Menu

Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 7

Possibile rimettere l'apparecchio fisso per fare spazio ad un dente finto?

Scritto da Alessio / Pubblicato il
Ho utilizzato l'apparecchio fisso per circa 3 anni, da circa 4 mesi porto l'apparecchio mobile la sera. La linea mediana dell'arcata superiore è spostata sul lato destro, causa la mancanza di un dente dalla nascita. Mi chiedevo se fosse possibile rimettere l'apparecchio fisso per fare spazio ad un dente finto. E se si potesse fare, sprecherei lo stesso tempo e denaro di quando l'ho messo la prima volta?
Si affidi ad una struttura dove sono presenti specialisti competenti e preparati, con valutazione ortodontica completa (diagnostica e piano di trattamento relativo) e relativa eventuale valutazione implanto - protesica.
Non sprecherà in questo modo né il suo tempo né i suoi soldi.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Beh.. Lei ha appena terminato un ciclo di ortodonzia fissa.. Sarebbe stato (se possibile) compito di questo trattamento mantenere e-o creare lo spazio per l'incisivo laterale mancante. Credo che dovrebbe chiedere al dr. che l'ha avuto in cura. In ogni caso sono situazioni non facili, ma l'obbiettivo dovrebbe essere quello di armonizzare tutto, compreso il centro e lo spazio per il dente mancante.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Caro Signor Alessio, buongiorno. Scusi, ma perché non ha chiesto o chiede al Suo Ortodontista attuale? Solo Lui è consapevole della sua patologia disgnatica, diagnosi e terapia. E' necessario, per risponderle, fare un Ceck up Ortodontico con analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!L'esame Clinico Gnatologico valuta tanti parametri, tra cui, Overbite e quindi se c'è deep bite, Overjet e quindi se è presente un open bite. Curva di Spee, di Wilson, come detto, per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monson che non è altro che una sfera immaginaria che serve per allineare le cuspidi dei denti posteriori con i margini incisali degli incisivi frontali. Sarebbe eventualmente, ma lo deciderebbe solo il Dentista, opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! E poi Rotazioni, Inclinazioni, Estrusioni, Intrusioni, Migrazioni, Faccette d'usura. Visita A.T.M. (Articolazione Temporo Mandibolare) Rilevando se sono presenti Algie, Scrosci, Click, Sublussazioni, Contratture dei muscoli in particolare Massetere e soprattutto lo Pterigoideo. Valutazione delle Gengive e Parodonto. La Gnatologia deve sapere inoltre, studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione", precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d'occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d'occlusione,(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!). E tanto altro! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Probabilmente richiederà più tempo ( la distalizzazione dei denti è più laboriosa ) e nuovi costi sempre che sia possibile e consigliabile recuperare lo spazio per un impianto

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Caro Alessio, lei ha appena terminato un trattamento ortodontico per chiudere lo spazio lasciato vuoto dal dente mancante. Adesso vuole spostare tutto d'accapo per riottenere lo spazio vuoto dove applicare un dente protesico e bilanciare così l'occlusione e l'estetica. Personalmente lo farei, perché è la soluzione ortodontica che preferisco, ma... non poteva pensarci prima? Non aveva considerato col suo ortodontista le possibili alternative? Adesso dovrebbe iniziare un nuovo trattamento, con conseguente stress ai suoi denti. Si troverà certamente ad affrontare nuove spese ed una nuova tempistica. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

Sicuramente deve sottoporsi ad una nuova terapia che potrebbe avere tempi e complicazioni superiori a quella già fatta .
Ma mi perdoni ....non ha concordato il programma prima di cominciare la precedente terapia?
 

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Sig. Alessio, tutto è possibile ma non sappiamo se indicato, quindi per la risposta dovrebbe rivolgersi al professionista che l'aveva curata.,....................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento