Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 16

Ho l'arcata inferiore pi├╣ avanzata rispetto a quella superiore. Cosa si pu├▓ fare per correggere il difetto?

Scritto da giovanni / Pubblicato il
Salve, sono un ragazzo di 21 anni vorrei farle presente il mio problema: l'arcata inferiore è avanti rispetto all'arcata superiore, non ho i denti allineati. Praticamente i denti inferiori sono più avanti rispetto a quelli superiori. Mi può dire le cure o i trattamenti che posso fare? Aspetto una vostra risposta. Grazie.
Caro Giovanni, presumibilmente, visto che non dispongo ne di foto ne di rx, la tua sembra una malocclusione di terza classe. In parole povere e' un'alterazione quasi sempre scheletrica in cui la mandibola e' piu' grande del mascellare superiore. Ovviamente ci sono un a molteplicita' di varianti in questa patologia: una mandibola grande con mascellare normale, mandibola normale con mascellare piccolo, mandibola grande con mascellare piccolo. Le anomalie scheletriche si accompagnano ad un dismorfismo dell'intero viso con zigomi poco evidenti e labbro superiore piatto, naso largo con la punta abbassata. La terapia e' essenzialmente un intervento di chirurgia maxillo-facciale con programmi largamente collaudati che garantiscono risultati brillanti, anche perche' il cambiamento del viso e' radicale. Il trattamento chirurgico e' preceduto e successivamente seguito da un programma ortodontico che ha lo scopo di allineare e mantenere la rima occlusale dopo l'intervento per minimizzare eventuali recidive. Cio' che ho espresso e' una sintesi all'osso. Resto a disposizione per ulteriori approfondimenti. Cordialita'
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Buonasera Giovanni, dalla breve descrizione del caso il tuo problema si riferisce a progenismo (arcata inferiore in avanti rispetto all'arcata superiore). Il progenismo può essere di natura scheletrica o dentale. Per fare diagnosi è necessario effettuate una serie di radiografie ed effettuare una visita da uno specialista un ortignatodonzia (ortodonzista) in quanto le strade che si possono percorere per allineare i denti sono diverse a seconda della diagnosi: il progenismo vero "Scheletrico necessita di una terapia ortodontica seguita poi da un intervento di chirugia maxillo-facciale!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Elisabetta Antonelli
Roma (RM)

Salve Giovanni, ti consiglio una visita ortodontica presso un odontoiatra della tua citta' dove la soluzione ti verrà esposta in modo certamente esaustivo. Poichè, come ha detto il collega precedente, le varianti sono molteplici, il consiglio migliore è quello di fare uno studio dello spazio e delle basi ossee che certamente si presentano in terza classe, ma che possono avere diverse soluzioni. L'esame da fare quindi è: CEFALOMETRIA! Ovvero misurazione del cranio attraverso punti di riferimento che si leggono su di un esame radiografico denominato "TELECRANIO IN LATERO LATERALIS", dal quale si vedrà anche il tuo profilo cutaneo e sul quale l'esame verrà sviluppato. Distinti saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vitale
Zafferana Etnea (CT)

Buonasera Giovanni, ho letto la tua domanda e le relative risposte dei colleghi. A questo punto credo che ti sia potuto fare un'idea più chiara su quale è il tuo problema e di come risolverlo. Vorrei però farti io delle domande: hai mai seguito un trattamento ortodontico da bambino? Da quanto tempo noti la situazione che descrivi? Da bambino, durante una visita dal dentista non è mai stato detto ai tuoi genitori la situazione della tua malocclusione? Sono domande che faccio io a te solo per informazione personale. Grazie di un'eventuale risposta.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Simona Galiero
Marano di Napoli (NA)

Caro Giovanni, naturalmente i colleghi che mi hanno preceduto ti hanno già risposto in modo soddisfacente. L'approcccio migliore è farsi visitare da uno specialista in ortognatodonzia che eseguirà poi la diagnosi dopo accurata visita, analisi cefalometrica su teleradiografia del cranio in proiezione laterale ed eventualmente frontale qualora ci fosse una asimmetria, esame dell'ortopantomografia, analisi dello spazio sui modelli in gesso sviluppati dopo impronte delle arcate dentarie ed esame delle diapositive esguite ai denti. Vorrei fare anche io una domanda: in famiglia lo stesso problema tuo lo ha qualcuno? Il prognatismo vero, quello scheletrico, cioè a carico delle ossa, di solito può essere "ereditario". Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pio Attanasi
Venezia (VE)

Le risposte già date sono esaustive. La soluzione del problema prevede quindi sicuramente l'utilizzo di un apparecchio ortodontico, eventualmente in collegamento con un intervento chirurgico. Lo specialista che potrà esporti un piano di trattamento per la tua situazione individuale dopo la visita e dopo aver analizzato radiografie, modelli e fotografie è l'odontoiatra che si occupa di ortodonzia.

Scritto da Dott. Dario Spinelli
Bari (BA)

Ciao Giovanni, ovviamente è necessaria una visita presso lo specialista ortognatodontico che ti potrà suggerire le modalità di intervento dopo un accurato check up che, come precedentemente detto dai colleghi, prevede tutta una serie di indagini (radiografie, fotografie, modelli..). La cosa importante da capire è se il tuo problema sia risolvibile con un semplice trattamento ortodontico (per allineare i denti)oppure se si renda necessario un intervento combinato ortodontico-chirurgico (allineare i denti e correggere il problema scheletrico). Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Laura Marchione
L'Aquila (AQ)

Caro Giovanni, molti colleghi ti hanno già risposto da un punto di vista Ortodontico. posso aggiungere qualcosa che potrebbe essere di grande aiuto qualunque sia alla fine la tua decisione. C'è un aspetto importante su cui soffermarsi. Questa situazione ti crea solo problemi di estetica o difficoltà nella masticazione o si accompagna a problemi posturali evidenti come tensioni cervicali, lomalgia, facilità a problemi muscolari nella parte posteriore del corpo, soprattutto in relazioni ad attività fisiche? Ti accorgi di avere una lingua posizionata in basso, a contatto soltanto con la mandibola? in questo caso una visita miofunzionale potrebbe essere dirimente sulle scelte da perseguire. considera inoltre che la maggior parte degli interventi per la diminuzione della lunghezza della mandibola, pur eseguiti dai migliori chirurghi, danno frequentemente luogo ad alterazioni della curva cervicale che pagherai tutta la vita. anche la stabilità post intervento può essere compromessa da una spinta linguale orizzontale (nell'ntervento si riduce soltanto l'osso e in qualche caso si accorcia anche la lingua, ma non se ne cambia la direzione di spinta. Ciò determina, a volte, anche la comparsa di un morso aperto anteriore, non presente prima dell'intervento. Ma non voglio essere prolisso. spero questo possa bastare a completare il quadro. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Penso che la sua sia una soluzione combinata ortodontico-chirurgica. Cmq deve valutarla con un ortodonzista che si occupi di prechirurgica magari in collaborazione con un maxillo. Saluti.

Scritto da Dott. Pietro Convertino
Alberobello (BA)

Il tuo problema si chiama malocclusione di 3^ classe. La soluzione è una terapia ortodontica e forse ache chirurgica, ci vuole una visita e delle rx per essere certi. Saluti

Scritto da Dott. Carlo Del Deo
Napoli (NA)