Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 11

Sono una ragazza di 28 anni e da 11 mesi porto l'apparecchio fisso solo sull'arcata superiore

Scritto da Alice / Pubblicato il
Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni e da 11 mesi porto l'apparecchio fisso solo sull'arcata superiore, adesso mi trovo a fine trattamento ma non sono soddisfatta del risultato. Ho deciso di mettere l'apparecchio principalmente per finalità estetiche, avevo i denti frontali che non erano in asse con il centro de viso e overjet. Premetto che il difetto che volevo correggere era proprio l'overjet perchè oltre ad essere antiestetico non mi permetteva una buona chiusura delle labbra, i denti in questione si appoggiavano al labbro inferiore provocandomi fastidio. Il dentista era abbastanza restio a metterlo perchè secondo lui non avevo problemi di masticazione, ma dopo che ho insistito ha accettato. Dopo la prima visita di controllo mi ha informata del fatto che si potevano seguire 2 strade, una più veloce di compromesso, che avrebbe spostato i denti verso sinistra (dopo aver estratto il primo premolare sinistro dopo il canino)e durante lo spostamento si sarebbe provveduto a far rientrare gli incisivi frontali. L'altro metodo era più lungo, prevedeva 3 anni e mezzo circa di trattamento con l'apparecchio fisso sia sopra che sotto, che avrebbe sistemato anche i difetti all'arcata inferiore (anche qui incisivi un po'sporgenti). Io ho deciso per la prima perchè convinta che gli incisivi superiori sarebbero rientrati ugualmente. All'ottavo mese di trattamento ho visto che i miei incisivi non arretravano e ho deciso di chiedere al dentista le motivazioni, lui ha risposto con spiegazioni di tipo estremamente tecnico e poi dicendo che non era possibile far rientrare i denti nella situazione in cui mi trovavo, l'unica cosa che si poteva provare era la cuffia, allora fiduciosa ho acconsentito al trattamento che è durato 3 mesi, gli incisivi sono rientrati di soli 2 mm. Adesso ho già tolto l'arco, ma gli incisivi si sono già spostati (un leggero diastema) e mi restano da togliere gli attacchi, il dentista non vorrebbe mettere nemmeno la contenzione. Nel frattempo ho chiesto un parere ad un altro specialista che mi ha addossato la colpa perchè quando sono stata informata sulle varie strade da seguire avrei dovuto dedurre che l'overjet non poteva essere curato mettendo l'apparecchio solo sull'arcata superiore, mi ha detto che ormai è inutile intervenire e che dovrei provare a correggere il mio difetto da sola cercando di non sovrapporre gli incisivi al labbro inferiore. A questo punto vi chiedo se secondo voi è davvero inutile oppure potrei tentare altre strade, se si, quali? sapete consigliare un bravo ortodontista a Brescia? Grazie
Cara Signora Alice, se l'Ortodonzia è nata da un Ceck up Ortodontico e dallo studio accurato di un esame cefalometrico con registrazione degli angoli e dei segmenti di retta che uniscono punti di repere ben precisi, e studio fotografico del profilo e di fronte e dei modelli di studio e tanto altro, ossia se 'è scaturita da una Diagnosi reali che abbia portato ad una corretta impostazione periferica, solo il suo Dentista può saperle rispondere perchè solo lui conosce la situazione clinica e il punto di partenza! Io non posso certo essere "Giudice" tea l'altro non avendo fatto tutto quanto ho descritto! Se la terapia invece fosse stata fatta "ad occhio" allora sarebbe un altro "paio di maniche" ed i suoi dubbi potrebbero essere anche "legittimi"! Potrebbero, non sto dicendo che lo siano! C'è differenza nel significato dei due termini!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Le consiglio di trovare un terzo dentista che abbia un master in ortodonzia. O una vera specializzazione. A Milano saprei consigliarla io. A BS può forse trovarlo in questo sito. I due dentisti consultati hanno dimostrato veramente pochissima abilità, a mio parere. L'estrazione di un solo dente non è stata una cosa positiva. Davvero no. La asimmetria da lei notata dipendeva con tutta probabilità da una II classe asimmetrica, curabile solo con la razione extraorale. L'estrazione non può aver fatto altro che peggiorare la asimmetria e creare ora forse il diastema. Alla base di tutto ciò c'è forse anche una forte disfunzione linguale che se non curata, creerà costantemente recidiva qualsiasi trattamento venga effettuato. Si faccia visitare anche subito da una logopedista per vedere come si muove la lingua che è un muscolo potentissimo e può spostare mezzo mondo nelle arcate se ha una postura errata. Infatti deglutiamo 1500-2000 volte al dì.. Per sapere se il dentista cui si affiderà agisce correttamente potrà capirlo anche dal fatto che effettuerà cefalometrie diagnostiche. Senza delle quali si procede solo alla cieca perchè non si hanno i dati della conformazione scheletrica, indispensabili per progettare il trattamento e soprattutto per verificare la sua fattibilità. Per sapere cosa è la cefalometria legga i miei articoli in proposito su questo sito o sul mio. Quello che ho detto è solo una interpretazione via web. ci vuole un professionista reale molto valido che ponga rimedio ai danni fatti e sistemi se possibile l'occlusione non solo ai fini estetici, ma anche a quelli funzionali e masticatori e posturali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Alice, non si possono dare pareri senza un tracciato cefalometrico. Anche il secondo ortodonzista non poteva farlo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Alice, dalla foto che lei invia si presume una biprotrusione con sventagliamento dei grippo frontale superiore ed inferiore dovuto assai probabilmente da un deficit di dimensione verticale con arretramento del corpo mandibolare. Credo che sia già stata abbastanza "pasticciata" con movimenti ortodontici incongrui e soggetti a veloce e spiacevole recidiva. E' inoltre ovvio che la posizione mandibolare al momento presente ponga sotto sforzo l'Articolazione Temporo-Mandibolare e non mi meraviglierei della probabile presenza di rumori articolari in apertura ed in chiusura, sintomo importantissimo ma assai spesso trascurato da chi non gode di esperienza gnatologica. Il suo è un caso che deve essere affrontato seriamente e passo a passo. Prima di ogni cosa deve essere effettuata una precisa indagine neuro-muscolare che consenta di indicare una corretta occlusione dentale. Ciò si può ottenere solamente con opportune indagini condotte con specifici strumenti computerizzati che studiano i micromovimenti della mandibola nei tre piani dello spazio (kinesiografia) e le attività elettriche dei muscoli correlati in riposo e sotto sforzo (elettromiografia). Sarà cosi' possibile confezionare un comodo posizionatore mandibolare(ortotico) fatto di resina trasparente e comodamente portabile 24 ore al giorno, pochè invisibile e non invasivo nei riguardi della comune vita di relazione, che stabilirà un corretto rapporto cranio mandibolare e sarà guida durante una successiva e semplice correzione ortodontica. Assolutamente inutile alla sua età ogni tipo di intervento logopedale che risulta totalmente inefficace dopo i 16 anni, inadeguati gli studi cefalometrici che non tengono in alcun conto i moderni concetti funzionali neuromuscolari, pericolosissimi perchè forieri di probabilissimi peggioramenti ulteriori tentativi ortodontici che non abbiano una progettazione fisiologica ed una soddisfacente convalida clinica prima dell'attuazione dei movimenti dentali. Mi consideri a sua disposizione per ulteriori chiarimenti. Cordiali auguri di Buon Natale Michele Lasagna
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

E' parecchio strano. Eppure le risposte che leggo dei miei colleghi (non essendo l'ortodonzia la mia specialità preferita) sono sempre le stesse, o almeno dello stesso tono. L'ortodonzia è cosa seria e non la si inventa, e l'ho imparato a mie spese. Con una certa comprensibile tolleranza, i risultati possono essere in qualche modo previsti, e se il risultato non dovesse convincere, allora si tentano altre strade, ivi compresa anche quella di non fare nulla. Il mio consiglio è simile a quello del collega Passeretti. Buon Natale e buon anno.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Dott.Farina.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente le consiglio di seguire un ortodontista con un piano di trattamento ben preciso, secondo me nel suo caso si può fare ancora molto per correggere la sua occlusione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Le consiglio di seguire quanto già affermato dal dottor Passeretti che penso Le abbia così fornito le giuste indicazioni, cercando di darLe anche una motivazione scientifica. Insomma, è proprio il caso di consultare un altro ORTODONTISTA. E speriamo tutto si risolva al meglio.

Scritto da Dott. Angelo Bernardis
Latina (LT)

Le consiglio di seguire quanto già affermato dal dottor Passeretti che penso Le abbia così fornito le giuste indicazioni, cercando di darLe anche una motivazione scientifica. Insomma, è proprio il caso di consultare un altro ORTODONTISTA. E speriamo tutto si risolva al meglio.

Scritto da Dott. Angelo Bernardis
Latina (LT)

Sig. Alice, a fine crescita le basi ossee sono modificabili solo chirurgicamente, per cui se non desidera altri compromessi è tutto da rivedere.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)