all'estero, soprattutto nei paesi dell'est Europa. Ma quale professionalità possono avere gli odontoiatri e gli odontotecnici in paesi in cui fino a dieci anni fa la miseria era la norma e gli unici lavori protesici eseguiti erano protesi mobili delle più dozzinali? Attualmente ho in cura diverse pazienti romene venute appositamente per sistemare disastrosi lavori implanto/protesici. Penso che bisognerebbe valutare bene i costi ed i benefici di una scelta così delicata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Cirulli
Bologna (BO)

Ma con tutti i bravi professiomisti che ci sono a Vicenza e province limitrofe si rivolga a qualcuno in loco che se ha un problema può esserle d'aiuto! La salute non ha prezzo!

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Un dentista italiano che va a lavorare in Serbia... Probabilmente non ha trovato lavoro in Italia. Ma come è possibile che non abbia trovato lavoro un VALIDO implantologo in Italia? Azzardiamo alcune ipotesi. 1) Non è "valido" ma è un cane, e non riesce a lavorare da persone serie. 2) E' un pivellino che inizia a fare implantologia. 3) Ha combinato qualcosa in Italia e ha dovuto scappare. 4) Va a fare turismo sessuale, e deve giustificare il qualche modo il suo viaggio all'estero con la moglie. 5) Non gli basta quello che guadagna in Italia e ne vuole di più. 6) Ha trovato una moglie serba e sta preparando il suo trasferimento. 7) Gli piace di più vivere in Serbia che in Italia. Ci possono anche essere altri motivi, naturalmente; in questo momento non me ne vengono in mente altri. Ma lei è disposto, se qualcosa andasse storto, a tornare in Serbia, solo per "farla vedere?". Non pensi di risparmiare poi così tanto, andando fin laggiù.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)

Egregio signore poco tempo fa è venuto nel mio studio un signore che aveva ottenuto cure (circolare superiore di ceramica scarsissima), con problemi veramente importanti di ascessi continui. gli ho consigliato di tornare dal dentista croato dove si era recato la prima volta...mi ha detto che era già andato e che gli erano stati prescritti degli antibiotici e gli era stato detto che tutto andava bene. siccome le infiammazioni si ripetevano continuamente non si sentiva di fare un viaggio ogni volta che i suoi monconi bestemmiavano per le cure (da cani prestate in un paese straniero). Naturalmente con tutta la buona volonta non ho potuto fare cio che era necessario (smontare tutto e fare le cure canalari di almeno sette denti) per non correre il rischio di rifare tutto il circolare a spese mie...dato che il signore aveva speso poco e non voleva spendere piu altro... signore carissimo...potrebbe capitare anche a sua moglie. Arrivederci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Filippo Frattima
Reggio Calabria (RC)