Menu

Domanda di implantologia

Risposte pubblicate: 14

E' possibile che si sia infetto un impianto tanto da toglierlo?

Scritto da giusy / Pubblicato il
Salve mia madre ha effettuato il mese scorso un impianto al titanio. Non ha avuto in queste settimana e nessun fastidio .............solo la sensazione che quando mangiava il cibo si infilasse dentro al dente. Stamane ci siamo recati presso lo studio per effettuare la 1 ° rx di controllo. Il dentista durante il controllo ha tirato facendo forza dalla parte di dietro un pezzettino di carne.......è subita ha affermato senza fare ancora le lastre che mia madre per la sua cattiva igiene orale e ha perso e infettato l'impianto. E pertanto bisogna sostituire urgentemente l'impianto e la capsula. Mi sorge spontanea una domanda: - come fa a entrare del cibo dentro un dente??? - come deve fare una persona a pulire i denti in questo modo visto che lui l'ha estratto con una pinzetta?? è possibile che si sia infetto un impianto tanto da toglierlo???  la capsula non dovrebbe essere ben fissata da nn far entrare nulla. Scusate la mia ignoranza ma credo che conosciamo bene i metodi di spazzolamento e utilizzo di filo per l'igiene orale. E' possibile che questo esperto implantologo DEVE DIVENTARE RICCO A SPESE DEGLI ALTRI?? Signora lei si deve rifare impianto + capsula.....senza sottolineare ed legare la finezza e le espressione decorose che ha utilizzato. Voglio rivolgermi ad un altro dentista....mia madre è una persona di 68 anni con tanti problemi di salute. Ha subito 2 interventi di protesi allo stesso ginocchio in 3 mesi e a settembre ne dovrà subire un altro....emotivamente è a pezzi. Vorrei tanto aiutarla e sperare che tutto quello che ha detto questo TIPO non sia vero. Cosa mi consigliate?? che esame radiografico mi consigliate di far fare per visualizzare se c'e un infezione?? vorrei far vederlo ad un altro dentista. Grazie di cuore per il vs aiuto.....sono sicura che troverò un medico coscienzioso capace di aiutare la gente
Cara Signora, ci sarebbero tante cose da dirle, per rispondere alla sua domanda... Innanzitutto l'impianto è stato davvero posizionato un mese fa? Ed in un solo mese è già stato caricato di una corona protesica definitiva? La cosa potrebbe essere plausibile ma, in tal caso, il dottore dovrebbe anche sentirai corresponsabile di un fallimento implantologico così precoce, evitando di mettere se stesso in condizioni di essere offeso con affermazioni squallide ed irrispettose come fa lei. Non esistono Medici con poca coscienza, poiché la "poca coscienza" è in antitesi con la Pratica Medica. Comunque, data la situazione, fa bene a portare sua madre da un altro dentista, che le darà i consigli giusti su come comportarsi e sulle cure eventuali da praticare. Non dovrà portare con sè nessun nuovo esame radiografico: sarà cura del nuovo dentista prescrivere o eseguire direttamente gli accertamenti che occorrono! Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)

giusy260712.jpg
Cara Signora Giusy è comprensibilissimo e giustificatissimo il suo "risentimento"! Cerco di risponderle al meglio! Ammettiamo che fosse vero che l'igiene orale di sua madre fosse talmente carente, praticamente assente da causare una gengivite o addirittura una improbabile perimplantite iniziale, però e quindi curabile, se così fosse allora l'Implantologo non avrebbe dovuto fare l'impianto perchè prima si mette il paziente in condizioni di riceverlo e po lo si fa! Se il paziente non fosse capace di mantenere una adeguata igiene orale, il Dentista deve provvedere e se non riuscisse a insegnarli e ad ottenere una igiene orale perfetta, non fa l'impianto perchè diventerebbe controindicato. Detto questo, ragionando quasi per assurdo, da quello che dice, la situazione non è questa, quindi l'impianto è andato male per altri motivi iatrogeni! Un impianto si può fare se ci sono le condizioni igieniche, gnatologiche, di rapporti corretti con gli altri denti antagonisti e prossimali, se c'è sufficiente osso e gengiva aderente e fornice e soprattutto che non ci siano tasche parodontali e quindi Parodontite. Dai modi del suo Dentista e dal fatto che abbia asportato un "pezzo" di gengiva, sinceramente rimango molto perplesso! Uno studio preimplantologico che prendesse in considerazione anche quanto detto, è stato fatto? E' stato fatto un sondaggio Parodontale negli altri denti? Era un impianto in zona edentula o è stato avulso (estratto) un dente magari per parodontite? Vado " a naso e per esperienza" ovviamente non vedendola!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Sig.ra Giusy, mi pare di capire che a sua madre è stato fatto un carico immediato, pratica molto di moda ma che non sempre si può fare. Bisogna rispettare parametri ben precisi altrimenti........................fallisce. Poi le è stato asportato con una pinzetta un pezzo di gengiva, mi pare molto strano. Non voglio criticare il collega, ma qualcosa non quadra. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Gentile Giusy, verifichi che si tratti di impianto (un dispositivo che va nell'osso) e non di un perno che viene messo nella radice del dente e sul quale si giustappone una capsula. L'impianto generalmente non viene completato immediatamente di capsula e, laddove lo si faccia, vi è un rischio aumentato di 'mancata osteointegrazione nel primo mese: i segnali sono la mobilità e il dolore alla masticazione, che sua madre, sembra di capire dalla sue parole, non aveva. Generalmente in questi casi si reinterviene a spese del medico chiedendo una piccola royalty per spese accessorie. Auguri per sua madre. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Armando Ponzi
Roma (RM)

Salve signora Giusy il suo racconto è molto strano bisognerebbe entrare nei particolari e vedere cosa è stato fatto realmente a sua madre. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Angelo Di Mauro
Sant'Agata li Battiati (CT)

Direi che l'impianto non si è integrato x cui giustamente va rimosso. Intanto mi sembra sia stato fatto un carico immediato se c'e la capsula e quindi comunque il rischio di insuccesso è più elevato, e il collega l'avrà spiegato a sua madre dobbiamo poi noi stare molto attenti a chi vengono fatti gli impianti; mi spiego meglio: se ritieni che il paziente abbia una cattiva igiene meglio non proporre impianti in quanto il rischio di insuccesso è più elevato, e se invece decidi di farlo importante è valutare l'entità del rischio. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Treviso (TV)

Concordo con i colleghi. Se realmente le cose stanno come lei ha detto, è suo diritto chiedere la sostituzione dell'impianto e della capsula a titolo gratuito per insuccesso implantare.

Scritto da Dott. Alfredo Sestu
Trecastagni (CT)

L'avverto che ogni dentista, nel settore delle protesi dentali, ha il vincolo medico legale di "obbligazione di risultato", e senza perdite di tempo dovrebbe rinfrescare la memoria del nostro con una lettera scritta da Adiconsum, sezione di Siracusa. Con questa premessa, ora le chiedo se la mamma, in condizioni di salute non brillanti, aveva bisogno proprio di viteria vile per poter masticare? L'impianto è una seconda scelta, e questo dentista non poteva meglio esibire la sua bravura nelle prime scelte? Stando così le cose, lei ha diritto di conoscere la marca dell'impianto, meglio se ottiene la scatola vuota (conservata per il numero di lotto), perché l'ambiente è pieno di imitazioni. Se ci scrive, posso aggiungere lumi. In privato, da Torino potrei darle un paio di indirizzi sul posto. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Sig. Giusy, in questo studio è presente la figura di un igienista dentale laureato o abilitato?

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Non vada da un altro dentista. Vada da un avvocato, e per primissima cosa si accerti che il soggetto sia un laureato. Infatti ci sono abusivi non laureati ovunque, e qualcuno si azzarda addirittura a mettere impianti. Questo giustificherebbe tutto l'operato e la spregiudicatezza che lei ci ha raccontato. Se è un abusivo, bisogna fargliela pagare molto cara.. Ci va di mezzo non i soldi solamente ma la SALUTE della mamma.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Il consiglio più vivo in questo momento è quello di rivolgersi ad un altro collega e fare visionare la mamma e il corredo diagnostico per farla tranquillizzare e vedere realmente cosa sia successo, via web è difficile dire se il collega ha fatto o meno degli errori o stabilire se la colpa di tutto ciò sia da attribuire a lui o realmente a scarsa igiene orale. Quest'ultima è sempre la causa della perdita di un impianto, naturalmente alla base ci vogliono le condizioni per poter posizionare un impianto. Per qualunque chiarimento resto a sua disposizione
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Benedetto Luca Rappa
Palermo (PA)

Gentile paziente, Di medici con coscienza se ne trovano tantissimi e questo sito esiste per questo. Francamente non ho capito benissimo i tempi, l'impianto è stato messo il mese scorso o è stata messa la corona? Poi il cibo entrava tra un dente e l'altro o dentro la corona?? Infine da cosa si è evinto che l'impianto è infetto??? Purtroppo io non riesco a capire benissimo!!! Attendo una sua più dettagliata descrizione del caso. Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Se l'impianto è stato inserito da un mese e quindi caricato in maniera precoce si può semplicemente parlare di fallimento e la responsabilità è anche del dentista che dovrà provvedere all'inserimento di un nuovo impianto. Gli impianti falliscono a tutti i dentisti e dare la colpa al paziente non è affatto professionale.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Cara signora per ovvi motivi ritengo estremamente lacunosa la sua descrizione dei fatti..... certo e' che per poterle dare un consiglio si dovrebbe vedere almeno la rx iniziale. Post estrattivo e carico immediato su singolo elemento sarebbe follia e non credo che il collega sia un folle.....impianto e carico immediato o meglio protesizzazione immediata e carico differito ,che sicuramente sarebbe corretto, prevede una corona provvisoria e poi una definitiva!!!! Se si vuole essere corretti!? In quanto alla presunta carenza di igiene orale " non si sottopone un paziente con gravi carenze di I.O. a trattamento chirurgico impiantare!!!! In quanto al fatto che lei utilizzi il filo interdentale non significa che lo faccia correttamente e quindi sarebbe l'equivalente del non farlo. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giorgio Petroni
Terni (TR)