Menu

Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 8

E' normale lasciare il dente aperto senza otturazione?

Scritto da Mauro / Pubblicato il
Buonasera, Vorrei, gentilmente, una seconda opinione riguardo il problema di mia figlia, in quanto molto perplesso per quello che il dentista mi ha detto dopo averla visitata. La bambina (6anni) ha avuto un dolore insopportabile per 3 notti e 3 giorni a un dente canino già curato più volte. Adesso le è caduta l'otturazione e ha un'infezione, perciò prende l' antibiotico. Ma quando l'ha visitata il dentista, mi ha detto che il dente-nervo è necrotico, perciò dopo che passerà l'infezione dovrà pulire il canale e basta! Cioè lo lascerà aperto. Ho chiesto 2 volte, pensando di aver capito male, ma lui mi ha confermato che avrebbe solo pulito i canali poi avrebbe lasciato aperto, senza otturazione, senza manco chiudere il canale perché nei bambini non si può chiudere come nei grandi... È questa una soluzione? mi sembra strano anche se non sono un medico. Non so cosa fare, ho appuntamento fra 7 giorni e non so se andare o cambiare dentista, perciò sarei molto grato per i vostri consigli. Distinti saluti!
Caro Signor Mauro, buongiorno. E' vero che i canali dei denti decidui non si chiudono come negli adulti, ma non si lasciano aperti!!! Mi sa che c'è tanta confusione! In attesa della "chiusura" si sarebbe dovuta fare (almeno io e mia Figlia Claudia facciamo così) una medicazione con materiale similosmotico per decomprimere la pressione causa del dolore. Se non si facesse questo , il dente lasciato aperto o con una medicazione parzialmente aperta farebbe si che uscisse la pressione dovuta al formarsi del gas del catabolismo microbico che è la causa del dolore per compressione delle terminazioni nervose e con l'uscita di questo gas , non si crea pressione e non si crea dolore! Però, e qui sta il GRAVE, entrerebbero altri microbi nel dente che aggravano l'infezione! Per questo, personalmente uso chiudere provvisoriamente con una sorta di membrana simil osmotica che fa uscire il gas e non fa entrare i microbi! Ma questa è alta Odontoiatria. La pressione che si forma nel dente chiuso, senza sfogo, per il catabolismo del batteri per lo più anaerobi gram negativi implicati nell'infezione, è talmente gravosa ed intensa da scatenare dolori insopportabili! Le consiglio di farse spiegare bene dal Suo Dentista la Diagnosi, la Prognosi e la Terapia! Ha il Diritto ad essere informato in modo comprensibile e Lui ha il Dovere di darle queste informazioni (si chiama "Consenso Informato")! Non è assolutamente chiaro che terapia stia facendo e perché. Parli con Lui e si faccia spiegare il percome ed il perché di tutto! :) Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Gentile Mauro, il dott. Petti le ha risposto benissimo. Non si lasciano i canali aperti dopo averli trattati perché si infetterebbero di nuovo e sarebbe una grande contraddizione. Si possono chiudere con sostanze che eliminano infezione come ad esempio idrossido di calcio o similari.In tal modo si elimina l'infezione e la possibilità di recidiva di eventuali ascessi. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)

I canali aperti li lasciava mio padre, quando io portavo i calzoni corti. Adesso ci sono prodotti meravigliosi, come l'idrossido del collega Savino, e sarebbe cosa buona e giusta non privare di tanti vantaggi la nostra bella topolina. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)

Gentile Mauro, la patologia pulpare anche nei denti decidui ( da latte ) e' di origine microbiologica cioè sono i batteri a creare infezione e dolore. Lasciare "aperto" il dente significa far entrare un bel po di batteri e residui di cibo presenti nel cavo orale e peggiorare la situazione. Dopo aver medicato i canali si deve quindi chiudere l'elemento deciduo con materiali idonei e tenerlo controllato vista la impossibilità di fare una terapia canalare definitiva come in un dente permanente. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Donadello
Noventa Padovana (PD)

Purtroppo è vero, mai lasciarli aperti, se non in una situazione in cui non si riesce a far diminuire la pressione interna. E anche in questo caso vanno lasciati aperti il meno possibile e poi chiusi sotto copertura antibiotica.

Scritto da Dott. Ernesto Bruschi
Frosinone (FR)

Sig. Mauro se lei si è rivolto a una struttura pubblica non mi meraviglia la risposta di quel collega. Nel privato dove non si risparmia sulle spese questo difficilmente accade. Il problema grosso però non è questo dente aperto o chiuso, il dramma che sua figlia a soli 6 anni ha già distrutto questo dente in così breve tempo, non voglio immaginare cosa succederà ai permanenti. Per la salute futura della bocca della bimba andate al più presto da un igienista dentale che vi spiegherà come prevenire la carie, in modo che ciò non succeda ai denti permanenti. 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Gentile Sig. Mauro, dopo aver deterso i canali di un dente da latte si esegue una chiusura con materiali tipo idrossido di calcio. E' pertanto vero che non si usano le stesse procedure per i denti permanenti, ma lasciati vuoti no. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

I denti, permanenti o decidui non vanno mai lasciati aperti, a mio avviso nemmeno per poche ore. Passata la fase acuta con l'aiuto degli antibiotici, si effettua la devitalizzazione, coè la puliza del canale e il suo riempimento con sostanze adatte a non interferire poi con la permuta, come ad esempio l'idrossido di calcio o altre. Infatti saranno moltissimi i germi che entreranno se non lo si chiude e l'infezione si ripresenterà puntuale.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)