Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 6

Come mai il dente ha assunto questo colore quasi bluastro?

Scritto da mirko / Pubblicato il
Salve a tutti. Mi sono recato in uno studio dentistico nella mia zona e mi è stata fatta una devitalizzazione ad una carie decennale (ce l'ho veramente da 10 anni), non avevo dolore al dente cmq. Mi è stata fatta solo una ortopanoramica e l'intervento senza diga, avevo costantemente l'aspiratore in bocca assieme ad una sorta di garza. Alla fine della fiera mi è stata applicata una otturazione provvisoria da tenere per 15 giorni, il dente continua ad essere asintomatico. oggi sono tornato per otturare un'altro dente e controllandomi il molare mi è stato detto che tutto procede bene e che giovedi prossimo avrebbe chiuso i canali ed il dente. La mia domanda di base è: come mai il dente ha assunto questo colore quasi bluastro? inoltre ho letto un pò di cose sulla devitalizzazione e c'è chi lo fa in unica seduta e chi rimanda a più appuntamenti, in base a cosa si stabilisce questa cosa e soprattutto in base a cosa si prospetta con esattezza una tempistica entro la quale il dente sarà poi chiuso. voglio dire, perchè la cura canalare non mi è stata conclusa oggi? voi mi direte potevi chiederlo al tuo dentista. invece chiedo a voi per sapere se è una decisione che un odontoiatra prende in base a come è solito operare o se ogni caso ha le sue tempistiche. vi lascio una foto del colore del dente, il 36. grazie
Ogni operatore segue una sua scuola di pensiero: c'è chi preferisce chiudere in un unica seduta e chi preferisce mettere una medicazione disinfettante e chiudere successivamente. Dipende anche dalla situazione iniziale della polpa, cioè se era vitale o necrotica, se c'erano radiotrasparenze periapicali ecc. Comunque, ciò che conta è il risultato finale; il paziente non dovrebbe preoccuparsi se il dente viene chiuso in una o due o tre sedute... Ciò che è importante è come viene condotto il lavoro: come vengono puliti i canali, come viene isolato il campo (la diga è necessaria). Per quanto riguarda il colore, può darsi che il dente fosse già scuro prima e che lei non se ne sia accorto, questo può dipendere dalla carie o da una pre-esistente otturazione in amalgama metallica. Di questo non mi preoccuperei troppo, sia per la sede che per il fatto che, comunque, si può risolvere in vari modi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Dr.Gustavo Petti Parodontologo Riabilitatore Orale in Casi Clinici Complessi, di Cagliari. Diga di Gomma ed Eccellente Amlgama d'Argento, Statunitense
Caro Signor Mirko, buongiorno. Invece le rispondo proprio: " Chieda al Suo Dentista"! Non si può fare un corso di Laurea in odontoiatria per spiegarle quali siano i motivi per chiudere in prima seduta o in seconda o in terza! La colorazione poi è difficile che si sia verificata improvvisamente, sicuramente l'aveva già e non ci aveva fatto caso. Può essere dovuta al tipo di otturazione precedente, di cui non parla, per esempio se in amalgama d'argento di qualità scadente può essere dovuta agli ossidi che tale amalgama libera e che una eccellente amalgama non libera! Può essere dovuto ad una necrosi endodontica trascurata e a tanto altro! visto che esordisce con il "mancato uso della Diga di Gomma", non bisogna essere "fondamentalisti" e con le bende sugli occhi: in alcune situazione così come in diverse altre, l'uso della Diga di Gomma può essere sostituito da altre metodiche di isolamento del dente che sono efficaci e corrette e se il problema fosse solo questo, e consentisse di portare a termine la terapia, ben vengano, senza irragionevoli pregiudizi e senza la minima elasticità intellettuale da parte del Dentista. Ed ora faccio una precisazione che reputo opportuna in questa circostanza. La diga è molto importante, essenziale per alcune terapie, importante per altre, consigliabile per altre facoltativa per altre, inutile per altre. Dipende dal contesto clinico ed anatomico in cui viene fatta la terapia! Ne parli tranquillamente col suo Dentista, invece di andare a cercare irrispettosamente pareri altrove scambiando chi cerca di alleviare le sofferenze altrui per Giudici che si permettono di "giudicare" un collega! Questo è il risultato di un "fondamentalismo" nel fare informazione, da parte di molti colleghi. Il risultato è che il Paziente si permette di dubitare del proprio Dentista per simili "banalità"! Banalità nel contesto clinico del suo apparato stomatognatico. Non banalità nel senso che la Diga non si debba usare, anzi, si deve usare, ma come tutto, in Medicina, in Chirurgia, in Odontoiatria secondo il Giudizio del Medico Odontoiatra chirurgo curante! Non si "fissi" su dettagli la cui mancanza può essere dovuta a mille circostanze che non hanno niente a che vedere con la qualità della prestazione o la Cultura del Dentista. Mi riferisco alla Diga di Gomma ma potrei fare tanti altri esempi! Questo dimostra quanto sia "pericoloso" internet. Basta capire non bene un concetto che "crolla tutto" :( Per quanto riguarda la diga di gomma è la stessa cosa. E' ovvio che bisogna usarla ma è anche vero che ci sono situazioni anatomiche locali o contingenti che possono far preferire l'uso di altri tipi di isolamento del dente. Un conto è la teoria. Un altro conto è la cruda realtà! Dire quindi che la diga di gomma va sempre usata in ogni caso e comunque è una "mistificazione" della realtà e della quotidianità della Professione Odontoiatrica! E' "ipocrita" come affermazione assolutistica!Capisca quindi bene quanto dico e mai in senso assolutistico. Detto questo è palese che bisogna dare un messaggio da questa rubrica, ossia che la diga di gomma vada sempre usata, ma poi, se la si possa sempre usare lo decide il Dentista. Ecco un altro pericolo di internet. Il paziente legge certe nozioni e non si rende conto che dietro tutto questo ci sono anni ed anni di Studi, una Laurea, una o più Specializzazioni, un Percorso di Continua Educazione ed Aggiornamento, una continua attività culturale, didattica, di ricerca. Certi concetti quindi il paziente, come lei dimostra, non li può capire nel modo in cui dovrebbe! Le dico tutto questo rivolgendomi a tutti Voi pazienti per farvi capire quanto sia limitata internet come mezzo di comunicazione tra medico e paziente su tematiche cliniche e discuterne senza una visita diretta! Dobbiamo però pur rispondere nel migliore dei modi e nei termini più utili a voi pazienti. E' un compito difficile. Il consiglio è sempre quello di prendere tutto proprio come solo, appunto, un consiglio relativo e non in modo "assolutistico"! Se vuole una Diagnosi Precisa venga in studio da me per una visita Clinica!!! Non mi propongo mai ma qui mi sembra il caso! :( e non :) Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Ha già risposto il collega che mi ha preceduto, ma pretenda la diga, l' isolamento del campo è condizione necessaria per evitare le contaminazioni batteriche e quindi il successo della terapia.

Scritto da Dott. Aldo Gattoni
Barberino di Mugello (FI)

Ogni dente, bocca persona è differente quindi ogni cura può cambiare in base alle esigenze, il dente era scuro anche prima della cura solo che adesso con la pasta bianca provvisoria contrasta molto di più. Comunque chieda al suo dentista.

Scritto da Dott. Gianfranco Tortora
Brescia (BS)

Sig Mirko, la panoramica non è la RX ideale in endodonzia, ma ci si può accontentare; la diga in alcuni casi e quasi obbligatoria, in altri è una gran comodità per l'odontoiatra, ma non è obbligatoria. Quello che ritrova in internet non è vangelo, va sempre interpretato e non preso per scontato. Il colore è quello di un dente ammalato da 10 anni e non curato.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La metodica relativamente all'approccio della terapia canalare é variabile a seconda di chi opera, l'importante é ottenere un risultato finale ottimale (canali radicolari ben detersi e puliti, sigillo apicale adeguato, assenza di sintomi e segni clinici di sofferenza peri-apicale). Il colore scuso, probabilmente era presente giâ parzialmente prima a causa della lesione cariosa e della pre-esistente otturazione, niente di particolare né anomalo, viene corretto al momento della ricostruzione. La diga si é importante, ma non si concentri tanto su questa, quanto sul risultato finale è parli di più con il suo dentista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia