Menu

Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 10

Il dentista mi ha estratto a novembre la radice di un molare e un dente del giudizio

Scritto da stefano / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, il dentista mi ha estratto a novembre la radice di un molare e un dente del giudizio. Il molare faceva da base a un ponte ed era infetto da circa 4 anni (pus) mentre il dente del giudizio aveva una carie laterale complicata. Il dentista mi ha consigliato di levare entrambi visto che il dente del giudizio serviva a niente e la radice del molare era compromessa causa infezione. Mi ha detto di tornare dopo 4-6 mesi per inserire impianto (non quello a carico immediato) , ora leggo in giro pareri discordanti chi dice che bisogna impiantare subito altrimenti l'osso si ritira e chi dice che bisogna aspettare almeno 6 mesi che si riformi l'osso. Qual'è la scuola di pensiero giusta? Grazie
Gentile Stefano, il motivo della scelta di attendere 6 mesi dovrebbe chiederla al suo dentista che conosce la sua situazione clinica. Lasci stare le notizie che trova su internet perché potrebbero crearle confusione non avendo alcuna competenza al riguardo . Per rispondere comunque alle sue domande le posso dire che la implantologia post-estrattiva è una tecnica particolare che richiede una grande padronanza e comunque è gravata da una maggiore possibilità di insuccesso rispetto ad altre tecniche. Per quanto mi riguarda l'attesa di 6 mesi mi sembra esagerata in quanto di solito sono sufficienti 6-8 settimane per una guarigione però non conoscendo il suo caso clinico non posso dirle nulla rispetto a questo. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

Buongiorno a Lei, caro Signor Stefano. Lei parla di "leggere in giro pareri discordanti" e chiede "Quale sia la scuola di pensiero giusta"! Rispondo: Alla prima considerazione, dicendole che Lei, non fa bene a "leggere sul Web, in giro per il semplice fatto che non è in grado di "capire", non essendo un Medico Dentista od Odontoiatra! Alla seconda, dicendole che la cosiddetta "scuola di pensiero, le sembrerà "banale", dipende solo dalla situazione clinica e dalle preferenze personali del Dentista implantologo! Chieda quindi, come le dice giustamente il Dottor Savino, al Suo Dentista che conoscendo la Sua situazione clinica le potrà spiegare il perché ed il percome di tutto. Tra l'altro è suo diritto avere questa spiegazione perché è parte del consenso informato che si chiama informato perché informa! Aggiungo solo che avendo già perso due molari all'età di 57 anni, le consiglio di farsi visitare da un Parodontologo che valuti la salute parodontale della sua bocca (in particolare presenza e misurazione di tasche parodontali)!Cari saluti e non "si rompa la testa in elucubrazioni che non Le competono", in particolare ricorrendo al Signor internet per le risposte!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Dottor Google dice tutto e il suo contrario. Dopo un'estrazione è sufficiente aspettare 8 settimane, ma può variare da caso a caso. Personalmente ho in cura un paziente che ha dovuto attendere 4 mesi per una guarigione soddisfacente.

Scritto da Dott. Andrea Bartelloni
Pisa (PI)

Scuola di pensiero giusta? Anche io sono ricerca della risposta giusta, senza trovarla. Le suggerisco però un orientamento che io applico a tutti i casi della mia vita. Se un dentista toglie il dente e avvita subito un impianto, e quasi subito mette un ponte, e in giornata presenta una parcella, la prima domanda che io mi porrei da paziente è: "Non è che il nostro amico abbia delle cambiali in protesto? Non è che il nostro non abbia una amante troppo costosa?" Concludo che in qualsiasi campo un professionista con una vita privata serena sia il più adatto ai casi mei. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

La terapia di una malattia, comprese quelle del cavo orale, hanno dei protocolli, ma poi sta nell'esperienza e nella valutazione del medico curante decidere il percorso della cura, concordo con il collega Savino quando dice che in genere l'attesa di 4 settimane è un periodo congruo per una guarigione che permetta l'inserimento di un impianto, quindi se il suo dentista ha deciso di aspettare sei mesi, probabilmente ci sono delle valutazioni che noi non conosciamo, l'hanno portato a tale scelta.
Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Calavalle
Viadana (MN)

La soluzione giusta è molto semplicemente quella che dice il suo dentista di fiducia, che conosce bene la sua bocca e quindi il caso clinico specifico (relativamente alla situazione ossea, parodontale generale ed occlusale).
La scuola di pensiero giusta è quella che è indicata per il suo specifico caso clinico.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Gentile Sig. Stefano, su internet nessuno spiega che non c'è un'unica ricetta per tutto. Il carico immediato ha una percentuale di successo inferiore e l'alveolo post estrattivo deve avere precise caratteristiche. Chi preferisce usare una tecnica di preservazione dell'osso alveolare aspetta almeno quattro mesi prima di mettere un impianto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Lei legge davvero troppo...!! Gli impianti a carico immediato si fanno prevalentemente sui denti estetici, frontali etc. Sui molari sono ad alto rischio, meglio fare tradizionale. I mesi della guarigione e dell'intervento sono dettati dalla condizione. Se le ha detto di aspettare tanto è sicuramente perchè c'è talmente tanto di quel pus e infezione che prima non può guarire. Inoltre, scuole di pensiero a parte, come si fa a mettere un impianto in mezzo al pus???
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Con l'infezione il carico immediato (o meglio l'impianto immediato) non è assolutamente raccomandabile. Secondo me ha fatto bene il collega a rinviare....

Scritto da Dott. Mauro Mazzocco
Roma (RM)

Sig. Stefano, si preoccupa di una scuola di pensiero e non si preoccupa di aver perso 2 elementi dentari? Non esistono scuole di pensiero, come non esiste un caso uguale ad un altro per cui lasci il web e si affidi alle buone mani del suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)