Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 9

Dopo una panoramica mi sono accorto di avere il 5 dx in disodontiasi incluso con sopra dente da latte anch'esso incluso

Scritto da MARCELLO / Pubblicato il
Salve ho un problema che mi affligge da diversi anni. Nel 2001 avendo dolori ai denti ho eseguito una panoramica e mi sono accorto di avere il 5 dx in disodontiasi incluso con sopra dente da latte anch’esso incluso. Sono andato dal dentista che mi consigliato di togliere il dente da latte e successivamente di vedere se il 5 dx inferiore riusciva a trovare la strada per uscire. Passato un anno mi rifeci la panoramica, ma il 5 dx inferiore era sempre lì anzi la situazione era peggiorata perché nel frattempo uscite le mole del giudizio sia dx che sx inferiori avevo ridotto lo spazio per poter uscire. Quindi come consiglio mi tolsi le due mole del giudizio inferiori ma il 5 dx inferiore ridotto già lo spazio poggiava sulla radice del 6. Per avere diversi chiarimenti ho consultato diversi dentisti e chirurghi in ospedale che mi hanno consigliato data la sua posizione molto vicina al nervo trigemino, di non toccarlo se non causava problemi. A distanza di anni ho cominciato ad avere problemi posturali e mal di schiena continui con sciatica sul lato destro. Andando dal dentista e ortodonzista mi hanno riscontrato una malocclusione e consigliato il trattamento con apparecchio ortodontico fisso. Adesso ha 8 mesi che porto l’apparecchio fisso, i miei problemi posturali e dolori alla schiena con sciatica non si sono risolti. Dopo aver dato una panoramica della mia situazione desidero chiedervi se: - Il 5 dx inferiore appoggiato alla radice del 6 dx inferiore inclinato per la mancanza di questo dente, sollecitandolo con l’apparecchio fisso per riportarlo dritto, può facendo leva portare in posizione verticale il 5 dx inferiore? - Inoltre se mi dovessi operare il post-operazione può avere complicazioni con paralisi del labbro dato che il dente si trova sul nervo trigemino? Se avete bisogno della panoramica per darmi un consulto migliore posso farvela avere. Grazie per la disponibilità.
Caro Signor Marcello... scannerizzi meglio panoramica perchè è troppo scura e non si vede niente...per cui non posso esprimere parei e consigli...sempre che lo si possa fare guardando solo una lastra...sembra ..ma dico solo sembra di intravedere un secondo premolare inf dx in profondità in inclusione ossea totale, orientato distalmente sotto la radice mesiale del primo molare...lo spazio a disposizione non si può valutare...nè i rapporti col canale mandibolare inferiore, per poter dire se lo si possa "agganciare" chirurgicamente e "guidare" ortodonticamente in posizione...o se lo si debba estrarre ...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazioni Orali Complete in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, da quanto da Lei esposto appare chiaro che gli esami diagnostici da lei effettuati non comprendono un esame TC. Solo con questo ausilio diagnostico possiamo avere informazioni dettagliate circa la reale posizione dell'elemento dentario incluso ed i suoi rapporti con le strutture circostanti. Quindi sarebbe opportuno, se non fatto precedentemente, sottoporsi a questo esame e rivalutare il caso. Cordiali saluti Dott. Giovanni Scalisi

Scritto da Dott. Giovanni Scalisi
Riposto (CT)

Sig. Marcello la RX che ha eseguito è insufficiente per sentenziare che l'avulsione di quel dente interferisca con il canale mandibolare, occorre un T.A.C. Dentalscan che mostra immagini tridimensionali. Difficilmente quel premolare inferiore riuscirà a crescere spontaneamente, forse deve essere rivista la diagnosi e il piano di cura cercando di raggiungere una prognosi con delle congrue conclusioni. La cura ortodontica a lei applicata, probabilmente mira solo a un allineamento dentale del gruppo frontale, perché mancano attacchi o bande ai molari, che sono fondamentali per risolvere i suoi problemi di mal occlusione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Marcello, una lesione del nervo alveolare inferiore non da paralisi ma alterazione della sensibilità di una piccola area del labbro inferiore. Ma non è detto che durante un'estrazione che coinvolga il NAI debba poi residuare una lesione permanente. Riguardo alla sua sciatalgia, tenga conto che l'occlusione è responsabile di alcuni problemi posturali, ma non di tutti. Potrebbe essere che il suo non rientri tra quelli di origine occlusale. La panoramica che ha inviato purtroppo non consente una chiara visione. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

La risposta al suo quesito può essere data solo con un'esame diagnostico di secondo livello, senza un dentascan non si può quantificare il rischio operatorio. Cordialmente Orazio Ischia

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Marcello, il problema va visto ed attenzionato sotto una visione olistica della cosa, dunque ok i problemi occlusali, ortodonzia etc... ma quelli posturali? Come pensa di risolverli? Mi contatti le darò delle soluzioni che la interesseranno. Cordialita'

Scritto da Dott. Giovanni Vitale
Zafferana Etnea (CT)

Caro Marcello, il 5° incriminato (45) non eromperà mai. Il fatto che sia inclinato sul 6° vicino non vuol dire nulla, quasi sempre erompe appoggiandosi a questo dente, ma ha rapporti col canale mandibolare tali per cui non può più erompere, neanche se applicassimo una forza per farlo erompere. Questa evenienza è molto rara (forse 1 su 30.000 casi) e neanche se si ci fosse mossi molto precocemente si poteva fare qualcosa. Ora lei teme che i suoi problemi di sciatica possano dipendere da questa mal occlusione. Non lo so e forse nessuno le saprebbe dare una risposta sicura. Se lo faccia estrarre in maxillo-faciale. Non ci sono rischi e avremo la risposta. Dopo l’estrazione faccia raddrizzare i 46 e 47, sennò ha messo l’apparecchio per niente. Cordialmente E.Spagnoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Le scuole di pensiero su malocclusione ed i sturbi del tronco sono un dilemma che trova pareri discordanti . Alcuni sia medici dentisti che ortopedici dichiarano che il problema è ascendente cioè il problema origina dalla malocclusione per poi interessare muscoli articolazioni dei tratti inferiori con conseguente algia del tronco irradiata, altri pensano il contrario. Spesso viene fatta una diagnosi per esclusione che può essere iniziata da un ortopedico od uno gnatologo che collaborano insieme e che progettano un programma comparato a lunga scadenza con ausilio di bjte plane, ortodonzia, riabilitazione protesica a questo si utilizzano plantari opportunamente effettuati mediante deambulazione controllata. Per ciò che riguarda il suo 5 se non crea problemi lo lascerei li dove sta senza andare incontro a rischi e senza avere la certezza che sia la risoluzione del problema. Comunque faccia una dental scanner per valutare i rapporti con il nervo trigemino diversamente sono supposizioni
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Gentile Marcello, la sua situazione è tipica dei pazienti gnatologici che frequentano il mio studio perchè non contenti della precedente soluzione. Sicuramente prima di intervenire chirurgicamente ed ortodonticamente bisogna intervenire dal punto di vista gnatologico-posturale poichè la mandibola si comporta come un manubrio del corpo, e se questo non viene posizionato correttamente l'organismo soffre. Per un qualsiasi chiarimento non esiti di contattarmi. Saluti e buon anno

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia