Menu

Domanda di implantologia

Risposte pubblicate: 9

Ho notato che la protesi provvisoria che ho, non mi piace esteticamente.

Scritto da Laura / Pubblicato il
Buon giorno. Ho iniziato un impianto dentale circa 20 giorni fa, ed ora sto attendendo che avvenga l'osteointegrazione prima di mettere la corona definitiva. Ebbene, vedendomi allo specchio, ho notato che la protesi provvisoria che ho, non mi piace esteticamente... trovo che il dente provvisorio sia storto e che non sia uguale alla parte opposta (in senso speculare). Si nota uno spazio vuoto... mi chiedo se la bruttezza sia dovuta al fatto che si tratta di una protesi provvisoria, (e che quindi non necessita della cura estetica adeguata nei particolari, per ragioni pratiche), oppure se questa sarà molto simile a quella definitiva. Premetto che il dente estratto è il numero 24, e che lo spazio non è tantissimo... potrebbe essere questo, motivo di un' estetica per cui dovrei , nel caso, "accontentarmi"? spero di no... grazie in anticipo per la risposta.
Sig. Laura, un impianto non è un dente naturale con tutte le sue belle caratteristiche, è una riabilitazione amorfa che tende a simulare il dente naturale. Per evitare questi problemi occorreva pensarci prima e non arrivare a perdere il dente. Ora il suo Odontoiatra sta cercando di ottenere la migliore estetica, ma con tutti i suoi limiti, questo è un provvisorio per cui può ancora discutere con lui la forma del definitivo, senza mai arrivare al dente naturale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Sig.ra Laura, è vero il dente provvisorio che le hanno applicato non è bellissimo ma è pur sempre un provvisorio presumo di quelli immediati fatti in studio, sempre meglio che la finestra aperta, quando le farà il definitivo sicuramente avrà una estetica migliore, comunque esponga il quesito al suo dentista e si faccia fare un provvisorio più estetico.

Scritto da Dott. Gianfranco Tortora
Brescia (BS)

Cara signora Laura, buongiorno. A mio giudizio non "deve accontentarsi"! Gli spazi utili per un impianto devono essere valutati bene in sede di studio preimplantologico. Parla di poco spazio. Mi sembra invece che ce ne sia troppo! In ogni caso giusto o sbagliata che sia l'estetica, il problema è gnatologico. Tra l'altro mi sembra di vedere, ma non si capisce dalla foto) uno spazio vuoto (diastema) anche distale (dietro)al secondo premolare, tra esso e il molare che non si capisce dalla sola foto presa male, se sia un primo od un secondo molare! Guardi che non è mica obbligatorio fare un impianto! L'impianto s i fa se si può fare e s e fosse la migliore soluzione possibile! Sicuramente l'estetica del definitivo sarà migliore ma, attenzione: la corona non deve essere sovradimensionata e con sottosquadri nocivi per il parodonto. Mi sembra che lo spazio per l'impianto sia troppo grande per un impianto solo e troppo piccolo per due impianti! Mi sembra che ci sia un problema Gnatologico importante che si sarebbe dovuto risolvere prima o con l'Ortodonzia o con una semplicissima, estetica, confortevole, sicura, protesi fissa ( se fosse vero che ci fosse il diastema col molare) che avrebbe ristabilito, compensandola sapientemente, la giusta gnatologia superiore sinistra! Facciamo Implantologia nel mio Studio ma non fine a se stessa. Si fa solo se serve e se è la soluzione ideale! Questa avversione per la Protesi Fissa non la capisco! Voi pazienti siete male informati sia per le "scorribande" su Mister Internet, sia per la disinformazione, purtroppo, dei Dentisti, in particolare dei Low Cost che mercificano l'Odontoiatria riducendola, salvo eccezioni, ad Avulsioni (estrazioni) sconsiderate per fare impianti e la "salute del paziente diventa l'ultimo dei problemi", l'importante è fare prezzi bassi e "terapie" veloci e non impegnative per "guadagnare"! Non si può perdere tempo a salvare denti (costerebbe troppo, non al paziente ma al Dentista o Centro Low Cost! Vorrei tanto sapere se sia stato fatto un doppio sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti intervallato da igiene orale professionale, curettage e scaling e root planing, Rx endorali complete in proiezione conservativa e parodontale, modelli di studio per valutare la gnatologia su articolatore dopo analisi gnatologica clinica con le disclusioni incisiva, canine, in relazione centrica e palpazione delle ATM e dei muscoli Pterigoidei e Masseteri per accertarsi che non fossero in contrattura! Spendo ancora due parole per la Protesi Fissa perché trovo importante questa informazione: Oggi, la protesi fissa viene troppo spesso snobbata a favore degli impianti." Non esiste Impianto che possa eguagliare la qualità di madre natura, ossia la qualità di un dente naturale e la Protesi Fissa è su un dente naturale. Il discorso protesico poi è molto più complesso di quanto pensi, come già sottolineato. Il materiale protesico si sceglie in base alle funzioni che deve avere.Sappia solo che ci sono Leghe Auree a basso contenuto d'oro e altre ad alto contenuto d'oro! Ce ne sono altre a bassissimo contenuto ed altre ad altissimo contenuto! Ce ne sono altre non nobili ma molto valide per il modulo di elasticità che hanno e che a volte è addirittura più utile di una lega nobile! Dipende da cosa si vuole avere come risultato protesico e dalla situazione Clinica e dai costi!

Ogni Paziente è diverso. Ogni Bocca è diversa. Ogni impianto è diverso. Ogni Protesi è diversa. Una Protesi Eccellente nei materiali e nella preparazione dei monconi con spalla e Chamfer realizzati a regola d'arte, non "rovina" il dente ma lo "recupera", lo "salva", lo riporta in occlusione secondo le Tre Curve cosiddette di Compensazione, ossia la Curva di Spee, di Wilson e Monsen! Questo se volesse risolvere,ovviamente con "Maestria Protesica" (che non è di tutti) con velocità e sicurezza, facendo magari una Ceratura Diagnostica in cera bianca per farle vedere il risultato finale della protesi progettata però con Arco Facciale di Trasferimento per avere la Posizione Spaziale della Base Cranica e il Valore del movimento di Bennet, il movimento del Condilo Lavorante e di quello Bilanciante, altrimenti non c'è niente di meglio che l'Ortodonzia, dopo adeguato studio Cefalometrico e Ceck Up Ortodontico per creare, se mancasse o fosse troppo, lo spazio per l'impianto. Dipende tutto dalla Sua situazione Clinica Reale che io non posso conoscere, ma il Suo Dentista sì! Allora perché cerca risposte al di fuori di Lui? Sul concetto di non "Rovina" il dente ma lo "recupera" dovrei dire moltissimo per sfatare la "leggenda metropolitana" tanto diffusa tra Voi pazienti ma purtroppo anche tra i Dentisti, che la protesi fissa rovini il dente! Ma scherziamo? Lo sa perché non si fa quasi più protesi fissa? Per il semplice fatto che la "Giovane Odontoiatria" non la sa fare! Si fanno tanti impianti che non si è più capaci a preparare correttamente un moncone di dente naturale, protesicamente valido, magari con pernomoncone! La "figura" del Protesista, ormai, è una "mosca bianca"! Questa è la realtà causata dalle low Cost e dai Dentisti che estraggono denti per fare impianti!

Basta fare un giro su You Tube e si vedono "delitti" e "crimini" con l'estrazione spesso di tutti i denti per sostituirli con impianti, roba da "matti"! Lo dico con cognizione di causa, da Parodontologo quale sono da tutta la vita e Gnatologo e Protesista ed Implantologo ma solo se "quella" bocca può ricevere impianti!:) Cari saluti sperando di avere fatto cosa utile non solo a Lei ma a tutti i Pazienti

CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Laura, il provvisorio come lei dice e già è insito nella terminologia deve stare in quel posto e svolgere la sua funzione per un tempo limitato per poi essere sostituito da un definitivo. Quindi la forma la vedrà nelle prove che sosterrà e potrà parlarne tranquillamente col suo dentista. Avrà modo e tempo. La forma si può, ovviamente entro certi limiti, modificare ed il suo dentista sarà sicuramente felice di ascoltarla. Invece sicuramente quello su cui vorrei porre un attimo l'attenzione è che si dovrà far spiegare bene il problema dello spazio vuoto. Purtroppo lo spazio vuoto è dovuto all'assenza della papilla che di solito ricopre lo spazio interdentale. E' un problema comune a tutti gli impianti in quanto manca ovviamente la festonatura della gengiva. Se si seguono determinate regole ,che il suo dentista implantologo sarà in grado di spiegarle,la papilla si dovrebbe ricreare o totalmente o anche parzialmente. Come detto prima è un problema comune che si può risolvere se l'intervento è stato ben programmato e pianificato PRIMA di fare implantologia. Queste cose sicuramente dovrebbe chiederle al suo dentista che conosce il suo caso clinico meglio di chiunque altro. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Buongiorno ha ragione nel scrivere che il provvisorio e storto, ma invece che porre la domanda a noi, si rechi dal suo dentista e si faccia fare la correzione del caso.

Distinti saluti
 

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Dalle foto non si capisce molto ma si intuisce abbastanza. Ha un problemino gnatologico. Forse era opportuno, come le è stato già detto, risolvere prima altre "cose", poi pensare alla protesi.
A mio avviso si può migliorare l'estetica ma a scapito del paradonto del distale. Ne deve comunque parlare con il suo dentista che saprà trovarle la soluzione. Abbia fede.

Scritto da Studio Dentistico Fiori
Castelnuovo di Garfagnana (LU)

Come hanno giustamente scritto e specificato i colleghi, si tratta comunque di un dente provvisorio su impianto (e la gestione dello spazio interprossimale, a livello gengivale, è sempre complessa a priori). La cosa migliore è parlarne con il collega che la sta seguendo e che conosce bene il caso clinico (posizione implantare, livello della cresta ossea rispetto al punto di contatto interprossimale, estetica complessiva).

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

La scarsa estetica del provvisorio (si tratta oltretutto di un impianto a carico immediato, cioè un impianto al quale è stata applicata subito la corona per motivi estetici, di non rimanere senza dente per il tempo della osteointegrazione) è dovuta a due motivi secondo me: la capsula è "corta" e questo ci può stare, nel senso che probabilmente il dr. ha voluto mettere un provvisorio che non tocchi bene con i denti di sotto, allo scopo di non sforzare con la masticazione il processo di integrazione dell'impianto. Cioè di farlo che non tocca per non farlo sforzare masticando. Il definitivo sarà senz'altro in articolazione corretta con gli antagonisti. Ma mi sembra che ci sia una questione inerente l'orientamento dell'asse dente, che sta obliquo, come forse anche lo stesso impianto. Questo dovrebbe essere possibile poi correggerlo col definitivo usando un moncone più "dritto". Queste domande e questi dubbi dovrebbe chiederle al dr. che ha fatto il lavoro. Lui potrà spiegarle meglio e rassicurarla, ed anche verificare se in questa fase del provvisorio si può ottenere anche per il provvisorio una estetica migliore (su sua richiesta, che forse potrà essere soddisfatta fin da subito). Tenga presente che per lavori così connessi con l'estetica (si tratta di un dente molto visibile) si dovrebbero fare preliminarmente, prima di eseguire l'intervento, delle simulazioni in laboratorio molto accurate partendo da impronte preliminari che servono, appunto, a simulare sul gesso con molta precisione cosa esattamente verrà fuori alla fine, ed anche a guidare il chirurgo ad un posizionamento dell'impianto con la inclinazione esatta da tenere durante l'intervento di messa in posa del medesimo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Gentile Sig.ra Laura, il dente è storto, ma potrebbe esserci un motivo per questo inestetismo. In questi casi queste domande vanno fatte a chi ha confezionato la protesi e valutare le sue spiegazioni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)