Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Quanto dura il composito se messo bene?

Scritto da Alessandro / Pubblicato il
Buongiorno Dottori ho un quesito da porre. Dopo ortodonzia fissa in metallo mi è stato applicato un retainer che ho tenuto per due anni circa. Dopo 1 annetto circa si è staccato un dente dal retainer e mi si è mosso leggermente. Il mio dottore me lo ha sistemato e ha riattaccato il dente al retainer ma dopo 1 anno si è rimosso nuovamente creando un piccolo diastema. Il mio dottore questa volta lo ha riattaccato ma la posizione l'ha lasciata uguale e dopo circa 1 mese ha corretto il diastema con un po di composito. Siccome il mio dentista sta a Milano ed io lavoro a Roma è successo che dopo un paio di settimane il composito si è levato. Dopo aver chiesto al mio dentista se potevo farmi mettere il composito qui a Roma mi sono recato da un altro dentista che però mi ha detto che il problema è più "grave" in quanto l'ortodonzia come mi era stata fatta non aveva raggiunto il risultato sperato nella parte inferiore della bocca in quanto secondo lui i canini non erano allineati correttamente e quel movimento del dente nasce dal fatto che non vi è equilibrio e che ovviamente il composito è solo una panacea. Premetto che sono caduto giù dal pero ma ora non so come comportarmi. Il dottore "nuovo" mi ha proposto una nuova cura di 2/3 anni con invisalign per ruotare canini, far nuovo spazio e creare un nuovo equilibrio. Io non so cosa fare perchè sarei ancora nel "follow up" del mio primo ortodontista (con cui parlerò). Tuttavia un "normale paziente" che dovrebbe fare? Io non so chi ha più ragione (uno credo sia della filosofia di non sforzare troppo l'osso mentre l'altro è più "stile americano" quindi perfezione assoluta). Ammetto che il diastema dopo ortodonzia sicuramente non è cosa giusta e questo lo capisco anche io. Per adesso la situazione dal punto di vista estetico è comunque ok perchè curato il diastema praticamente i miei denti vanno bene però mi chiedo quanto dura il composito se messo bene? Cosa non devo fare per evitare di farlo saltare visto che il precedente è saltato via dopo manco un mese (non credo tuttavia fosse stato messo bene in quanto l'incisivo su cui era stato messo toccava sul dente di sopra in alcuni casi). Il vero problema è che credo di aver capito che il mio ortodonzista mi dovrà qualche spiegazione... Grazie per l'aiuto
Signor Alessandro, forse il primo dentista ha fatto quanto meglio ha potuto e saputo fare. Altrettanto il secondo dentista le sta proponendo quanto di meglio si sente in grado di offrirle, partendo da una situazione ortodontica già migliorata dalla precedente terapia. Inoltre il secondo dentista ha una marcia in più, perché può utilizzare una metodica più moderna e precisa e più prevedibile nei risultati, quale la tecnica Invisalign. Consideri pure che il secondo dentista risiede a Roma, dove si trova anche lei, e può seguirla con costanza, mentre il dentista di Milano... sta a Milano! Adesso sta a lei scegliere se iniziare un nuovo trattamento con risultati prevedibilmente molto elevati, oppure chiedere al primo dentista di integrare la terapia già eseguita con un trattamento aggiuntivo di correzione e rifinitura (che, credo, dovrà comunque pagare a parte). Certo che una ricostruzione in composito non è accettabile per chiudere un diastema dopo un trattamento ortodontico. In ogni caso lei deve puntare ad ottenere un equilibrio occlusale, che è il fine di ogni terapia ortodontica. Tenga presente un'altra cosa, non certo secondaria: l'equilibrio occlusale non potrà mai ottenerlo solo correggendo i denti, ma riequilibrando tutto il sistema stomatognatico! Chieda quindi al dentista che sceglierà, di valutare anche la "spinta" linguale. Infatti, se si è aperto un diastema dopo terapia ortodontica, nonostante il retainer, è facile che lei abbia un problema di "deglutizione atipica" o di "respirazione orale", necessitando anche di terapia miofunzionale (cerchi sul web), per cui la lingua continuerà a spingere sui denti, contrastando così l'azione di qualsiasi mezzo ortodontico contenitivo. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Alessandro, non solo il composito è una panacea, ma è assolutamente nefasto per il parodonto perchè creando sovradimensionamento e quindi sottosquadro, crea ritenzione di placca e danno parodontale con formazione di tasca e di un difetto osseo che tende ad assumere la forma complementare concava (cratere osseo con decapitazione della papilla interprossimale) complementare alla convessità del composito in eccesso! Ha bisogno indubbiamente di ortodonzia dopo ceck up ortodontico e cefalometria che la confermi e renda possibile la pianificazione terapeutica!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il mio consiglio se veramente vuole andare a fondo della questione, è valutare un terzo parere scegliendo un dentista che per dare una sentenza non si basi su una visita di 5 minuti, ma le faccia effettuare gli esami cefalometrici ed anche una valutazione logopedico-foniatrica per vedere la funzione a l'anatomia ossea. La invito a leggere i miei articoli sui miei siti riguardo la cefalometria. Si documenti e cerchi di capire come si deve lavorare in ortognatodonzia.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sono assolutamente sconcertato da quanto è successo. Il secondo dentista avrebbe dovuto chiederle il numero di telefono del primo dentista e avrebbe dovuto esporre a lui e a lui solo le sue perplessità riguardo la terapia, eventualmente con consigli e precauzioni invece di sfornarle una terapia (con tempistiche ed immagino anche costi) che manda in fumo tutto ciò che è stato fatto finora (senza volutamente entrare nel merito di ciò che è stato fatto, nel bene e nel male). Adesso lei ha perso fiducia nel primo dentista ed è dubbiosa del secondo. Certe cose mi irritano non poco. Non è deontologia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig Alessandro, il composito ha una vita media da 3 a 5 aa , frequentemente dura anche di più. Una buona alternativa sarebbero delle faccette di Lumineers. Ne parli con il suo dentista. Auguri. DOTT FAUSTO PERRONE / Catanzaro

Scritto da Dott. Fausto Perrone
Catanzaro (CZ)

Sig. Alessandro, criticare un trattamento ortodontico è semplicissimo, personalmente penso che nei miei studi non ci sia un caso che abbia raggiunto il 100%, come non lo raggiungono nemmeno le mascherine; tenga conto che i produttori delle mascherine da lei citate, mostrano alcuni casi dimostrativi pubblicitari, ricostruiti digitalmente, cioè con tutti i trucchi digitali possibili e non raggiungono il 100%, ciò può condurre a una possibile critica. Sicuramente il suo vecchio ortodontista le darà tutte le spiegazioni del caso, proponendole le corrette cure.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile paziente capirà bene che non è possibile, sulla base della sola descrizione effettuata, suggerirle se sia preferibile un nuovo trattamento ortodontico ovvero una chiusura del diastema con della resina composita. Consideri comunque che una "rimodellamento "col composito,quando bene effettuato, può durare diversi anni.Cordialità Prof, Dott. Russo Ciro Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia.

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)