Menu

Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 5

Ho fatto una devitalizzazione in seguito ad un granuloma

Scritto da Barbara / Pubblicato il
Buongiorno, Vorrei avere un opinione... Ho fatto una devitalizzazione in seguito ad un granuloma sotto il dente ed infiammazione del trigemino o al molare destro inferiore...la successiva volta il dentista mi ha messo una pasta devitalizzare senza arsenico, in quanto le radici del molare sono un po curve e gli aghi (scusate il termine) per la devitalizzazione non ci arrivano...ora leggevo in meriti alle paste devitalizzanti che non si usano più e che sono dannose...potrei avere un vostro giudizio? Grazie, cordiali saluti.
Cara Signora Barbara, buongiorno. C'è un po' di confusione in quanto dice. Parla di granuloma e poi di "infiammazione del Trigemino. Sono due patologie assolutamente diverse. Bisogna fare una Diagnosi Differenziale e questa la si può e deve fare solo Clinicamente! Parla di "pasta devitalizzante senza arsenico"! Bisogna sapere cosa è stato inserito nei canali e perché. Per esempio, Il materiale riassorbibile, per completezza, si può usare (sebbene raramente ed in casi eccezionali) se è però quello a base di idrossido di calcio per superare problemi temporanei però anche se c'è chi lo usa definitivamente in canali non sondabili assolutamente (rarissimi). Solo il Suo Dentista può spiegarle cosa ha messo nei canali e perché! Abbia più fiducia in Lui e più Stima. Non è corretto nei Suoi confronti quello che Lei ha fatto! Un conto è l'arsenico, un conto è l'idrossido di calcio che comunque non è "devitalizzante" ma "disinfettante". Che altro dirle se non che bisogna fare una Visita Clinica Odontoiatrica Completa ed in particolare endodontica con anche Rx endorali in più proiezioni per valutare bene i canali. E' giovane ed alla Sua età è molto difficile che ci siano canali insondabili e poi bisognerebbe diagnosticare perché sarebbero insondabili, sempre che lo fossero. Possono essere atresici o con calcoli o con rizolisi o con anatomia dei canali molto sfavorevoli e tanto altro. In ogni caso si riesce quasi sempre a superare gli ostacoli e a chiudere l'apice anatomico. Si rivolga, visto che è palese che non ha fiducia nel Suo Dentista (cosa riprovevole, mi perdoni la franchezza, ad un Odontoiatra di sicura Notorietà per avere un consulto Clinico! Il Web non è una "persona"!!! :) Cari saluti ed in bocca al lupo. Si risolverà tutto, ne sono sicuro.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Sig. Barbara, c'è un po'di confusione, l'unica cosa saggia che le posso consigliare e di controllare se il suo odontoiatra è iscritto all'ordine dei medici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

È più probabile che le abbia applicato una medicazione intermedia con idrossido di calcio o pasta iodoformica, più che una pasta devitalizzante in sè, ma la cosa migliore è sicuramente chiedere spiegazioni al collega per poter così stare più tranquilli.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

STA SCRITTO: "in meriti alle paste devitalizzanti che non si usano più e che sono dannose". Non esageriamo con le paure dei fantasmi. Molto più pericolose per la sua salute sono le scatolette dei supermercati che tutti compriamo senza leggere e senza capire. Poi faccia ben attenzione ad attraversare la strada sulle strisce anche se ha semaforo verde, perché molti automobilisti frettolosi attraversano l'incrocio contro il loro rosso, e tante belle signore con la sporta del supermercato sono morte ammazzate. Essendo molteplici le cause di morte prematura, le consiglio di andare più spesso in pasticceria. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Il trigemino non c'entra: il dolore deriva dal granuloma, infezione che c'è sotto quel dente. Va fatto un trattamento canalare adeguato. La pasta devitalizzante (a parte se sia dannosa e-o desueta) è inutile: è una contraddizione intrinseca, perchè se c'è granuloma il dente è in necrosi, non più vitale e quindi non c'è nulla più di vitale e da devitalizzare... Se i canali sono difficili, bisogna usare tecniche adeguate, sennò, pasta devitalizzante o meno, se non si arriva a pulire bene fino all'apice, il granuloma non guarisce. Un bravo dentista appassionato di endodonzia può trattare canali anche molto curvi e difficili. Ma in alcuni casi di canali veramente molto molto difficili, ci sono dentisti che si dedicano alla endodonzia in maniera pressochè esclusiva e sono in grado, anche con strumenti particolari come il microscopio che pochi hanno, di trattare quasi tutti i canali difficilissimi. A Roma ne conosco un paio di formidabili...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)