Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 15

Dopo quanto tempo è possibile togliere la contenzione fissa?

Scritto da Matteo / Pubblicato il
Buongiorno, volevo chiedere dopo quanto tempo è possibile togliere la contenzione fissa per avere la certezza che i denti non ritornino alla posizione pre-trattamento. Io ho finito il trattamento circa 10 anni fa e ora vorrei toglierla anche per una questione di maggiore igiene. Ho sentito che basterebbe tenere la contenzione per qualche anno, quindi posso levarla senza problemi? Grazie
Gentile sig. Matteo, certamente dopo dieci anni può togliere la contenzione fissa relativa a trattamento ortodontico, anzi avrebbe dovuto fare diversi controlli in tutto questo tempo, per evitare carie secondarie e parodontopatie secondarie a gengiviti. Consideri che scopo della contenzione è la stabilizzazione dei risultati ottenuti, cioè l'apposizione ossea intorno alle radici dentarie. Ricordi comunque che una memoria elastica e quindi genetica è sempre presente, e un modesto ritorno alle condizioni iniziali può essere possibile, anche se minimo nel suo caso. Si rechi dunque dal suo dentista e lo faccia procedere anche con una adeguata ablazione, lucidatura, sbiancamento ecc. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Matteo, si tratta di una valutazione che dovrà concordare con il collega con cui è in cura. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Matteo, probabilmente si tratta di contenzione mobile e non fissa. Sicuramente il dentista ortodontista che la segue saprà dare delle risposte più certe conoscendo il tipo di malocclusione iniziale. Tenga comunque presente che molto spesso contenzioni mobili, magari solo nelle ore notturne,vanno tenute per lunghi periodi e alcune volte per sempre per evitare recidive. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Matteo, ha 33 anni, quindi è un uomo adulto! Le sembra una domanda da porre a noi anzichè farla al suo Dentista? Mi scusi se le rispondo così ma ha fiducia nel suo Dentista? Perchè ha bisogno di riscontri e conferme? In ogni caso è una domanda troppo generica e senza sapere che tipo di Disgnazia avesse e senza visitarla clinicamente ed anamnesticamente, non è possibile rispondere, ma questo avrebbe dovuto capirlo da solo. Ecco perchè ho sottolineato i suoi 33 anni!Ripeto mi scusi, ma sottrae tempo a chi ha veramente bisogno di una risposta Medico Odontoiatrica importante!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Matteo, purtroppo non c'è un'età o un tempo ben preciso per rimuovere la contenzione. I denti si spostano durante tutta la vita. La contenzione fissa è un aiuto a mantenere i denti nella posizione corretta, evitando spiacevoli recidive. Quindi rimuovendo la contenzione, c'è sempre il rischio che i denti possano leggermente spostarsi. Ne parli con il suo curante che conosce bene la sua situazione di partenza.

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Gentile sig Matteo, l'obiettivo cui una cura ortodontica dovrebbe tendere è quello di una occlusione stabile, ovvero in cui i denti combaciano con quelli dell'arcata antagonista senza creare forze parassite dovute a errati contatti dei versanti cuspidali. Forze che potrebbero generare nuovi spostamenti dentari, chiamati recidive. Stanti le variabili in gioco questo è un risultato difficile da ottenere in maniera perfetta. In linea di massima quanto più il suo dentista è riuscito a raggiungere il risultato, tanto meno dovrebbe essere necessaria la contenzione. Ne parli col dentista che l'ha in cura e vedrà che mediante l'analisi di modelli studio e prove di masticazione con semplice carta di articolazione avrà risposte più precise delle nostre. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

I miei illustri colleghi le hanno risposto correttamente. Personalmente faccio tenere un mantenitore fisso anche a vita, oppure mobile con controllo dello stesso una volta al mese: se questi resta passivo, bene; se diventa difficoltoso da posizionare il paziente si deve far controllare da me. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Matteo, non è possibile a distanza stabilire il corretto periodo in cui può essere rimossa una contenzione. Giustamente ben dice il collega Cacciafesta " I denti si spostano durante tutta la vita " per cui solo un corretto equilibrio ortognatico può mantenere stabile la situazione, com’è già stato anticipato dal Dott. Colla.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia

Con tutta onestà  dopo 10 anni di contenzione , per paura di creare problemi di recidiva creiamo problemi alle gengive. Concordi con il Suo dentista e starà  sicuramente meglio.

Scritto da Dott. Giovanni Vecchio
Pomezia (RM)

Signor Matteo, ha ricevuto varie risposte e tutte molto pertinenti, anche se differenti tra loro. Però solo il dottore che l'ha tenuta in cura ortodontica è davvero in grado di darle la risposta adatta al suo caso. Non esiste, infatti, un periodo di contenzione uguale per tutti i casi e tutte le persone. A volte bastano pochi mesi, a volte la contenzione può essere a vita: dipende dal tipo di malocclusione curata e dal sostegno parodontale dei suoi denti. Infatti nel primo caso, quando in un paziente giovane si è raggiunto terapeuticamente un buon equilibrio ed una buone armonia tra i denti e tra le arcate dentarie, questo equilibrio si mantiene automaticamente ed in modo naturale. Nel secondo caso, invece, quando si fa terapia ortodontica ad una persona molto adulta e con una bocca già disastrata e parodontalmente compromessa, una volta raggiunto un buon risultato terapeutico, questo dev'essere mantenuto finanche con una contenzione "a vita", spesso fissa mediante "splintaggio". Va da sè capire che tra questi due casi estremi esistono tante situazioni intermedie. Per cui le ripeto che nel suo caso, che non conosco, la giusta contenzione (con i suoi giusti tempi) può solo stabilirla il dentista che l'ha tenuta in terapia e che ha il dovere di controllarla periodicamente. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia