Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 4

Ulteriore seguito alla domanda: Osteolisi periapicale

Scritto da fabrizio / Pubblicato il

Buonasera ho ricevuto già risposte al mio precedente quesito, vorrei riassumendo chiarire i miei ultimi dubbi se possibile, prima di una scelta definitiva (quindi questa è la mia ultima domanda) dunque da lastrina si evidenzia una probabile infezione, forse causata da 4° canale non trattato al tempo della devitalizzazione molare sup.,di qualche anno fa; il dentista consiglia la rimozione della copertura per intervenire direttamente, ecco il mio dubbio, se la devitalizzazione era stata eseguita bene come mi conferma il nuovo dentista, perchè il vecchio dentista non era intervenuto allora sul quarto canale? non è per caso che la cosa non era possibile, quindi a quale scopo riaprire ora? è più che necessario un intervento anche se non sono presenti granulomi o cisti nè dolore? è vero che i microbi se rimangono "consumano" l'osso? è consigliabile rivolgermi al vecchio studio che ha la cartella clinica e quindi la storia di quella devitalizzazione prima di qualunque scelta? se faccio un secondo consulto dal vivo probabilmente devo ripetere la lastrina...non è dannoso fare un'altra lastra? senza contare che poi ce ne saranno cmq altre dopo eventuale trattamento. Ringrazio anticipatamente per la vs. pazienza e le risposte.
fabrizio

 

Precedenti:
03/12/2009: Osteolisi Periapicale 2
01/12/2009: Osteolisi Periapicale

Signor Fabrizio mi chiedo se dopo aver visionato il sito della società italiana di endodonzia nutre ancora dei dubbi riguardo l'opportunità di intervento o non vorrebbe più semplicemente farlo? Non è certamente una cosa impossibile non rendersi conto della presenza di un quarto canale, ma le dirò la mia personale esperienza è che da quando uso di routine un sistema ingrandente adeguato e mi pongo con la disposizione mentale di cercarlo, molto spesso lo trovo. Quindi se c'è un'infezione sostenuta da un canale non trattato in precedenza stia tranquillo che riaprendo il dente il suo dentista la potrà trattare. Che poi non voglia farlo lei questo è un'altro paio di maniche, e non è detto che se asintomatico oggi il suo granuloma non resti tale anche a vita,ma non è detto nemmeno il contrario,o  che degeneri in forma cistica. Allora se fosse questa la sua risoluzione di lastre dovrebbe farne una l'anno per verificare che non ci siano degenerazioni. Cordialmente Orazio Ischia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Fabrizio...sono in perfetto accordo e sintonia con quanto le dice saggiamente e con competenza il Dr. Ischia ed io aggiungo solo che ho imparato nell'esercizio della mia ormai ultratrentennale professione che più lo si cerca il 4° canale e più lo si trova... col tempo non essendo stato trattato la polpa di questo canale è andata in necrosi ...i microbi stanno e vivono nella radice in necrosi come in una "provetta" trovando un terreno ideale...sono microbi cattivi...anaerobi e gram negativi...le loro tossine escono fuori dal dente e causano una zona di osteolisi ( quella macchia nera che vede in radiografia, che mi auguro sia stata fatta e sotto forma di RX endorale) per stimolazione degli osteoclasti che distruggono l'osso (per intenderci gli osteoblasti sintetizzano e formano osso...gli osteoclasti lo distruggono)...una volta curata e sterilizzata e sigillata in modo perfetto la radice...queste tossine scompaiono dall'osso...perchè non ci sono più i microbi a sostenerle da dentro la radice...e il granuloma ( o la cisti) si riassorbe da solo...)...e sono pericolosi anche per l'organismo, potendo essere causa di malattie focali di organi a distanza, importanti, come cuore, rene, etc...(una malattia focale, per definizione medica, è una infezione a distanza di organi importanti sostenuta da una infezione in cavità del corpo umano comunicanti con l'esterno)...tra queste la bocca...quindi i granulomi...e le tasche parodontali=Parodontite (sono le cause più frequenti)...ecco perchè è importante che si faccia curare...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia in Cagliari, Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Fabrizio non curare il suo dente, il problema si sposta ma non si risolve, con il rischio di eventuali complicanze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non l'ha curato perchè non l'ha trovato. I parametri per la scelta fra il vecchio e il nuovo studio li conosce già. Altro, fra le risposte che le ho dato su questo e sull'altro forum, non riesco ad aggiungere.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia