Menu

Domanda di chirurgia

Risposte pubblicate: 19

Problema ad un dente devitalizzato a cui è stata fatta un'apicectomia

Scritto da francesca / Pubblicato il
Buongiorno, ho un problema ad un dente devitalizzato a cui 4 anni fa è stata fatta un'apicectomia. Ultimamente, sentendo un dolore sordo a questo dente, mi sono rivolta ad un dentista che mi ha fatto una radiografia e dalla radiografia risulta che una delle due radici è compromessa, cioè è spezzettata in 2 piccole parti. L'altra radice è perfetta. Il dentista dice che il dente è compromesso e mi darà parecchi fastidi e sarebbe consigliabile fare estrazione e impianto. Inoltre dice che il dolore che sento, tengo a precisare che lo sento solo a quel dente (dente n.36) è dovuto al fatto che soffro di bruxismo pertanto a forza di stringere sto infastidendo molto questo dente che alla fine si è compromesso. Io sinceramente non avevo mai sentito parlare di radici rotte a causa del bruxismo, mi pare esagerato. Ma la questione è posso salvare il dente? Perchè mi fa male se non c'è proprio nessuna infezione?? Un cordiale saluto Francesca
Problema ad un dente devitalizzato a cui è stata fatta un'apicectomia
Cara Francesca, il Suo problema è un poco complesso da risolvere con le parole. Bisognerebbe materialmente vedere la Radiografia (magari in due diverse proiezioni) e la panoramica dentale (ortopantomografia) per avvalorare il contesto nel quale il suo dente "malato" è inserito. Ciò perchè Lei (o meglio il Collega interpellato) asserisce che una delle radici (non so quale) è sana. Inoltre e non per ultimo Lei soffre di bruxismo, per cui che ne pensa di salvare la parte di dente sano e mettere a posto il Suo bruxismo che potrebbe crearLe dei problemi (anche seri) dopo l'inserimento dell'impianto? Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Walter Renda
Como (CO)

Cara Francesca, concordo con il mio collega Renda che per il suo caso sarebbe necessario vedere almeno una radiografia! Ma sento di poterle dire che prima di fare estrazione ed impianto ci sono sicuramente altre strade da valutare, per esempio salvare la radice sana. Come sta' la gengiva intorno a quel dente? E' ricoperto con una ricostruzione in composito o con una ceramica?... Riguardo l'eventuale impianto ci penserei se veramente è BRUXISTA in quanto il bruxismo rientra tra le controindicazioni all'implantologia, inoltre, se realmente è bruxista anche gli altri denti dovrebbero avere delle caratteristiche lesioni! Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Elisabetta Antonelli
Roma (RM)

E' chiaramente impossibile fare diagnosi di compromissione dentale senza un quadro clinico-radiografico: comunque se è presente del bruxismo è consigliabile mettere in atto tutte quelle procedure che lo eliminino o quanto meno lo limitano; infatti qualsiasi riabilitazione conservativa o implanto-protesica avrà una prognosi incerta in presenza di una parafunzione come il bruxismo non trattata.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Gentile Francesca, il bruxismo può causare la frattura radicolare. Qualora si tratti di frattura radicolare, l'unica soluzione è ovviamente l'estrazione dell'elemento dentario e la sostituzione con un impianto. Ovviamente per fare diagnosi, come già le hanno dei i colleghi, sarebbe necessario vedere delle radiografie. cordiali saluti

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Cara Francesca senza entrare nel merito delle ragioni per cui si è verificata la frattura di cui parli, anche perchè non dispongo di nessuna documentazione per poterlo fare, rispondo al tuo quesito circa la possibilità di salvare un dente fratturato a livello della radice. Le vie percorribili sono sostanzialmente due, se ci sono radici integre si può tentare la via della premolarizzazione, cioè eliminare la parte danneggiata e protesizzare quella restante, francamente non mi piace molto, preferisco decisamente l'ipotesi suggerita dal collega che ti proponeva la soluzione implanto-protesica, più prevedibile nel tempo. cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Antonella Pantaleo
Marsala (TP)

Sig. Francesca, complimenti al collega che le ha fatto l'apicetomia al primo molare inferiore. L'unico che può dirle se si può salvare il dente è il dentista che ha eseguito la radiografia e l’esame obiettivo locale. Il dente non è un elemento fisso nell'osso, ma è articolato mediante dei legamenti (gonfosi), per cui un dente fratturato, durante la masticazione, sollecita in modo anomalo questi legamenti, che le provocano il dolore da lei riferito, la frattura può essere una via di comunicazione per alcuni tipi di batteri patogeni che le potranno dare infezione. Da quello che ci descrive, sembrerebbe che il dente in questione sia all'ultima spiaggia ed è comprensibile la proposta fatta dal suo dentista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Carissima Francesca, concordo con i colleghi che è difficile esprimere un parere serio senza una visita e una rx del dente in questione. personalmente non ho mai visto una radice rotta a causa del bruxismo. comunque sono a sua disposizione per un eventuale parere professionale presso il mio studio a roma. Distinti saluti.

Scritto da Dott. Giorgio Alati
Roma (RM)

Cara Francesca, da cio' descrivi la diagnosi e terapia del tuo curante e' corretta, mi permetto di consigliarti una protesizzazione su impianti senza la classica ceramica che e' dura e anelastica, cosa non positiva nei bruxisti, ma di utilizzare i nuovi materiali compositi o in policarbonato che hanno un modulo elastico piu' vicino a quello del dente naturale. Cordialita'

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Sig. Francesca, mi piacerebbe visionare la radiografia, comunque il suo dentista ha ragione nella scelta terapeutica, anche se ci sono delle alternative come la rizolisi della radice compromessa e la protesizzazione della restante, ma non durano molto nel tempo. Le cause di una frattura radicolare sono diverse. Per il bruxismo le conviene subito prendere dei rimedi con un bite ben fatto da un dentista e non quelli che trova in farmacia.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Se la radice è fratturata concordo con una possibile estrazione e sostituzione con impianto, ma attenzione al bruxismo! Purtroppo è una delle cause della mancata integrazione degli impianti. Bisogna, però, valutare l'intensità della patologia caso per caso. Se lei è una forte bruxista anche gli altri elementi presenteranno i segni di tale patologia (superfici consumate per esempio). Concordo con la possibilità di usare materiali a base di resine o compositi per la protesi se la patologia è di una certa rilevanza e di alleviare il problema (quantomeno notturno e quindi non controllabile) con un bite.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

Gentile Francesca i colleghi sono stati abbastanza espliciti, comunque è necessario una copia dei Rx del dente per continuare a darle consigli. Cordialmente

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)

Gentile Francesca, in assenza di visita ed rx,quello che le ha consigliato il suo curante, anche a me sembra essere la cosa più giusta e predicibile, aggiungo di proteggere i suoi denti dal bruxismo con un bite fatto su misura per evitare usure e altri problemi connessi. Saluti

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)

Anche io concordo con l'estrazione del molare e la sostituzione con un impianto. Come hanno già detto anche i colleghi opterei per materiali compositi nella ricostruzione dell'elemento a causa del suo bruxismo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Gentile Francesca, una terapia conservatrice può essere la rizectomia per salvaguardare e sfruttare l'eventuale residuo radicoronale dell'elemento dentario. L'implantologia rimane una valida alternativa con maggior garanzia di durata nel tempo. Distinti saluti

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Ciao Francesca, una cosa non capisco: l'apicectomia che hai fatto è sul 36? Perche se cosi fosse è stata tentata un'mpresa pressoche impossibile. Comunque difficilissima. Sotto quel dente infatti, c'é il nervo mandibolare e praticare un'apicectimia lì,vuol dire due cose. O si è un chirurgo maxillo facciale molto esperto, o che è stata TENTATA una apicectomia che non ha dato, appunto, alcun risultato. In Ogni caso se il dente ha veramente le radici fratturate il mio consiglio dettato da anni di implantologia e chirurgia della bocca,è l'estrazione del dente prima e l'impianto in un secondo tempo. La Rizectomia, cioe tagliare le radici per usarne una come se fosse un premolare, a mio avviso, è una tecnica un po vecchia se la paragoniamo alla implantologia moderna. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Trovare una spiegazione ai sui disturbi non e’ facile. Dopo tutti i tentativi per salvare quel dente forse la migliore soluzione e’ l’estrazione per conservare un po’ d'osso per poi inserire un impianto. Distinti saluti

Scritto da Dott. Paolo Paradisi
San Donato Milanese (MI)

Cara Francesca, Non posso darti un parere serio sul tuo dente senza poter vedere almeno una rx, anche la diagnosi di bruxismo richiederebbe un esame clinico ed un'anamnesi accurata. Posso pero' dirti che gli impianti rappresentano un' ottima soluzione per denti gravemente compromessi. Spesso su un' impianto (con la sua corona) ha una prognosi molto migliore di un dente che ha subito molti trattamenti (devitalizzazione, perni, apicectomia, ecc.) Quindi non esitare, se occorre, ad estrarlo e sostituirlo con un impianto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Riccardo Della Ciana
Civitanova Marche (MC)

Gent.ma Sig.ra Francesca, se una delle radici, (non ci dice quale, la mesiale o la distale? ) risulta fratturata, sicuramente la causa può essere fatta risalire o all'indebolimento dato dalla precedente apicectomia, ma ancora di più dalla probabile presenza di una ricostruzioe del moncone post devitalizzazione di antica data, senza che il dente in questo periodo sia mai stato ricoperto da una corona. Certamente il bruxismo può aver contribuito all'incidente. Il consiglio è sicuramente l'avulsione dello stesso con sostituzione implantare dello stesso dopo guarigione della ferita. Si potrebbe anche valutare, ma senza radiografia non sono in grado di poterla aiutare, anche la sola avulsione della radice fratturata, ( rizectomia ) e mantenimento dell'altra con copertura protesica dopo adeguato periodo di controllo con provvisorio. Il Bruxismo è una causa, a volte, di insuccesso implantare: sarà opportuno dopo l'eventuale posizionamento della corona definitiva, farsi costruire un BITE personalizzato a scopo protettivo. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)