Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 9

Devo tenere a vita il bite?

Scritto da giuseppe / Pubblicato il
Buongiorno se è possibile vorrei sapere dei chiarimenti riguardo al mio caso!! ho i denti completamente abrasi e molto bassi con malocclusione da più di 10 anni con moltissimi problemi fisici e non solo anche ansia nervoso ecc ecc.... finalmente da 2 anni ho un bite superiore fatto bene di resina duro e mi ha cambiato la vita perchè per tanti anni usavo una specie di mascherina di silicone morbida che mi spacciavano per bite! Eccomi al punto come posso risolvere il mio problema? devo tenere a vita il bite? il problema è che sento tante soluzioni che mi confondono ancora di più!! tipo mettere 1 apparecchio ortodontico perchè ho il morso inverso, 2 ricostruzione totale delle corone e denti, 3 intervento maxilo-facciale !! non sò davvero che devo fare perché anche con il bite ho alcuni piccoli problemi ancora! Vi ringrazio sè mi potete dare qualche consiglio !! cordiali saluti
Gentile Giuseppe, il bite è solitamente un apparecchio di transizione per arrivare ad una soluzione stabile tramite ortodonzia o riabilitazione protesica.Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Giuseppe, la terapia che lei sta seguendo è sicuramente una terapia sintomatica e non eziologica cioè che cura o attenua sensibilmente il sintomo ma non rimuove la causa. Senza alcun elemento oggettivo si rischia di darle delle risposte che potrebbero confonderla ulteriormente. Sicuramente dovrà prima o poi abbandonare la placca o byte che sta usando ed è anche sicuro che dovrà eseguire una terapia protesica per ripristinare la corretta dimensione verticale. Le consiglio di recarsi da un buon dentista che sappia valutare la sua situazione nel complesso e verificare la reale possibilità di eseguire una terapia preliminare prima della definitiva fase protesica. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Partendo dall'inizio... Il problema sta nel fatto che il bite non è un presidio che risolve il suo problema... Se il suo problema è dato da problemi fisici di ansia e nervosismo, prima di togliere il Bite dovrà togliere la causa scatenante. I problemi occlusali possono contemporaneamente contribuire insieme all'ansia, allo stress... ecc.. come fattore di rischio all'instaurarsi del suo problema. Eliminati dunque i fattori scatenanti, anche una corretta occlusione con ortodonzia e chirurgia ortognatica potrà contribuire ad una stabilità che permetterà di mantenere una situazione di salute nel tempo. rimango a disposizione per chiarimenti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Caro Signor Giuseppe, per non ripetermi inutilmente e tediare tutti, colleghi e pazienti, legga l'ultima domanda di poco fa, 05-09-2011, intitolata:" Ad aprile 2011 il mio dentista disse che doveva alzarmi la dimensione verticale....." e troverà abbondantemente la risposta e guardi anche la foto. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Giuseppe, il morso inverso è anteriore o posteriore? Se è anteriore sarà meglio sistemarlo. Ma si può fare con sola ortodonzia? Sono troppi gli elementi mancanti per poter fare la diagnosi. A Catania ci deve essere il dottor Verzì che è molto competente. Vada da lui. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Si faccia curare da un esperto molto qualificato

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Buona sera, il bite è un presidio da utilizzare limitatamente nel tempo. Dopo avere stabilizzato la patologia/sintomatologia gnatologica e/o parafunzionale deve necessariamente stabilizzare il tutto con una finalizzazione protesica o protesico-ortodontica. Nel caso specifico, essendo i denti abrasi la sola ortodonzia risulta essere insufficiente. Se sussistono anche problemi ossei di entità non compensabili con la semplice ortodonzia e protesi può essere necessario o consigliabile un intervento di chirurgia ortognatica. Chiaramente non è possibile essere più approfonditi di così senza una documentazione clinico-radiografica e senza una visita accurata. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti. Dott. Dario Gravina
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Dario Gravina
Siracusa (SR)

Sig. Giuseppe, tutte e tre le proposte sono indicate al suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Purtroppo non è possibile indicarle un percorso terapeutico senza l'ausilio di esami diagnostici e di un esame clinico accurato. Si rivolga ad un collega specialista in ortognatodonzia esperto in terapie gnatologiche. Cordialmente Prof. Dott. Russo Ciro Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia.

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Sullo stesso argomento