Menu

Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 6

Ho gli incisivi superiori leggermente accavallati

Scritto da Sara / Pubblicato il
Salve, ho 17 anni e ho gli incisivi superiori leggermente accavallati. Quando ero più piccola mi avevano detto che dovevo mettere l'espansore palatale ma per ragioni economiche non è stato possibile. Il problema è peggiorato. Sono andata da un dentista che mi ha detto che l'espansore avrebbe risolto il problema definitivamente ma che adesso dovrei mettere l'apparecchio. Vorrei sapere per quanto tempo dovrei tenerlo più o meno, calcolando che ho anche il morso inverso. Vorrei anche sapere se ci sono altri modi per raddrizzarli e se sono più o meno convenienti dell'apparecchio.
Difficile dare risposte così. Di certo a 17 anni se ci sono problemi scheletrici, cioè dell'ossatura, sono piu difficili da risolvere perchè la crescita è terminata. Però un bravo ortodontista può dirle se ci potrà essere una soluzione, pensando però che il vero obbiettivo è una occlusione corretta nel suo insieme. Bisognerà fare uno studio preliminare con impronte, radiografie e forse cefalometria prima di dare una risposta vera, se il problema si risolve oppure no. Cioè non si devono fare "tentativi" ma pianificare bene PRIMA il trattamento, prima di iniziare.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

Cara Signora Sara, buongiorno. Posso solo dirle che la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Posso anche dirle che a 17 anni bisogna valutare anche se l'età Scheletrica e quella anagrafica coincidono. Ovviamente anche in un adulto è possibile espandere il palato attuando una frattura della sutura palatina o di altro tipo per spostare il gruppo frontale superiore e la mascella e riposizionarla. Oppure se ci si accontentasse di agire solo sui denti e non sullo scheletro, si potrebbe fare Ortodonzia senza intervento. Sarebbe però un compromesso spesso non accettabile soprattutto se avesse un tavolato osseo vestibolare molto sottile, specie nella mandibola che potrebbe causare per lo spostamento non "corporale" ma rotatorio degli incisivi, pericolose deiscenze ossee con gravissime recessioni spesso affrontabili terapeuticamente sia funzionalmente che esteticamente in modo molto complesso e con plurinterventi per evitare la formazione di gravi inestetismi, visti troppo spesso, da me Parodontologo, in questo tipo di terapie, per non metterle in rilievo ed in ogni caso da decidere solo dopo un esame cefalometrico completo, a tavolino e tanto altri accertamenti ortodontici. Per il resto che posso dire se non che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Il suo Dentista invece può e Deve e se non sapesse, la dovrebbe inviare a chi è capace ad affrontare questo "problema"! Lasciarla così, senza fare niente ma "aspettando" non si sa cosa, è veramente incredibile! Non c'è niente di male se non lo sapesse affrontare. Non si può mica sempre "conoscere tutto"! Per completezza Le dirò anche che se la Sua Gnatologia fosse "buona", si potrebbero correggere i frontali anche senza Ortodonzia o Chirurgia Ortodontica :) Ma è alta Odontoiatria!!! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Mi associo alla risposta del collega. Senza visitarla dirle cosa e come farlo è difficile. Opportuna comunque la visita presso un Ortodontista qualificato, che possa inquadrare bene la situazione ed il quadro clinico (comunque l'ortodonzia rimane la strada migliore vista la sua giovane età).

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Sig. Sara, la soluzione è l'apparecchio ortodontico, quanto tempo, che tipo e tutte le altre informazioni nasceranno dallo studio del caso. I denti accavallati non sono una brutta malattia e molti ci convivono.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Riguardo il grado dell'affollamento bisogna sicuramente visitarla. Riguardo i modi per correggerlo oggi abbiamo i retainer linguale attivi che assolvo a tutto o quasi ed i tempi sono anche piu' rapidi.

Scritto da Dott. Marco Ibello
Aversa (CE)

Gentile Sig.ra Sara, impossibile darle una risposta. In ortodonzia la terapia è molto personalizzata e si può fare solo dopo una cefalometria. Comunque siccome la crescita è terminata l'espansore senza chirurgia non serve più a nulla. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)

Sullo stesso argomento