Menu

Domanda di chirurgia

Risposte pubblicate: 6

Avendo preso antibiotici per 4 giorni si sarebbe dovuto ritirare del tutto il gonfiore?

Scritto da massimiliano / Pubblicato il
Buongiorno. Mia moglie si è recata dal dentista per curare alcuni denti. Dopo una visita generale, sono stati curati alcuni denti e ne sono stati estratti altri (3 denti del giudizio e 1 molare). In due diverse sedute. Uno o due giorni dopo l'estrazione di due denti del giudizio (quella del dente superiore sinistro è stata molto faticosa), si è creato un gonfiore nella parte superiore del palato, dal lato del dente estratto. Il gonfiore era di circa 3 cm di lunghezza, 1 di larghezza e dolente. Mia moglie ha iniziato a prendere gli antibiotici che erano già stati prescritti dal dentista per le estrazioni. Il giorno successivo il gonfiore si è dimezzato. Il giorno dopo ancora è leggermente diminuito lo spessore. Nei 2 giorni successivi (3° e 4° giorno) è passato il dolore e se lo toccava con la lingua davo molto meno fastidio. I primi giorni faceva male a toccarlo. Dopo però non ha più avuto miglioramenti. Adesso è di circa 1cm di circonferenza. Avendo preso antibiotici per 4 giorni (augmentin) si sarebbe dovuto ritirare del tutto il gonfiore? Dopo circa 10 giorni dalle estrazioni è tornata dal dentista. Secondo lui c'è un dente ricoperto tanti anni fa che fa infezione ed è solo una casualità che il palato si sia gonfiato proprio dopo le estrazioni. Ha inciso il gonfiore per fare uscire il pus. Ha inciso alla base del gonfiore, vicino al dente che sospetta provochi l'infezione. Mia moglie ha chiesto se è uscito qualcosa e lui ha risposto di si, molto. Il gonfiore però c'è ancora, ma a distanza di qualche ora è diminuito moltissimo. Ha prescritto una panoramica RX per vedere bene qual è la situazione generale. Alla luce di quanto scritto, è possibile escludere che si tratti di cancro? Oppure i sintomi sono molto generici e lasciano aperte tutte le ipotesi?
Avendo preso antibiotici per 4 giorni si sarebbe dovuto ritirare del tutto il gonfiore?
Gentilissimo utente, chiaramente non possiamo escludere nulla ma le possibilità che si tratti della brutta cosa che pensate e veramente bassa. Molto più probabile è la versione del suo Odontoiatra, che verrà confermata dalla RX.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Lei stà facendo grande confusione, non credo lei possa fare diagnosi, grande confusione fà anche il dentista a cui sua moglie si è rivolta. Una curiosità perche' parla lei al posto di sua moglie? ritorni dal suo dentista e le suggerisca di prescriverle degli antinfiammatori e di fare impacchi col ghiaccio

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Il collega sta operando assolutamente in maniera corretta, ma c'è un po' di confusione in quello che scrive. E' opportuno che vi rechiate dal vostro dentista per avere ulteriori chiarimenti.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Gentile Max. Davvero non è proprio il caso di pensare a brutte cose. Per prima cosa le dico che, anche se non ho capito bene dopo quanti giorni in totale sta permanendo il gonfiore, può essere del tutto normale. Le guarigioni delle estrazioni, specie degli ottavi, specie se indaginose, alle volte ci mettono molto per guarire. Una rx, come opportunamente consigliato dal vostro dentista, chiarirà se ad esempio ci sono complicazioni tipo radici rimaste dentro (può succedere) o frammenti ossei rovinati o fratturati durante la estrazione etc. ma non certo brutte malattie.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Caro Signor Massimiliano, buongiorno. "Alla luce di quanto scritto, è possibile escludere che si tratti di cancro?" Ma dice sul serio, c on tutto il rispetto? Non crede che se fosse stato "Cancro" il Suo Dentista Curante, che conosce la Situazione Clinica di Sua Moglie, avrebbe avuto un sospetto Diagnostico e fatto le analisi del caso anche istopatologiche? Detto questo, sinceramente non vedo nessuna "relazione" tra un ascesso ad etiopatogenesi o post avulsiva chirurgica o da Endodonto in Necrosi oppure Parodonto con tasche Parodontali e Parulidi (ascessi parodontali)! Però Lei fa una domanda precisa, anche se inopportuna ed io devo rispondere e allora rispondo: "come faccio a saperlo?" Solo con una Visita Clinica e semeiologica oltre che Radioogica, si può avere un sospetto Diagnostico che porti poi, con la corretta valutazione di Semeiotica Medica, alla corretta Diagnosi! Ciò precisato, ha un Medico Dentista che si sta prodigando intellettualmente e Professionalmente e non capisco questa Sua incredibile "sfiducia" nel "curante" poi Sua moglie! Poi scusi, perché mai fa il portavoce di Sua moglie?

A questo punto, mi dispiace ma le devo rispondere:" Se viene in studio, la visiterò Clinicamente e Radiologicamente e con Sondaggio parodontale e farò una Diagnosi, emetterò una Prognosi e pianificherò una Terapia!" Ovviamente "Scherzo", non mi permetterei mai di sottrarla impunemente a l suo Buon Odontoiatra! Però lei ha scatenato in me una tale "indignazione" per la mancanza di Riguardi, Considerazioni, Credito, Fiducia e Stima nel suo Dentista che mi è venuto "spontaneo" risponderle così nella speranza che capisca che tutti questi "Sentimenti" sono indispensabili per rendere Veritiero e Credibile un Rapporto di Reciproca Stima e Fiducia tra Lei ed il Suo Dentista! Le ho risposto così anche per la sua "ingenuità" nel ritenere che si possa rispondere ad una simile domanda senza Visitarla e senza vedere alme no una Lastra! Lei ha questi sentimenti per il suo Dentista? Se Egli le Consiglia questa Terapia, come potrei io contraddirlo? Non sarebbe mio compito né sarebbe Deontologico ma anche volendolo fare, non potrei perché non la Vedo Clinicamente, Semeiologicamente, Strumentalmente, Radiologicamente, Prognosticamente, Terapeuticamente, Anamnesticamente e non solo riferito alla sua bocca ma anche al Suo Organismo in Toto! Quindi parli col suo Dentista con sincerità e si faccia spiegare meglio le motivazioni. Se poi non volesse credere al suo Dentista allora si faccia visitare (a pagamento) da un altro Dentista in cui avesse però Fiducia e Stima! Non a caso ho detto a Pagamento perché diffiderei di un Dentista che facesse una Visita Gratis! Non esiste qualità a costi bassi! Come in un centro low cost, a basso costo dove fanno la visita gratis, la panoramica gratis etcetcetc! Ma purtroppo come accade anche da molti Dentisti Privati che non capiscono che La visita Odontoiatrica, ripeto , è un atto medico essenziale e "carico della cultura del medico e non può non essere fatta "pagare" con un giusto Onorario! Quindi se vuole un consiglio, scelga solo chi inizi una terapia o proponga o pianifichi una terapia, qualsiasi essa sia, solo dopo una adeguata visita Odontoiatrica completa e "colta"!Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Ciò detto mi permetto di sottolineare ancora, per l'ennesima volta l'importanza fondamentale della reciproca Fiducia e Stima tra Medico e Paziente ed allora le domando: "Lei ha Stima e Fiducia nel suo Dentista o no? Un consiglio, si limiti solo ad avere Fiducia e Stima nel suo Dentista! E' molto "antipatico" quello che fa! Cercare conferme sul Web anche se è un onore per Noi di Dentisti Italia ricevere tanta Stima e Fiducia e Credibilità da Lei. Però, vede, cerchi di capire che è essenziale che nel rapporto Medico-Paziente ci sia una base di Stima e Fiducia reciproca. Venuta meno questa "base", non avrebbe più senso il "Rapporto" Medico -Paziente. Parli quindi col suo Dentista ed abbia più Rispetto verso di Lui. Scusi se mi son permesso ma quello che fa è intellettualmente e Moralmente sbagliato. Mi scuso coi Colleghi di Dentisti Italia se mi sono ripetuto per l'ennesima volta ma questo comportamento "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio io possibile. Gentile Signora, le Domando, il Ginecologo, il Cardiologo o qualsiasi altro Specialista non convenzionato naturalmente, si fanno pagare la loro Visita e Voi pazienti la pagate come un evento normale! Perché non deve essere così per una Visita Odontoiatrica che la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e che , se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Cari saluti :) e non se la prenda con me ma con se stessa! Torni o meglio porti sua moglie (vede ho parlato senza neanche nominarla come se fosse Lei il paziente, preso dal suo aver preso il posto di sua moglie nell'interloquire con noi)) dal suo Dentista, questo le consiglio e faccia quanto lui vi dice! Lui conosce la situazione Clinica di Sua Moglie. Lui solo. Non noi. Non almeno, io! Cari Saluti e stia tranquillo!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Sig. Massimiliano, con i sintomi da lei descritti generalmente non si pensa al cancro. Se lei però vuole una diagnosi certa senza una visita come posso farla. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)