Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Sono una donna di 34 anni con una malocclusione ereditaria

Scritto da alessandra / Pubblicato il
Salve a tutti, sono una donna di 34 anni con una malocclusione ereditaria che fortunatamente sono riuscita a regolare, a mio avviso molto, da com'ero combinata, il mento leggermente protratto in avanti e un morso decisamente aperto dal lato sinistro di circa un centimetro. All'età di 10 anni circa ho dovuto portare un apparecchio che mi portasse il mento indietro perchè era leggermente protratto in avanti. Ho di nuovo portato un apparecchio fisso all'età di 27 anni per 3 anni circa cercando di chiudere il morso, non del tutto, però con netti miglioramenti. Successivamente, ho continuato a portare un bite per cercare di far "scendere" un pò di più l'arcata superiore su quella inferiore (chiedo scusa per la terminologia che non conosco), tutto questo per 3 anni. Ora sono davvero stanca di portare apparecchi anche perchè vedo che la situazione è statica. Il mio unico cruccio è di riuscire ad avere un buon allineamento dei denti, quindi solo estetico, grazie a Dio non ho ancora problemi più gravi e spero di non averne mai. Inoltre ho fatto una stratigrafia bilaterale ed è emerso che c'è una riduzione dell'escursione del condilo mandibolare dx e sn. Vi allego la stratigrafia (spero si veda) e una panoramica. Dimenticavo, noto che la lingua esce un pò fuori. Si può intervenire in qualche modo o è il caso che mi accontenti visto che non ho, al momento, dolori e fastidi? Grazie.
Cara Signora Alessandra... deve capire che non è possibile rispondere seriamente senza visitarla...l'Ortodonzia è una specialità molto seria...occorre fare una diagnosi ortodontica molto accurata. Si deve fare uno studio cefalometrico dei piani e degli angoli che "passano" per formazioni anatomiche precise dello scheletro e dei tessuti molli...che si studiano di regola con una radiografia latero laterale ...modelli di studio e tanto altro ancora...questo si chiama check up ortodontico che è il solo che permette di fare una corretta diagnosi ed impostare una altrettanto corretta terapia... poi L'Ortodonzista propone la terapia più appropriata ... Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessandra, genericamente in molti casi si può ottenere facilmente un allineamento dentale, ma in ortodonzia esiste un grosso rischio chiamato recidiva, dove si perdeno con facilità i risultati ottenuti. Per diminuire il rischio di recidiva occorre raggiungere un equilibrio occlusale, ottenibile con le giuste apparecchiature ortodontiche. Senza cure ortodontiche non è possibile soddisfare la sua richiesta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signora, le cose suggerite dai colleghi sono estremamente giuste, ma in più va valutato l'elemento muscolare. Se il morso è aperto è perchè la lingua non fa il suo lavoro, ma si interpone tra le arcate; la sofferernza articolare è causata inizialmente da un ipertono dei muscoli che operano la chiusura della bocca e la masticazione, quindi è essenziale per lei una valutazione accurata della funzione muscolare e, nel caso una rieducazione dei muscoli con la terapia miofunzionale. Un buon trattamento muscolare in generale favorisce il lavoro dell'ortodontista e non si sostituisce ad esso (io stesso mi sono cominciato ad interessare dei muscoli come ortodontista, per capire i motivi delle malocclusioni che trattavo e contrastare le recidive (sono più del 60% nell'immediato e oltre il 70% a dieci anni) di cui ha parlato il dott. Ruffoni. Ma c'è di più: il corpo umano accetta di più muscoli che funzionino anche in bocche con denti non allineati che il contrario.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Mi sembra di leggere una galleria degli errori. Non dico orrori. Tutti trattamenti idioti. Se le è stata messa una mentoniera lei può citare per gravi danni chi lo ha fatto, cioè un benedetto abusivo, cavolo!!!! Il fisso per chiudere il morso aperto se non si corregge la postura linguale, è dannoso. La postura linguale, come dice il prof. Ferrante, è alla base della forma della bocca. E così via. Non lo faccio mai in questo forum, ma la invito a raggiungere un qualche dentista, da trovare qui, non lontano da lei per evitare altre bestialità. Siamo in diversi che stanno vicino a lei. Oltre me potrei citare, a lei molto più vicino, il dr. Serafini. Fugga da un ortodontista abusivo!!!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Alla sua età e con il rischio di recidive la collaborazione plurispecialistica è indispesabile, ma prima di tutto una corretta valutazione della sua situazione sia dal punto di vista gnatologico ( evitare complicanze articolari ) ortodontico ( per il ripristino del corretto allineamento dentale ) foniatrico ( eventuale logopedia per azione linguale ) chirurgico ( se il trattamento ortodontico da solo non è in grado di risolvere il problema ). Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

La risposta di Marco Finotti mi sembra perfetta.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora, condivido la risposta di Antonio Ferrante...non potrebbe essere altrimenti...,modelli, analisi cefalometriche, laterali del cranio,...cari colleghi non medici, vi ricordo che in Medicina (corso di laurea) esiste una materia bellissima: Semeiotica Medica ,ci insegna a fare diagnosi basandoci sui segni clinici e soprattutto sulla corretta ANAMNESI... La Lingua (Meglio il sistema Lingua-Mandibola-Ioide) è fondamentale nel suo completo funzionamento per un corretto sviluppo scheletrico ma anche per altre svariate funzioni alle quali ci stiamo dedicando con varie ricerche sperimentali (congresso di Caserta 16/17 Ottobre 2009). La invito quindi a consultare i siti centroterapiamiofunzionale.it  od anche Miolabroma, posturalab.com  , per ulteriori info.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Messina
Bagheria (PA)