Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 6

Cisti arcata inferiore sx

Scritto da Claudia / Pubblicato il
Gentili dottori, scrivo in merito ad una cisti arcata inferiore sx rilevata casualmente nel corso di una panoramica di controllo un paio di anni fa e confermata, a grandezza invariata, dalla panoramica di controllo effettuata 3 mesi fa in occasione del l'estrazione dei denti del giudizio. Ho estratto a maggio un dente del giudizio dell'arcata inferiore sinistra. Già da un po' avvertivo dolori in quell'arcata inferiore e un fastidio alla gola, tutti fastidi che il mio dentista riconduceva al dente da estrarre. Ho sentito anche un otorino che ha trovato tutto in ordine a parte un arrossamento della gola che mi trascino ormai da mesi. Il dentista ha dunque proceduto all'estrazione senza particolari problemi. Adesso dopo due mesi continuo a sentire una sorta di fastidio nella zona della ferita e anche nei denti accanto e la gengiva mi sembra un po' gonfia. Sinceramente mi è venuto il dubbio eh si possa trattare della famosa ciste che inizia a farsi sentire. Il medico sostiene che se fosse quella i dolori sarebbero davvero molto, molto forti per cui tende a escluderlo senza ulteriori indagini dicendo che probabilmente il fastidio deriva dal fatto che la ferita sta guarendo ma che il processo è comunque lungo. Concordate anche voi con questo parere o è il caso di farmi vedere anche da un altro collega? I fastidi sono: dolenzia lungo tutta la parte sx, anche al tatto, e fino all'orecchio. Allego la panoramica di due anni fa in quanto non ho il file dell'ultima. La differenza sta nel fatto che ho tolto quasi tutti i denti del giudizio ma la cisti, a detta del dentista, è sempre della stessa dimensione. Ringrazio anticipatamente chi sarà così gentile da voler rispondere
Al di là del fatto che i sintomi da lei avvertiti potrebbero essere anche riconducibili alle lesione di tipo cistico peri-apicale al 36, non ha molti motivi per non intervenire in maniera risolutiva sulla stessa. È opportuna una radiografia endorale, una attenta valutazione clinica con le dovute considerazioni se è predicibile un tentativo di risoluzione per via ortograda o un intervento chirurgico di asportazione (soluzione ultima e possibilmente da evitare, combinata comunque ad un 3d).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Claudia, buongiorno. La Cisti di cui parla non è apprezzabile nei suoi dettagli perché la lastra è mal esposta, ossia sottoesposta (scura) e non dettagliata. Tuttavia vedo un osteopacità tra i due molari inferiori sinistri, da valutare bene e una alterazione del profilo della festonatura ossea parodontale con emisetti, crateri e riassorbimenti orizzontali interprossimali che fanno sospettare una presenza di tasche parodontali per parodontite. Solo una visita clinica può portare alla Diagnosi di queste patologie e della cisti e dell'addensamento osseo sospetto; sospetto perché la lastra non è chiara e chiarificatrice diagnosticamente! Ha anche corone protesiche irrazionali perché sovradimensionate e debordanti e denti estrusi come i due primi molari inferiori ed intrusi come i quattro premolari superiori con alterazione della Curva di Spee che individua il corretto rapporto dei piani masticanti superiori ed inferiori dei quali sembra non si sia tenuto conto nella esecuzione protesica. Ma prenda questo con le dovute cautele perché vedo tutto questo da una OPT che non è adatta per simili Diagnosi. Sospetta Diagnosi dettata solo dall'esperienza e dal fare Odontoiatria di qualità alta! Per non parlare dei frontali che probabilmente discudono male in protrusiva e lateralità creando probabilmente precontatti posteriori! Riguardo alla Cisti che non posso giudicare, tuttavia, se presente, e se odontogena, non può e non deve convivere con Lei perché può essere causa di malattie focali a distanza di organi importanti che hanno il loro Fucus di partenza "in cavità dell'organismo comunicanti con l'esterno", in questo caso la cisti stessa e/o le tasche parodontali se ci fossero come sembrerebbe! Per la cisti per sapere se fosse urgente curarla o no, basta fare delle analisi ematoilogiche che escludano la presenza di infezioni in corso nell'organismo: ASLO, RA Test o FR, Proteina C Reattiva, Ves, Emocromo con formula e frazione c3 e c4 del complemento con anticorpi anti ANA ed Anti ENA e γGT IgG IgA IgM che darebbero un quadro generico sulla presenza di una risposta immunitaria ed autoimmune del suo organismo! Mi dispiace aver dovuto fare tutte queste precisazioni ma Lei ha chiesto ed io devo rispondere! Dispiace anche vedere la sua disistima e non fiducia nel Suo Dentista dato che vuole conferme sul suo operato, on line! Cosa disdicevole ed io non sono certo un Giudice ma un Medico ma , ripeto, Lei ha chiesto e nel momento in cui chiede ed io rispondo, è come se "diventasse un mia paziente" , per così' dire ed ho l'Obbligo Deontologico e Professionale di Rispondere al Meglio! Quindi , assolutamente niente da dire dell'operato del suo Dentista, non mi permetterei mai e non avrei neanche elementi per dire cose diverse. Ma tant'è! In conclusione, Fiducia e Stima nel suo Dentista sono fondamentali anche se Lei Gli ha usato una "scorrettezza" nel cercare altrove, e nel Web, altre risposte o conferme! In ogni caso le "cose" stanno così! Spero di essere stato Chiaro. Cari Saluti e si tranquillizzi perché si può risolvere tutto ma occorre un buon Dentista esperto anche in Riabilitazione Protesica e Gnatologica, oltre che conservativa ed endodontica e Parodontale. Parodontale perché noto nella Sua troppo Giovane Bocca, difetti ossei con alterazione della festonatura e presenza di crateri ed emisetti che fanno sospettare la presenza di tasche parodontali: bisogna visitarla clinicamente con due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente!Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti. Legga nel mio profilo "Visita Parodontale" che poi non è altro che la Visita Odontoiatrica completa che mia Figlia Claudia ed io facciamo sempre per qualsiasi motivo fosse venuto da noi un paziente! :) Legga anche "Gengivite" e "La 'tasca parodontale.... questa sconosciuta!" e quanto altro volesse delle numerose pubblicazioni che troverà! In ogni caso va sicuramente e senza tema di smentita, prima valutata, diagnosticata, espressa la prognosi e curata, la Parodontite sapendo di che parodontite si tratta perché esistono diverse parodontiti! Questo il Parodontologo lo sa! Bisogna fare una Diagnosi Differenziale anche tra Parodontite e Gengivite! Insomma solo una Odontoiatria di alta Qualità può "curare" la Sua Bocca! :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, primo io non leggo nessun tipo di cisti a riguardo dei denti del giudizio, io leggo una pericoronite, poi lei ci pone alla visione una panoramica di due anni fa, VECCHIA, non più attendibile. Come facciamo a risponderLe quando non abbiamo nulla con il quale confrontare la sua asserzioni con le radiografie e sopratutto con un esame obiettivo? Distinti saluti 

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Per quanto si vede dalla pnoraqmica non si evidenzia alcuna patologia nè cistica nè tanto meno parodontale stia tranquilla si faccia eventualmente prescrivere un dentalscan mandibolare

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Sinceramente non riesco a fare diagnosi di cisti; forse si vede qualcosa a livello del 36 ma dovrebbe fare una rx endorale per avere una visione migliore; io farei anche altre endorali (status) per controllare la situazione parodontale. Comunque se c'è la cisti in quella zona almeno un esame di vitalita' al 36 avrebbe dovuto farlo. E se fosse una cisti non e' che deve aspettare per risolvere il problema. Si faccia fare una endorale

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Sig. Claudia, la RX pubblicata non serve a nulla, la diagnosi di cisti radiologica non è affidabile e occorre quella istologica. Ritorni dal suo odontoiatra si faccia mettere tutto per iscritto e poi ci riscriva che riceverà dei buoni e seri consigli.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)