Menu

Domanda di endodonzia

Risposte pubblicate: 9

Dopo svariati consulti mi ritrovo praticamente al punto di partenza.

Scritto da Nicola / Pubblicato il
Gentili Dottori, Vi contatto perchè dopo svariati consulti mi ritrovo praticamente al punto di partenza. Brevemente: mi sono rivolto al dentista in seguito ad un ascesso proveniente da un molare precedentemente incapsulato. Il dentista dopo aver fatto delle lastre mi ha consigliato di rivolgermi ad uno specialista per valutare se il dente andasse estratto o se considerare la possibilità di fare una nuova cura canalare. Lo specialista dopo l'ennesima lastra in cui l'ascesso era ancora presente mi disse che era necessario estrarre non solo il molare ma anche il premolare che effettivamente risulta essere compromesso ma che ritenevo possibile salvare con una capsula. Non essendo completamento convinto sul da farsi e vivendo all'estero ho inviato le lastre al mio dentista di fiducia in Italia che mi ha confermato la necessità di estrarre il molare ma ha altresì detto che il premolare può essere salvato con una capsula. Dopo alcuni mesi in cui per diversi motivi non ho effettuato ancora l'estrazione con relativo impianto ho deciso recentemente di contattare un altro studio dentistico che dopo aver effettuato un ulteriore lastra (l'ascesso non era più presente) mi ha confermato la necessita di estrarre entrambi i denti (molare e pre-molare) e di procedere con due impianti. A questo punto ho nuovamente contattato il mio dentista in Italia fornendogli le nuove lastre per avere un parere definitivo. Ecco la sorpresa: secondo lui anche il molare incapsulato per il quale in un primo tempo aveva previsto l'estrazione può essere salvato in quanto l'ascesso siè ridotto e secondo lui si evidenzia dalla lastra un canale che non è stato trattato. A questo punto sono veramente confuso sul da farsi e chiedo cortesemente un parere. Allego una foto dell'ultima lastra. La parte in questione è l'arcata superiore sinistra. (a destra in foto). Grazie. Cordiali saluti.
Gentile Nicola, è molto probabile che, se lei interpella altri dentisti, troverà tanti pareri, uno per professionista. Alla fine sceglierà quello che gli ha detto ciò che Lei voleva sentirsi dire. Si fidi di una persona, alla quale potrà attribuire oneri, responsabilità e onori. Ma sopratutto, migliori l'uso del filo interdentale. Cordialmente.

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Caro Sig. Nicola, quanto ci ha fornito non è sufficiente per stilare una prognosi. E' indispensabile una visita e forse anche un intervento sui denti in questione prima di pronunciarsi. Scelga un buon odontoiatra e con lui troverà le risposte che cerca. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Luigi Stefanini
Pietrasanta (LU)

Caso Clinico Semplicissimo. Serve un dentista dalle mani di fata. Non intendo suggerirle un luminoso luminare, ma un semplice dentista di buona volontà, con le mani di fata che tutti i dentisti ambiziosi devono avere. Per sua norma e regola, e impari a memoria, anzi appenda un biglietto sullo specchio del bagno, si ricordi che i dentisti più bravi sono quelli che fanno meno impianti. In questo modo viene capovolto il criterio del popolino, che ama immaginare come forma di supremo virtuosismo l'azione di sparare viti dentro la carne e poi l'osso battezzato. Nella descrizione della peste di Atene scritta da Tucidite, mentre la città era assediata dagli extracomunitari, le cattive notizie erano giornaliere, eppure gli sventurati "preferivano credere nelle cose che speravano". Lei non metta mai la speranza davanti alla verità. Tutti noi dobbiamo cercare di restare interi e con i nostri denti fino alla fine del nostro tempo. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Gentile Nicol, tantissime volte è già stato detto che la panoramica non è l'esame ideale per una diagnosi in questi casi clinici. Innanzitutto è necessario giungere ad una diagnosi certa senza la quale non ci potrà mai essere una terapia valida. La diagnosi è il risultato di una serie di dati che si evincono da una visita accurata con test di vitalità,sondaggio gengivale ed rx endorale ( non la panoramica). Sena diagnosi certa si procede per tentativi che di solito non risolvono la situazione. Dal suo racconto mi sembra di capire che si è rivolta a molti dentisti, a mio avviso dalla facile estrazione, da cui ha avuto pareri diversi che ovviamente la confondono. Denti come i suoi di solito si salvano tranquillamente con un poco di perizia e pazienza provando a eseguire una nuova devitalizzazione (ritrattamento) che se eseguito da dentisti capaci ha buone possibilità di riuscita. Si affidi ad un dentista capace meglio se endodontista che potrà valutare bene la situazione e porre rimedio ai suoi problemi senza ricorrere ad una facile estrazione. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Vada da chi è in grado di recuperare quei denti ben sapendo che non sarà una tragedia dover mettere gli impianti. Consideri la predicibilità del risultato e la durata futura. Auguri

Scritto da Dott. Andrea Campione
Augusta (SR)

Gentile Sig. Nicola, non si fa diagnosi da una panoramica. Comunque osservando la lastra direi che i denti si possono salvare. Non è una cura facile, ma non mi sembra impossibile. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Vada, di persona, da un dentista e proceda non soltanto con radiografie panoramiche ma anche radiografie endorali specifiche, per poter fare una diagnosi predicibile e indicativa dei pro e dei contro per il piano di trattamento conservativo e per quello chirurgico estrattivo.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Bravo, continui a chiedere pareri, ma non solo una volta più volte, e vedrà che alla fine avrà le idee più chiare; anzi cominci pure a domandare del 24 e del 14, uno con una vite, dentro una falsa strada, e l' altro con trattamento canalare incongruo, e dopo 6 dentisti, ora il web, ma non dimentichi che rimane ancora astrologia e cartomanzia ..............

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

dr-petti-gustavo-cagliari-fratture-denti-134-.jpg
Caro Signor Nicola, buongiorno. Ben Felice di darle un parere definitivo: venga nel mio Studio perché possa visitarla!In nome della Professionalità non potrei risponderle in altro modo:)Non si affrontano così le proprie patologie, sentendo tanti pareri come se stesse comprando e valutando merce da commercianti, al mercato civico! Si deve affidare ad un solo Dentista che le ispiri Stima e Fiducia reale e seguire solo lui! Ormai sta diventando una moda "insana" quella di sentire tanti pareri, forse anche perché molti dentisti non fanno, erroneamente, pagare la visita! Io la faccio pagare e l'ho sempre fatta pagare perché la visita è Specialistica, complessa e fondamentale per fare la giusta Diagnosi, Prognosi e quindi impostare la corretta Terapia! Inoltre la visita dal Dentista Si paga perché il professionista "mette in moto il suo intelletto per farla" oltre ai costi vivi che deve sopportare e sappia che almeno da me la visita dura circa un'ora e mezzo compresa l'informazione doverosa su tutto, qualsiasi sia il motivo che l'ha spinta a fare e si occupa non solo del solo problema da lei presentato, ma di tutte le patologie che ha in bocca compreso un sondaggio parodontale che se venisse sempre fatto, abbatterebbe drasticamente le patologie Parodontali che verrebbero diagnosticate in tempo. Non solo ma la bocca non deve essere estrapolata dal contesto dell'organismo sistemico e delle eventuali patologie generali che avesse per cui è necessaria una accuratissima e professionale anamnesi e semeiologia che permette di fare Diagnosi Differenziali! Poi tenga presente che qualsiasi fosse il motivo che la spingesse a fare una visita come deve essere fatta, di qualità, la sua situazione clinica va valutata non a se stante ma nel contesto dell'intera bocca, dell'unità dentale, intesa come dente, radice, gengiva, osso e rapporti con le altre unità dentali e quindi odontoiatricamente, endodonticamente, conservativamente, protesicamente, parodontalmente, gnatologicamente ortodonticamente etcetcetc! Se avesse dovuto pagare la visita avrebbe speso già una cifra di tutto rispetto per tutte le visite, certamente superiori o uguali alla stessa terapia e probabilmente smetterebbe spontaneamente di fare il giro malsano dei dentisti che malsanamente non le fanno pagare la visita che qualsiasi specialista o professionista che si "rispetti" fa pagare! Scusi l'impeto e la digressione che però trovo utile sia per i colleghi che per voi pazienti! Infine diffidi di chi fa una visita senza farla pagare il giusto prezzo! Probabilmente non fa una visita ma una occhiata "sfuggente"! Il paziente deve poter uscire dallo Studio Dentistico con la piena consapevolezza di quello che ha, di come si cura e del perché si deve curare in quel modo! Non deve sentire il bisogno di cercare altre risposte e magari anche nel Web! Chiaro, caro Signore? Cari Saluti e sono ovviamente a Sua disposizione completa se lo ritenesse utile :) Infine, solo per risponderle, ma in senso lato, le sue patologie odontoiatriche sembrerebbero "banalissima routine odontoiatrica" :) Ma, ripeto, detto in senso lato e visionando on line una lastra OPT che è inadatta per queste valutazioni. Quelle idonee sono Rx endorali singole in più proiezioni a seconda dei casi e come ho spiegato abbondantemente, niente può sostituire la Visita Clinica! Non faccia estrarre niente se non avesse una Diagnosi chiara e precisa!Le lascio un Poster di Denti molto compromessi salvati con terapie Conservative, Endodontiche, Chirurgiche Parodontali etc ed in bocca da oltre 30 anni circa! Cari Saluti ancora
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sullo stesso argomento